Arredamento

Arredare un mini appartamento: soluzioni intelligenti per lo spazio

Consigli ed esempi per sfruttare al meglio lo spazio

Arredare un mini appartamento può sembrare una sfida, ma con i giusti mobili e accessori è possibile ottimizzare lo spazio e creare un ambiente funzionale e accogliente.

Come arredare un mini appartamento

In questo approfondimento, esploreremo le migliori soluzioni di arredamento per case piccole e daremo alcuni consigli utili per organizzare gli ambienti in modo armonioso per poi passare a vedere  infine alcuni esempi di progetti realizzati in Italia e all’estero con tante foto.

Quali sono i migliori mobili e accessori per ottimizzare lo spazio in un mini appartamento?

Quando si arreda un mini appartamento, è importante scegliere mobili multifunzionali e accessori e soluzioni salvaspazio.

Ad esempio, un divano letto può diventare un comodo letto per la notte e un comodo divano durante il giorno. Una scrivania pieghevole a scomparsa può essere riposta quando non in uso e un tavolo allungabile può ospitare ospiti improvvisi.

Le librerie a parete sono un’ottima soluzione per sfruttare lo spazio verticale e i mobili contenitori a scomparsa possono essere utilizzati per riporre oggetti in modo discreto.

Come posso creare l’illusione di maggior spazio in un mini appartamento?

Ci sono alcuni trucchi che possono aiutare a creare l’illusione di maggior spazio in un mini appartamento.

Ad esempio, scegliere colori chiari per le pareti e i mobili può far sembrare l’ambiente più grande.

L’illuminazione adeguata può inoltre contribuire a creare l’illusione di maggior spazio. Un’ampia finestra o una serie di luci a soffitto possono aumentare la luminosità dell’ambiente e far sembrare gli spazi più aperti.

Come arredare un mini appartamento: le tendenze di arredamento più adatte

Le tendenze di arredamento per le case piccole sono in costante evoluzione.

Tuttavia, ci sono alcuni stili che si adattano particolarmente bene ai mini appartamenti. Ad esempio, lo stile minimalista può essere perfetto per un monolocale, dove gli spazi sono limitati.

Lo stile nordico scandinavo, invece, si caratterizza per l’uso di colori chiari e tonalità naturali, che possono ampliare gli spazi e creare un’atmosfera rilassante.

Quali errori devo evitare?

Ci sono alcuni errori comuni che è meglio evitare quando si arreda un mini appartamento.

Ad esempio, evitare di riempire troppo gli spazi con mobili e accessori.

Inoltre, è importante scegliere mobili di dimensioni adeguate all’ambiente e non optare per soluzioni troppo ingombranti.

Infine, evitare di riempire le pareti con troppe decorazioni o quadri, in modo da non appesantire troppo l’ambiente.

Come posso organizzare gli ambienti in modo funzionale?

Arredare un appartamento di dimensioni ridotte può sembrare un’impresa difficile, ma con un po’ di creatività e ingegno è possibile sfruttare al meglio ogni angolo della casa.

Molto importante è l’organizzazione degli ambienti: è necessario scegliere arredi versatili e funzionali che possano adattarsi a diverse esigenze.

07-small-suite-in-Rome-trastevere-Italy-1024x682

Optare per mobili multiuso, come divani letto o tavoli allungabili, può aiutare a risparmiare spazio e a creare un ambiente armonioso.

Inoltre, è importante dividere gli spazi in modo strategico, evitando di creare barriere visive che renderebbero l’ambiente ancora più piccolo.

Ad esempio, invece di posizionare un divano contro la parete, potresti dividerlo dal resto della stanza con una libreria o un divisorio.

Un altro trucco è quello di sfruttare l’altezza della stanza, utilizzando mensole o armadi a muro per riporre oggetti che occuperebbero troppo spazio a terra.

Quali colori sono i più adatti per un mini appartamento?

La scelta dei colori e dei materiali è fondamentale per creare un’atmosfera armoniosa e ariosa.

Optare per tonalità chiare, come il bianco, il beige o il grigio chiaro, può aiutare a dare l’illusione di maggior spazio.

Otticamente il bianco dilata lo spazio e le linee pulite lo rendono più ampio. quindi non è una buona idea scegliere toni scuri che magari sono di moda e stanno così bene negli enormi living ritratti nelle pubblicità dei grandi marchi ma in un piccolo ambiente tolgono luminosità e brillantezza, rimpicciolendo lo spazio.

Importante anche l’omogeneità nelle finiture e nei colori. il che significa che la stessa finitura e materiali simili aiutano a dare uniformità all’ambiente e ad ampliarlo visivamente.

Se poi si scelgono superfici brillanti o lucide l’effetto è ancora più marcato. al contrario diverse finiture e cambi di colore e di materiali continui hanno un effetto patchwork dà la sensazione di piccolezza e chiusura.

Evitate di utilizzare troppe fantasie o colori accesi può rendere l’ambiente più uniforme e tranquillo.

Che materiali sono i più adatti per un mini appartamento?

Per quanto riguarda i materiali, è meglio optare per quelli naturali e leggeri, come il legno, il rattan o il lino.

Sono materiali che possono aiutare a creare un’atmosfera rilassante e informale.

Come posso creare zone separate senza sacrificare troppo spazio?

Creare zone separate è importante per avere un’organizzazione ottimale della casa.

Esistono diverse soluzioni per farlo senza sacrificare troppo spazio: una delle più semplici è quella di utilizzare tappeti o diversi livelli di illuminazione per separare gli spazi.

Ad esempio, un tappeto può dividere la zona giorno dalla zona notte, mentre una luce soffusa può creare un’atmosfera intima e accogliente nella zona relax.

Un altro consiglio è quello di utilizzare divisori di stanza, come tende o schermi, per separare gli ambienti. Queste soluzioni possono essere utili soprattutto in caso di monolocali, dove non esiste una vera e propria divisione tra le stanze.

Come gestire il disordine in un mini appartamento

Quando si vive in un mini appartamento o in un monolocale, la gestione dello spazio è fondamentale.

Uno dei problemi più comuni è la mancanza di spazio per riporre gli oggetti. In questo contesto, nascondere il disordine diventa un’arte, che richiede creatività e ingegno.

Un primo suggerimento è nascondere le cose: che significa tanti mobili su misura che si adattano agli spazi limitati e li utilizzano appieno.

Uno dei trucchi più efficaci per gestire il disordine è proprio l’uso di mobili multifunzione. Ad esempio, un divano con un cassettone incorporato può essere usato per riporre lenzuola, cuscini e coperte, mentre un tavolino con un ripiano può contenere riviste, libri e telecomandi.

Inoltre, ci sono letti dotati di cassetti o di un contenitore sotto il materasso, che possono essere utilizzati per riporre vestiti, biancheria da letto e asciugamani.

Tutti gli oggetti di uso quotidiano (elettrodomestici, vestiti,  accessori per la casa e la persona) scompaiono letteralmente dentro questi contenitori, perché il disordine “mangia” visivamente spazio. secondo, colori chiari e forme lineari.

Un’altra soluzione è quella di utilizzare ripiani e mensole per organizzare gli oggetti. Questi possono essere posizionati sopra la scrivania, il divano o il letto, lasciando libero il pavimento.

In questo modo, gli oggetti saranno facilmente raggiungibili e allo stesso tempo nascosti dalla vista.

Per nascondere il disordine, è inoltre possibile utilizzare delle tende o dei pannelli scorrevoli per separare gli ambienti.

Ad esempio, una tenda leggera può dividere la zona notte dalla zona giorno, nascondendo il letto durante il giorno e creando un ambiente più raccolto e intimo la sera.

Infine, per mantenere l’ordine, è importante eliminare gli oggetti superflui e utilizzare solo quelli essenziali.

Come arredare un mini appartamento con personalità e stile

Arredare un mini appartamento non significa comunque rinunciare allo stile e alla personalità. Al contrario, in uno spazio così piccolo, ogni dettaglio può fare la differenza e creare un ambiente accogliente e funzionale.

Per aggiungere personalità al tuo mini appartamento, puoi utilizzare tessuti colorati e fantasiosi, come cuscini, tende e tappeti. In questo modo, puoi creare un contrasto con le pareti bianche o neutre, dando vita a uno spazio più vivace e originale.

Inoltre, potete utilizzare la luce per creare atmosfera e dare profondità al tuo mini appartamento. Ad esempio, puoi utilizzare delle luci a led per illuminare gli angoli più bui e creare effetti scenografici.

Puoi scegliere lampade e abat-jour dal design originale, che valorizzino lo spazio circostante.

Per aggiungere stile al tuo mini appartamento, si possono anche utilizzare oggetti d’arte e accessori di design. Ad esempio, un quadro colorato o una scultura in metallo possono diventare il punto focale della stanza, creando un’atmosfera unica e originale.

Esempi di come arredare un mini appartamento

Passiamo ora a farvi vedere alcuni esempi, cominciamo dall’Olanda.

Maff Apartment a L’Aia

A l’Aia c’è il maff apartment, un piccolo mini-appartamento che viene affittato a settimana ad un prezzo neppure esorbitante (circa € 200 per due persone) se si pensa che ha un interior design curatissimo e moderno ed è la prova che un piccolo spazio non comporta necessariamente a rinunce in termini di comodità e di eleganza.

Come arredare un mini appartamento

Con degli accorgimenti e delle astuzie da esperto si può ottenere una casa efficiente e d’effetto. basta seguire alcune regole.

 

Il maff apartment è il risultato di una felice riconversione di un edificio storico del 1890 a cinque minuti dal centro della città olandese. situato all’ultimo piano, beneficia di una luminosità incomparabile che aiuta a renderlo più grande di quanto effettivamente sia. l

L’uso di armadi e mobili su misura, tavoli e persino il letto a scomparsa, rendono questo piccolo studio incredibile.

Dotato di ogni comfort e di un bagno spazioso, ha persino il piccolo lusso di una doccia-sauna ed un angolo cotturache assomiglia alla kitchenette delle barche, minuscola ma ben equipaggiata!


Se volete prenotate il maff apartament rivolgersi al sito maff.nl.

Mini appartamento di 8mq a Parigi

Scopriamo insieme questo Mini appartamento di 8mq a Parigi e la razionalità con cui è stato arredato in condizioni di spazio davvero esigue.

Tiny House 8mq Parigi 8

Vivere in 8mq?

È possibile vivere comodamente in un ambiente di soli 8mq? Fino a qualche giorno fa avrei detto di no e a chi mi avesse chiesto perché avrei risposto che viverci è possibile, certo, ma non comodamente. 8mq sono davvero pochi, soprattutto per un ambiente dove abitare.

Eppure lo studio di architettura e design Kitoko è stato in grado di provare che, con la giusta progettazione e qualche soluzione smart, uno spazio abitativo di 8mq può essere vivibile, e anche in maniera funzionale.

La prova è il micro appartamento nel cuore di Parigi: i designer dello studio Kitoko hanno trasformato una stanzetta sfortunata in un minuscolo monolocale dotato di ogni comfort.

Tiny House 8mq Parigi 3

Il progetto (Maid’s Room Renovation, o “ristrutturazione della stanza della cameriera”) è innovativo e funzionale, a tratti geniale.

Soluzione salva spazio

Prevede una struttura soppalcata salva spazio che permette a chi ci abita di dormire, cucinare, mangiare, lavorare, lavarsi e rilassarsi senza dover rinunciare a nulla e rimanendo totalmente indipendente.

Tiny House 8mq Parigi 6

I designer e gli architetto dello studio Kitoko raccontano che hanno creato questo mini appartamento partendo dal concetto del coltellino svizzero.

Un semplice coltello che, grazie a una serie di meccanismi scorrevoli e pieghevoli, contiene tanti piccoli strumenti in un solo oggetto di dimensioni ridotte.

E così una stanza vuota di 8mq si è trasformata in una trascrizione modulare del coltellino svizzero, con un letto singolo sopraelevato, un guardaroba, una scala con libreria, un tavolo, un angolo cottura e un bagno.

Il tutto è contenuto all’interno di una struttura armadio con ante ed elementi scorrevoli che occupa metà della stanza e che può essere chiuso completamente, liberando la superficie dell’appartamento.

Tiny House 8mq Parigi 1

Tiny House 8mq Parigi 2

Quando si entra nel mini appartamento non si vede altro che un armadio con ante bianche decorate e, sulla destra, un piano di lavoro davanti alla finestra.

Successivamente avviene la trasformazione: sulla sinistra si può far scorrere una scala, che è anche libreria divisoria, e con essa si raggiunge il letto, posto nella parte superiore della struttura.

Accanto alla scala c’è un guardaroba e un tavolo con due sedie incastrate al di sotto del piano: questo può essere usato per mangiare, lavorare o fare altro.

C’è poi una zona dove mettere oggetti vari, vicino alla porta del piccolo bagno.

La cucina

La mini cucina ha il lavello e i fornelli nascosti sotto il piano da lavoro, in modo da guadagnare spazio ulteriore.

Tiny House 8mq Parigi 7

Tiny House 8mq Parigi 9

il bagno

Il bagno è un piccolo gioiello di design: piccolo ma estremamente funzionale, ha una doccia moderna con scarico nel pavimento, un water e un lavandino. Il rivestimento a mosaico lo rende esteticamente gradevole, proprio come il resto del micro appartamento.

Lo studio Kitoko si occupa di architettura, interior design, progettazione di arredamento, urban planning e paesaggistica. Ogni realizzazione dello studio è strettamente legata al contesto e all’ambiente, con l’obiettivo di sorpassare ogni aspettativa dei clienti.

Tiny House 8mq Parigi 4

Un mini appartamento in appena 18 mq

L’architetto Valérie Mazérat, autrice anche del concept store parigino merci (vende oggetti di tendenza in uno spazio di 1.500 mq diviso in zone dedicate alla casa, ai vestiti, ai fiori, ai libri e al food, cui parte dei proventi va anche a fare beneficenza) ha riorganizzato questo spazio piccolissimo, appena 18 mq, in una mini-casa dove c’è tutto ma ben nascosto.

817201306

In uno spazio di soli 6 metri per 3 la parete lunga è occupata interamente da un divano-contenitore nei toni del rosso.

Sulla parete sono sistemati pensili bianchi in cui riporre gli oggetti quotidiani. sotto il divano che funge anche da letto, sono sistemati dei grandi cassetti su ruote per riporre vestiti e coperte.

Il tutto è bianco e liscio, senza maniglie, per conferire unità visuale all’appartamento e dilatare visivamente lo spazio.

493208760

Piccole nicchie retro-illuminate ospitano una vivace collezione di vasi colorati e alcuni libri, mentre la piccolissima cucina è dissimulata dietro un mobile bianco, ricoperta da fogli d’inox ed è completa di tutto. Vi trovano posto due fuochi a induzione, la cappa, e un mini-frigo sul modello dei minibar d’albergo.

La profondità di un antica canna fumaria ormai in disuso ha permesso di ricavare un armadio supplementare che in un ambiente così minimo è molto importante!

Il bagno comprende una grande doccia e un lavabo in pietra di comblanchien. Lo specchio serve anche da mobile-contenitore. mentre due cestini sono destinati alla biancheria.

1738905560

Miniappartamento di 38 mq a Trastevere

Vi segnalo infine il progetto di Sara Cimarelli e Giorgio Opolka dello studio di architettura Archifacturing office, che hanno ottimizzato al massimo lo spazio di questo splendido mini appartamento di 38 metri quadrati a Trastevere, Roma

Come arredare un mini appartamento: progetto a Trastevere
04-small-suite-in-Rome-trastevere-Italy-1024x682

Altri consigli per case piccole

Eccovi molti altri approfondimenti e consigli per arredare case di piccole dimensioni.

Rossella Vignoli

Sono laureata in architettura presso la facoltà di Architettura di Genova e sono appassionata di soluzioni di arredamento di interni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio