Consigli per pulire e mantenere al meglio la vostra casa

Pulizie di primavera: la guida pratica stanza per stanza

Consigli pratici per organizzarle ed eseguirle in maniera efficace e facendo poca fatica

Le pulizie di primavera sono una mansione gravosa che, almeno una volta all’anno, ci tocca fare. Per rendere questa operazione meno faticosa, il segreto sta in una buona organizzazione. In questa guida suggeriremo tanti utili consigli per pulire da cima a fondo casa senza fare troppa fatica.


Pulizie di primavera: cosa si intende

Con questa espressione si intendono quei grandi lavori di riordino che si fanno una tantum. Si tratta di un’occasione per ripulire e riorganizzare la casa, in modo tale che le abituali operazioni di pulizia ordinaria diventino più semplici. Si tratta inoltre anche di un’occasione per sbarazzarci di ciò che non ci serve più.

Quando si fanno le pulizie di primavera

Come il nome stesso suggerisce, queste grandi operazioni, di solito, vengono fatte con l’arrivo della bella stagione.

Con i primi caldi, infatti, si ha la possibilità di arieggiare bene le stanze, tenendo spalancate le finestre a lungo. Di fatto, però, possiamo fare delle pulizie più profonde in qualsiasi momento dell’anno, magari approfittando dell’arrivo di un ospite importante, o in occasione della ripittura di una stanza o del cambio arredo di una camera.

Si tratta di un’operazione piuttosto impegnativa. Per questo motivo, non è necessario finirle in un solo giorno e farle tutte da soli. Per fare un buon lavoro, è fondamentale avere un piano organizzativo da seguire, suddividendo i vari lavori tra più giorni o più fine settimana, e sarebbe meglio farsi aiutare da qualcuno.

Sicuramente, se si ha una casa di dimensioni modeste o se addirittura si vive in un piccolo appartamentino, allora potremmo riuscire a concludere il tutto nell’arco di un solo weekend e fare tutto da soli.

Perché si chiamano “pulizie di primavera”?

Ci sono fondamentalmente due motivazioni.


Anzitutto, si fa riferimento alla tradizione ebraica di pulire la casa prima dell’arrivo della Pasqua.

La seconda motivazione è di carattere più pratico. A fine inverno le temperature sono gradevoli ma non eccessivamente calde, e quindi i lavori manuali non risultano essere troppo estenuanti.

pulizie di primavera



Inoltre, l’arrivo della bella stagione dà la possibilità di lavare tessuti, tende e rivestimenti vari, perché asciugano in fretta al sole, senza prendere cattivi odori pe l’umidità o il freddo.

Pulizie di primavera: organizzazione

Di certo, l’idea di pulire casa da cima a fondo non è allettante per nessuno. Ma con una buona organizzazione, tutto è possibile.

Per prima cosa, è fondamentale decidere come si vuole procedere:

  • una stanza per volta, pulendo in maniera approfondita e minuziosa tutti gli elementi che compongono i singoli ambienti
  • una mansione alla volta (tutti i vetri di casa, tutte le tapparelle, tutti i pavimenti…)

Ad ogni modo, è bene suddividere le varie operazioni in maniera equilibrata per non affaticarsi troppo il primo giorno e ritrovarsi poi troppo stanchi per le pulizie dei giorni a seguire.

Da dove iniziare per le pulizie di primavera

In generale, è sempre meglio partire dalle stanze meno vissute della casa, lasciando invece per ultimi gli ambienti più abitati, come la cucina e il bagno.

Ecco qui di seguito una lista di operazioni fondamentali da eseguire per organizzare le grandi pulizie in maniera efficace ed ottimizzata.


  • Arieggiare le stanze, meglio se in una bella giornata di sole, anche se questa buona abitudine andrebbe effettuata ogni giorno, perché previene la formazioni di muffa e di acari
  • Togliere le ragnatele e approfittarne per togliere anche la polvere che si forma sui muri e sul soffitto. Basterà usare un panno in microfibra asciutto, agganciato ad un piumino telescopico allungabile. E procedere sempre dall’alto verso il basso
  • Pulire le parti alte dei mobili e sistemarvi sopra dei fogli di giornale per meglio ripararli
  • Pulire i lampadari utilizzando un panno in microfibra inumidito d’acqua
  • Rimuovere la polvere anche dalle porte e pulire bene le maniglie
  • Pulire i termosifoni, sistemandovi sotto una bacinella per proteggere il pavimento
  • Lavare i battiscopa con un panno in microfibra bagnato, sfregandoli molto bene
  • Smontare le tende, lavarle e poi appenderle ancora da bagnate: si asciugheranno da sole
  • Pulire i vetri
  • Far prendere aria ai materassi e batterli
  • Sfoderare poltrone e divani e lavare i rivestimenti
  • Pulire tappeti e cuscini
  • Fare una pulizia di fino della cucina, comprese mensole e interni dei cassetti e della dispensa
  • Pulire gli elettrodomestici internamente, soprattutto forno, frigorifero e microonde
  • Lavare per bene le piastrelle del bagno e i sanitari, rimuovendo eventuali macchie di calcare

Pulizie di primavera: è ora di cambiare il profumo di casa

La primavera porta con sé una ventata di freschezza e voglia di rinnovamento. Approfittiamo quindi delle grandi pulizie anche per portare un’aria nuova in casa, diffondendo nell’ambiente un gradevole odore di nuovo.

Con la bella stagione si ha voglia di odori freschi e floreali che richiamano proprio alla mente l’idea della natura che si risveglia dopo il lungo torpore invernale.

Sicuramente, le note agrumate del limone danno un’immediata idea di fresco e pulito. Se invece si preferisce il richiamo al mondo dei fiori, puntare su fragranze alla rosa, gardenia, fresia, giglio, mughetto, magnolia e peonia.

In base alle preferenze, è possibile utilizzare i classici profumatori d’ambiente con i bastoncini di legno, le candele decorative o gli oli essenziali. In quest’ultimo caso, ne basterà diluirne 10-15 gocce all’interno dell’acqua con cui si puliscono i pavimenti.

Pulizie di primavera nella parte esterna della casa

Quando si parla di pulizia si tende solo a pensare agli spazi interni. Tuttavia, almeno una volta l’anno, bisognerebbe pulire per bene anche:

  • le tapparelle: sia interne che esterne
  • i balconi, compresi ringhiera e fili per stendere il bucato
  • la cantina ed il garage, approfittando anche per eliminare quegli oggetti accumulati che sono rotti o, più semplicemente, non servono più
  • le scale

Pulizie di primavera: stanza per stanza

Dopo aver visto un esempio di check list da seguire per procedere con le vostre pulizie di primavera, soffermiamoci ora sulle varie operazioni da eseguire in ogni singola stanza.

  • Camera da letto. Battere i materassi e farli arieggiare, quindi pulirli con aspirapolvere o una pulitrice a vapore. Prendere l’occasione delle grandi pulizie per riordinare gli armadi, eliminando tutti quegli indumenti ormai inutilizzati e ripulendo a fondo la parte interna di guardaroba e cassetti.
  • Soggiorno e zona living. Eseguire una pulizia approfondita di mobili, mensole e librerie, spostando libri e ogni genere di oggetto. Pulire poltrone e divani con un’aspirapolvere o una pulitrice a vapore. Se possibile, togliere i rivestimenti e lavarli direttamente in lavatrice.
  • Cucina. Sono tante le operazioni da fare che viviamo quotidianamente. Bisogna pulire la parte superiore delle armadiature e dei pensili, e poi pensare agli interni. Prima, vuotare la dispensa ed eliminare gli alimenti scaduti. Poi lavare ripiani e ante. Anche la cappa va sgrassata e cambiato il filtro. Bisogna anche dedicarsi alla pulizia di forno, microonde, frigorifero, congelatore, lavando con cura gli interni. E non dimenticare i piccoli elettrodomestici, caffettiera, bollitore, tostapane… Importante non trascurare la pattumiera e l’interno del vano in cui è alloggiata.
  • Bagno. Anche se la pulizia dovrebbe essere quotidiana, ci sono dei compiti che possono essere svolti una volta all’anno. Per esempio, controllare e pulire le fughe, eliminare il calcare dai filtri interni e rompigetto dei rubinetti, disinfettare lo sciacquone, pulire in maniera approfondita vasca e box doccia da eventuali tracce di muffa. Eventualmente sostituire la tavoletta del water, e selezionare cosmetici e medicinali per gettare quelli ormai scaduti. Procedere con un lavaggio a vuoto della lavatrice a 90°, inserendo nel cestello e nella vaschetta del detersivo del bicarbonato di sodio.

pulizie di primavera

Come fare le pulizie di primavera con poca fatica

Sono un lavoro faticoso, che richiede molto tempo e tantissime energie. Sicuramente, una giusta organizzazione può essere utile per facilitare le cose, ma rimangono pur sempre una mansione piuttosto gravosa, specie se si vive in una casa molto grande.

Comunque sia, mantenere la propria casa pulita e igienizzata è fondamentale. Un’ottima soluzione è quella di affidarsi a Batmaid che, avvalendosi di una rete di addetti alle pulizie disponibile in tutti i quartieri di Milano e non solo, è in grado di trovare un professionista che possa offrire servizi di pulizia di alta qualità e adatti alle vostre esigenze. Grazie al servizio di pulizia domestica avrete una casa pulitissima, senza aver perso tempo e fatto fatica.


Avvalersi del servizio offerto da Batmaid è davvero facile. Basta collegarsi alla piattaforma per prenotare in pochi click le vostre pulizie di casa eseguite da un addetto professionale e qualificato. Inoltre, avrete la possibilità di personalizzare il tipo di servizio sulla base delle vostre specifiche esigenze, scegliendo anche tra servizi integrativi extra, come ad esempio la stiratura a domicilio o il servizio lavanderia.

Per facilitare il sistema di prenotazione e renderlo disponibile sempre e in qualunque momento, la società offre anche un’applicazione mobile dedicata.

In fase di prenotazione, oltre alla tipologia dei servizi richiesti, dovrete indicare anche la data e la fascia oraria in cui desiderate che gli addetti alle pulizie vengano a casa vostra. Gli agenti Batmaid selezioneranno il miglior professionista per le vostre esigenze.

Sono in grado di trovare soluzioni anche per un servizio di pulizia regolare e continuativo.

L’arredo giusto per le pulizie di primavera più facili e veloci

Sicuramente, un arredo minimalista e una casa tenuta bene in ordine, costituiscono delle ottime premesse per fare le pulizie più rapidamente e con poca fatica.

Se la nostra casa abbonda di oggetti e soprammobili, si potrebbe renderla più minimal procedendo per gradi:

  • togliere i vari soprammobili che attirano polvere e nient’altro
  • riporre gli oggetti essenziali e quelli a cui si è più affezionati all’interno di vetrinette di vetro in modo che si vedano ma senza accumulare polvere
  • regalare o vendere gli oggetti che non servono
  • appendere le fotografie alle pareti piuttosto che disporle in cornici da avere in giro

Trucchi furbi per l’arredamento e la disposizione dei mobili

  • Sistemare la scarpiera all’ingresso in modo da non portare lo sporco dentro casa
  • Cambiarsi direttamente in garage, se si utilizzano divise e abiti da lavoro
  • Optare per i mobili sospesi o dotati di ruote e facili da spostare in modo che il pavimento sottostante sia facile da raggiungere

Le buone abitudini da adottare sempre e non solo per le pulizie di primavera

  • Spolverare con regolarità
  • Non fumare in casa
  • Limitare la quantità di tappeti e peluche
  • Evitare la moquette
  • Abolire la carta da parati
  • Non esagerare con il riscaldamento
  • Tenere in ordine

Pulizie di primavera: quali prodotti utilizzare

In commercio si trova una gran quantità di detersivi e detergenti per la pulizia della casa. Ve ne sono di svariate tipologie per ogni mansione.

In genere, si tratta sempre di prodotti chimici e non proprio economici. Possiamo pulire qualunque ambiente di casa in maniera totalmente ecologica. Del resto, i migliori alleati delle nostre nonne erano succo di limone e aceto. Senza dimenticare il bicarbonato.

Per procedere, basterà quindi avere sempre a portata di mano:


  • acqua calda
  • aceto o succo di limone
  • bicarbonato di sodio
  • panni in microfibra da lavare e poter poi riutilizzare.

pulizie di primavera

Pulizie di primavera: ancora qualche consiglio finale

Sicuramente, fare le grandi pulizie non è una passeggiata. Per questo vogliamo concludere la nostra guida suggerendo qualche altro consiglio che vi può essere d’aiuto.

Per prima cosa, è bene organizzarsi al meglio seguendo gran parte dei consigli letti più sopra e suddividendo le varie operazioni in più giorni per non stancarsi né stressarsi troppo.

Procedere quindi con calma, senza strafare all’inizio.

Prima di procedere, è bene fare un’operazione di decluttering, facendo ordine nei vari ambienti ed eliminando (o mettendo al loro posto) tutti quegli oggetti ormai inutili. Limitarsi a lasciare in giro e “a portata di mano” solo quelle cose che utilizziamo abitualmente.

Infine, utilizzare logica e buon senso. Oltre a cominciare dalle stanze meno vissute, procedere anche dall’alto verso il basso, così da non sporcare nuovamente dove si è già pulito.

Altri approfondimenti

Ecco altri post relativi alle pulizie che potrebbero esservi utili.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button