Cappe da cucina: tutti gli articoli

Come scegliere le migliori cappe aspiranti per la vostra cucina

Tutto sulla cappa aspirante per la cucina: scopriamo insieme la nostra selezione delle migliori cappe. Vi spiegheremo quale sono le diverse tipologie, i prezzi ed anche alcuni consigli per una corretta manutenzione e pulizia.

A cosa serve la cappa

La cappa aspirante è un elettrodomestico da cucina che aspira principalmente fumi, odori, vapori e grassi di cottura contenenti sostanze tossiche.


Le cappe aiutano a mantenere la cucina fresca e asciutta, in quanto assorbono i fumi di cottura e l’umidità che deriva dalla preparazione degli alimenti.

La cappa è posta sopra un piano cottura ed è dotata di un sistema di aspirazione e scarico dell’aria che utilizza un filtro per trattenere il grasso e l’umidità.

Oltre a non far stagnare gli odori nell’ambiente, le cappe da cucina purificano l’aria, per cui si offrono come intelligenti sistemi per areare gli spazi domestici, soprattutto quelli più piccoli.

Sono quindi degli elettrodomestici davvero  indispensabili nelle cucine dalle piccole dimensioni, in quanto permettono di aspirare i fumi di cottura e di salvaguardare l’ambiente dai ristagni di cattivi odori.

Sul mercato è disponibile una grande varietà di modelli che possono essere adattati a tutti gli stili di cucina e possono diventare rapidamente un vero e proprio oggetto di design decorativo.

Anche gli ambienti più spaziosi necessitano di essere completati dalla presenza delle cappe aspiranti, elettrodomestici che  hanno raggiunto un grado di funzionalità assoluto e sono in grado di offrire prestazioni sempre più particolari.


Speciale: leggete la nostra guida sui filtri per cappe da cucina.

Le diverse tipologie di cappe aspiranti

Vediamo subito i diversi tipi.

Cappa ad incasso

Di solito si sceglie un modello ad incasso se si desidera che l’unità rimanga più discreta. E’ più adatto ad una casa unifamiliare dove la sua installazione è stata pensata in precedenza o in un appartamento che ha un mobile alto sopra i piani cottura in cui può essere nascosto.



Il modello a cassetto

Sempre nello spirito della discrezione, è una cappa telescopica che può essere integrata sotto un armadio alto per nascondere il motore e rivelare solo l’archetto scorrevole.

Moderno e facile da usare, basta tirare in avanti l’archetto per coprire la superficie dei piani cottura. Quest’ultimo è ideale per una cucina già installata.

Cappa a vista

Conosciuto anche come cappa a vista, questo modello può essere facilmente appeso ad una parete sopra il piano cottura o sotto un mobile alto.

Più piccola nelle dimensioni e con una capacità di aspirazione limitata, la cappa a cappuccio è più adatta per le cucine a basso volume, a meno che non abbia più filtri e un doppio motore.

Cappa decorativa

Come suggerisce il nome, è modello funzionale e decorativo che viene preferita da chi cerca il lato design di una cappa.

Questo tipo è disponibile in diversi modelli, a parete o ad isola, oppure come cappa a soffitto che può essere trasformata in un semplice pannello luminoso quando non in uso.


Cappa cucina: la nostra selezione

L’installazione di una cappa di aspirazione in cucina è un passaggio essenziale per l’evacuazione quotidiana degli odori di cottura.

Ma ci sono così tanti modelli sul mercato che a volte è difficile scegliere quello giusto.

Abbiamo eseguito una ricerca nel web per trovare per voi le migliori cappe aspiranti  per la cucina, sulla base delle recensioni dei consumatori e delle loro opinioni in merito a questo importante elettrodomestico. Ecco quindi le nostre scelte.

Cappe aspiranti Whirlpool

Fra i primi posti delle migliori cappe  incontriamo un graziosissimo modello Whirpool, la cappa Graceful Mood Akr457al.

Graceful Mood Akr457al.

Si tratta di un elemento piuttosto costoso, ma chi desidera arrichire la propria cucina con un elettrodomestico bello e ricco di funzioni non può rinunciarci.

Le caratteristiche principali di questa cappa d’arredamento si basano sula funzione luminosa, in quanto l’elemento presenta la predisposizione a 256 colori per luce a led ambiente selezionabile, applicata ad un frontale in vetro bianco e ad un eccellente sistema di aspirazione perimetrale.

Le migliori cappe aspiranti del 2015
Fra migliori cappe aspiranti: La Whirpool modello Graceful Mood Akr457al

Design ed eccellenza sono quindi le caratteristiche di questa cappa aspirante.

  • I comandi elettronici offrono 3 velocità di impostazioni e un’aspirazione di 271-400-660 metri all’ora.
  • I filtri inseribili sono canonici, ovvero il sistema è dotato di un antigrasso autoportante lavabile in lavastoviglie.
  • L’elemento presenta il costo di circa 1000 euro, a seconda dei canali di vendita.

La trovate in offerta anche su Amazon.


Whirpool AKR 550 MR

Sempre  da questa casa, ecco anche il modello decorativo Whirpool AKR 550 MR.

cappa whirpool
cappa cucina Whirlpool

Si tratta di una cappa aspirante completa, esteticamente impeccabile e realizzata per durare in eterno.

  • Le caratteristiche tecniche di questo elemento annoverano una potenza pari a 290 w, in grado di assicurare una massima estrazione in output dell’aria (m3/h) pari a 660.
  • Sebbene il dato riveli una minore capacità rispetto agli altri modelli, il sistema di filtraggio e la tecnologia integrata aumentano la qualità dello stesso.
  • La portata si adatta in ogni caso a cucine di diverse dimensioni e questa cappa lavora in modo ottimale anche nei grandi spazi.
  • La cappa è dotata di un sistema di illuminazione potente, il quale raggiunge i 40 w.
  • Nel complesso, l’estetica di questo elemento non può che considerarsi speciale, in quanto la cappa si presenta realizzato in metallo nero e offre delle forme pure, minimali e adatte alla definizione delle cucine moderne.

Il costo di questa cappa si aggira attorno ai 750 euro e si giustifica non solo con la bontà del brand di produzione, ma interessa ogni sezione della cappa stessa, dal design fino alla componentistica e al sistema di funzionamento.

Cappa cucina ikea: il  modello Udden

Come seconda segnalazione fra le migliori cappe aspiranti  incontriamo il modello Udden di Ikea.

  • Si tratta di una cappa cilindrica molto piacevole, in quanto realizzata in metallo satinato, per cui ideale per gli ambienti moderni e arredati con gusto minimal.
  • La cappa propone 3 velocità per un’aspirazione pari a m³ 336/ora.
Le migliori cappe aspiranti
Le migliori cappe aspiranti: il modello Udden di Ikea
  • I filtri annessi sono anche in questo caso canonici, ovvero si tratta di un filtro antigrasso lavabile in lavatrice.
  • La cappa Ikea Udden si può inoltre collegarsi a un condotto con scarico all’esterno oppure essere usata in modalità ricircolo, con filtro al carbone.
  • I comandi sono frontali e davvero facili da impiegare. Il costo dell’elettrodomestico è di 149 euro, ottimo e accessibile, anche perché la cappa contiene un sistema di illuminazione a fluorescenza che si propone come un vero e proprio punto luce perfetto per la cucina.

Cappa aspirante Faber: i modelli Fabula e Drop

Al terzo posto fra le cappe da cucina recensite incontriamo un modello speciale, perché si tratta di una cappa a scomparsa, Fabula di Faber.

Faber

  • Il sistema viene posizionato nelle vicinanze del piano cottura, sulla parete e la cappa è dotata di un meccanismo a scomparsa up&down, tramite il quale il corpo aspirante sale e scende lentamente, ricomponendosi all’interno dell’incasso una volta terminato l’utilizzo.
Le migliori cappe aspiranti
Le migliori cappe da cucina aspiranti: il modello Fabula di Faber


Si tratta, quindi, dell’elemento adatto per chi non ama le cappe sospese e vuole ottenere il massimo del design e delle prestazioni. Abbiamo scelto di inserire al terzo posto della classifica delle migliori cappe da cucina questo modello in quanto esso è molto particolare e si predispone all’introduzione di una cucina Faber.

Il costo della cappa, dotata di comandi touch e di sistema illuminante a Led è di circa 1000 euro, per cui si tratta di un pezzo di design, da introdurre nelle cucine che sanno valorizzarla. Eccovi anche il nostro speciale approfondimento sulle cappe faber.

Cappa Drop

Sempre dal gruppo faber vi segnaliamo anche la cappa Drop, adatta ad un ambiente informale e di tendenza. dalla finitura perla e dalla forma organica che richiama la goccia d’acqua.

Cappe per cucina Faber

Cappe per cucina Elica

Efficienza, innovazione e design sono i principi cardine di elica, la storica azienda marchigiana che da alcuni anni ricerca una produzione che vada al di là della cappa tradizionale nella convinzione che un’estetica armoniosa influisca sulla qualità della vita e questo vale anche per gli elettrodomestici.

Elica Grace

 

Cappe per cucina Elica
Cappa cucina Elica

Da questa riflessione nasce “stream” disponibile in tonalità oro nero e platino, che riprende il modello “grace” in vetro opalino. Stream sembra una lampada e invece nasconde un motore a grande capacità d’aspirazione.

Elica Legend

Il modello “legend” invece è una scultura dalla forma pura, un cerchio sospeso nell’aria.


Cappe per cucina Elica
cappa cucina Elica

Per ultima vi segnaliamo anche il modello  di cappe Elica Missy in acciaio inox che trovate anche direttamente su Amazon.

Cappe per cucina Gaggenau

L’aspirazione a livello del piano di lavoro, direttamente là dove si formano gli odori permette una resa efficace e non turba l’estetica della cucina, specialmente se non si prevedono i pensili o si progetta uno ambiente unico tra living e zona preparazione dei cibi.

L’azienda gaggenau ne propone diversi modelli, a scomparsa totale ed alette apribili e con braccio meccanico direzionabile.

Leggi ancheCome arredare una cucina, idee e suggerimenti pratici

Vi avviso comunque che le Cappe per cucina Gaggenau costano molto e hanno bisogno comunque di un motore sottopiano, quindi bisogna prevedere uno spazio apposito nel mobile.

Cappe per cucina Gaggenau
Cappa cucina cucina Gaggenau

Cappe per cucina Gaggenau


Cappe per cucina Smeg

Ed ora passiamo ai modelli di questa azienda che da tempo produce elettrodomestici per la cucina di alta qualità.

Smeg KD70X-2

Fra le migliori cappe incontriamo il modello KD70X-2.
Le migliori cappe del 2014: la cappa smeg

  • Si tratta di una cappa a parete con motore a 215w, quindi decisamente potente.
  • Realizzata in robusto acciaio inox lucido, questa cappa presenta un’estetica leggermente vintage, grazie alla forma canonica e alla possibilità di regolare le funzioni attraverso delle manovelle metalliche integrate.
  • Il sistema è dotato di due lampade alogene, per poter comandare lo strumento anche in condizioni di scarsa visibilità.
  • Tecnicamente, questa cappa presenta un diametro condotto di espulsione di 15 cm, dotato di specifica valvola di non ritorno.

Questa dotazione assicura l’efficienza del sistema aspirante, il quale si traduce in una capacità pari a 830 metri cubi all’ora.
Per questo motivo la portata di questa cappa si adatta sia alle cucine di piccole dimensioni che agli ambienti più spaziosi.

I filtri in dotazione si presentano ‘classici’ sia nella composizione che nelle funzioni.
La cappa presenta un costo di circa 350 euro, per cui si propone come un elettrodomestico di sicura qualità, contraddistinto da un design piacevole da un ottimo rapporto tra qualità, prestazioni e costo finale.
Per chi desidera una cappa a isola di grande capacità d’aspirazione smeg ha anche in catalogo un prodotto dalla linea curva che coniuga vetro e acciaio inox con l’efficienza tecnologica e grande capacità di aspirazione.
cappe per cucina smeg

Cappe per cucina Franke

Per chi è alla ricerca di un prodotto da muro di grande impatto e solidità franke propone la cappa “planar”, squadrata e lineare.

Cappe per cucina Franke
Cappa cucina Franke

 

Cappa cucina Siemens

Per ultima incontriamo il modello LC68GA540 di Siemens.

cappa cucina Siemens
cappa cucina Siemens


Come sappiamo, la caratteristica maggiore di questa casa produttrice risiede nell’associare ad un’ottima componentistica un sistema elettronico minuzioso e funzionale, il quale si pone a servizio di chi ama la tecnologia e le soluzioni ‘futuristiche’.

  • Questa cappa risponde appieno a tali caratteristiche, in quanto presenta al suo interno un sistema di aspirazione potente fono a 300 w, regolabile con pulsanti facili e intuitivi.
  • Il rapporto di aspirazione tocca i 700 m³/h, per cui l’elettrodomestico ben si adatta a cucine di ogni dimensione.
  • Il sistema interno si presenta ecologico e dotato di filtri per cappa metallici antigrasso.
  • Il sistema di illuminazione è realizzato mediante lampade alogene da 20 w.

La bellezza di questa cappa deve essere ricercata nel design a camino, nella definizione dei dettagli in vetro temperato e in una struttura interamente realizzata in acciaio antimacchia.

Il prezzo di questa cappa si aggira sui 670 euro, ma il costo è giustificato da un sistema iper tecnologico e da un design ispirato a dettami di contemporanea bellezza.

Cappa Falmec

Non poteva mancare anche uno speciale sui prodotti di questa azienda veneta. Eccovi la recensione dei prodotti Falmec.

Cappe Baraldi

Spazio anche ai modelli di design di questa azienda lombarda che punta tutto su soluzioni di design e High Tech. Eccovi la recensione dei prodotti Baraldi.

Come scegliere una cappa aspirante di qualità?

Se nonostante la nostra selezione vi fossero rimasti ancora dubbi, ecco cosa dovete valutare per la scelta.

Il sistema di aspirazione ed estrazione

Progettata per adattarsi a tutti i tipi di alloggiamento, la cappa aspirante per odori esiste in 2 famiglie principali:

  • quelle ad evacuazione
  • e quelle con riciclo interno dell’aria.

I primi modelli sono dotati di un sistema per l’aspirazione di fumi grassi, vapori e odori che vengono evacuati direttamente verso l’esterno dopo il passaggio attraverso un filtro antigrasso.

Tendenziamente consigliamo questo tipo di cappa per case unifamiliari in quanto richiedono una installazione dell’impianto di scarico che si apre sul tetto o sulla facciata.


Per chi vive in appartamento, la soluzione migliore sarebbe quella di optare per un modello di cappa a ricircolo che aspira l’aria usata e la fa passare prima attraverso un filtro per il grasso, poi un filtro a carboni attivi prima di restituirla alla cucina stessa.

Questo modello non richiede un’installazione complicata, tuttavia provoca una leggera perdita di flusso e rende la cappa più rumorosa.

Potenza e velocità di aspirazione

La portata di aspirazione di una cappa può variare da 150 a 900 m3/h, e la scelta va fatta in base alla superficie del locale in cui verrà installata. Per essere sicuri di non sbagliare nei vostri calcoli, dovete tenere conto del numero di volte che l’unità cambia l’aria, che generalmente conta tra le 10 e le 12 volte in un’ora.

Se avete scelto una cappa ad evacuazione, la portata di aspirazione richiesta viene calcolata moltiplicando la superficie per m² del locale per la sua altezza in m, poi per 10.

Nel caso di una cappa con ricircolo, il calcolo da fare è lo stesso, tranne che l’ultima cifra sarà 20, perché il sistema tende a perdere leggermente in flusso e richiede il doppio della potenza di una cappa ad evacuazione.

Vi consigliamo di scegliere modelli con diverse velocità di aspirazione regolabili da 1 a 4, da selezionare in base al tipo di preparazione dei cibi che dovrete fare quotidianamente.

Il livello di rumore

Tutte le cappe  producono generalmente suoni rumorosi durante il funzionamento.

Purtroppo, è quasi impossibile trovare una cappa aspirante non rumorosa, a patto che nella canalizzazione non venga installato un manicotto fonoassorbente per ridurre il rumore.

In questo caso, il modello da adottare è una cappa con motore esterno, disponibile solo sui modelli ad aspirazione.


Sono comunque i modelli con ricircolo a produrre ll rumore maggiore, perché richiedono un’elevata potenza di aspirazione.

Vi consigliamo se possibile di utilizzare una cappa di aspirazione da 35 dB per godere di una maggiore tranquillità all’interno.

Alcuni modelli più rumorosi possono raggiungere un livello massimo di 70 dB, che per alcune persone può essere veramente eccessivo.

Qual è il prezzo di una cappa di qualità?

Ogni tipo di installazione della cappa implica una fascia di prezzo superiore o inferiore.

Pertanto, il budget da pianificare dipenderà dal modello che avete scelto, a seconda della possibilità di installare la vostra attrezzatura nella stanza o delle vostre preferenze progettuali.

Le cappe a vista sono le più convenienti, in quanto sono disponibili da 40 a 300 euro.

Se non volete investire troppo nell’acquisto di una cappa aspirante, ma volete adottare una soluzione pratica ed efficace, vi consigliamo i modelli da incasso che sono disponibili tra i 100 e i 1500 euro.

Inoltre, se il vostro budget lo permette, siete liberi di scegliere cappe molto eleganti  e di design che possono variare da 400 a più di 2000 euro.

Ai costi di acquisto si sommano quelli di installazione


L’installazione

Un modello con riciclo è molto più semplice da installare che un modello ad evacuazione e meno costoso.

Tuttavia, sarà necessario sostituire regolarmente i filtri a carbone per una migliore efficienza.

I modelli ad aspirazione invece richiedono l’installazione del condotto di scarico che conduce all’esterno della casa. Quest’ultimo viene eseguito sia sul tetto che sulla facciata e richiede un lavoro piuttosto pesante, come la foratura di murature, materiali di copertura e altro.

Come vi anticipavo non è adatta ad appartamenti senza una specifica condotta di evacuazione esterna. In ogni caso è necessario l’aiuto di un professionista per installare questa tipologia .

Come pulirla

Ed infine alcuni consigli per una corretta manutenzione.

Pulizia degli accessori rimovibili

Dovete per prima cosa far bollire prima dell’acqua mescolata con il succo di limone sotto la cappa e attendere alcuni minuti prima di spegnere il fuoco. Questo serve a “sciogliere” il grasso depositato ed ammorbidirlo.

Successivamente dovete prendete una ciotola di acqua bollente e metterci del detersivo per la lavatrice.

Smontate quindi le parti rimovibili della cappa e immergeteli nella ciotola per mezz’ora.
Continuate l’operazione strofinando uno ad uno ad uno questi diversi elementi con una spugna o una spazzola morbida, quindi sciacquateli con acqua calda prima di asciugarli all’aria aperta o con un panno pulito.

Attenzione: un filtro a carbone non può essere lavato, basta sostituirlo ogni 4 mesi.


Pulizia della struttura

Potete utilizzare una spugna imbevuta di acqua calda e detersivo per piatti per pulire le zone della cappa che non si smontano.

Per fare questo, iniziate dalla parte superiore del dispositivo e lavorate verso il basso. Quindi utilizzate un panno pulito per asciugare l’interno della cappa.

Per le attrezzature in acciaio inossidabile, potete strofinare con un panno imbevuto di un po’ d’olio da cucina e poi strofinare con un tovagliolo di carta.

Altri elettrodomestici per la vostra cucina

Se questa guida alla scelta delle cappe per cucina vi è piaciuta, eccovi anche altri articoli interessanti che dovreste leggere per arredare casa:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker