Come arredare un monolocale di 20 mq e 30 mq

Come arredare monolocale: è possibile vivere in uno spazio di 20 mq o 30 metri quadrati? Certo. Ma è possibile vivere bene in un monolocale di 20 mq o 30 mq?

Anche in questo caso la risposta è affermativa. Scegliendo l’arredamento giusto e usando alcuni accorgimenti smart, un monolocale di appena 20mq o leggermente più grande si può trasformare in una dimora piccola comoda e bella.

Idee per arredare un piccolo monolocale

Il monolocale è un ambiente che richiede una distribuzione degli spazi ottimale. Non si tratta di privarsi di componenti di arredo, ma di scegliere pezzi mirati, funzionali e dalle dimensioni equilibrate.

Il monolocale deve essere, infatti, arredato con garbo e con buon gusto, mirando ad allargare otticamente lo spazio e a sfruttarlo nel più intelligente dei modi possibile.

Arredare monolocale

Arredare monolocale: importante progettarlo bene

Living con cucina

Il monolocale si compone spesso di un living con angolo cottura, di una camera da letto e di un bagno. L’angolo cottura può essere arredato con una struttura unica, alla quale far seguire una penisola. In questo modo non deve essere previsto l’inserimento del tavolo e rimane spazio per arredare il living con più respiro.

La struttura della cucina deve essere lineare e sfruttare le pareti con mensole, nicchie e pensili angolari. Lo spazio occupato in verticale aiuta inoltre a creare tanti utili punti d’appoggio e non disturba assolutamente il risultato estetico finale.

Una volta attrezzata la cucina, si può pensare ad un living asciutto, nel quale inserire un divano basso e un piccolo tavolino di contorno.

La TV e gli apparecchi multimediali possono essere appesi alle pareti, assicurando in questo modo un’ottima visione ed evitando l’inserimento di un mobile di appoggio. Al suo posto è possibile alloggiare una credenza bianca o un baule, per contenere gli oggetti di uso comune in modo ordinato e piacevole.

Zona notte

La zona notte può essere dotata di un comodo armadio a muro, realizzato a scomparsa e posto nella parete opposta al letto. Le ante possono fungere da specchiere, allargando otticamente l’ambiente e rendendolo più luminoso.

Anche nella camera da letto gli elementi devono mantenersi bassi, quasi a raso terra. In questo modo l’ambiente sembrerà più spazioso, aumentando la percezione di libertà e di conseguenza il comfort abitativo.

SCOPRI: Cabina armadio per piccoli ambienti.

Il bagno del monolocale si presenta spesso piccolo nelle dimensioni e nei volumi. Per arredarlo con equilibrio ci si può affidare a sanitari sospesi e alla presenza di una cabina doccia angolare. Anche gli accessori possono essere sospesi, in modo da non occupare spazio a terra e facilitare i movimenti.

Illuminazione

Un piccolo trucco per rendere il monolocale più accogliente, consiste nel dipingere le pareti di colori chiari e di dotarsi di tanti punti luce sparsi, dalle lampade a sospensione, fino alle applique e alle piantane. Più luce c’è nel monolocale e più grande appare agli occhi di chi lo abita.

In uno sfondo luminoso, giocare con i colori degli elementi d’arredo e con i tessili diventa infatti facile e creativo, in quanto non si rischia di soffocare l’ambiente ma solo di renderlo più piacevoli.

Vediamo ora insieme alcune foto di esempi e consigli per le due taglie di miniappartamento su venti e trenta metri quadrati .

Come arredare monolocale di 20 mq

Certo, è difficile dare consigli su come arredare un monolocale di 20mq quando non si ha mai fatto questa esperienza.

Io però mi posso considerare un’esperta del campo perché durante i miei studi ho vissuto in una mini mansarda di queste dimensioni e conosco tutti i trucchi per rendere vivibili quei pochi metri di spazio vitale.

Monolocale

Consiglio: scopri anche come arredare una mansarda

Suddividere gli Spazi

Il primo tip utile per arredare un monolocale di 20mq è suddividere gli spazi in maniera intelligente, utilizzando mobilia multiuso e trasformabile, oltre a complementi di arredo funzionali.

Un’abitazione vivibile necessita di uno spazio per dormire, uno spazio per cucinare/mangiare e una zona giorno per il relax.

Per condensare tutto questo in un monolocale bisogna pensare alle proprie priorità e capire quali attività richiedono più spazio.

Ad esempio, un single in carriera che non mangia quasi mai a casa non avrà bisogno di una zona cucina molto sviluppata, ma necessiterà di uno spazio per lavorare al computer; così come una persona che dorme molto e ha problemi alla schiena preferirà dedicare più attenzione alla comodità del letto e della zona per dormire.

Gli spazi di un monolocale sono un tutt’uno, ma si possono trovare degli escamotage per dividerli comodamente; utilizzare una tenda che divida la zona giorno dalla zona notte è un ottimo modo per creare ambienti separati in un monolocale.

La Zona Giorno

La cucina di un monolocale dovrà essere ridotta all’osso: frigorifero, lavandino e angolo cottura sono le cose indispensabili di una cucina ottimale, ma tutto il resto può essere accantonato.

La cucina sarà a parete, quindi non occuperà troppo spazio; il tavolo, invece, necessita di una maggiore attenzione.

La soluzione migliore per un monolocale è un piccolo tavolo a ribalta da parete: si può aprire al momento dell’uso e chiudere quando non serve più.

Anche delle sedie pieghevoli andranno benissimo e potranno essere appese alla parete dopo l’uso. Altrimenti si potranno usare degli sgabelli con contenitore incorporato, ottimi per contenere accessori.




LEGGI ANCHE: Come dividere la cucina dal soggiorno

La Zona Notte

Nella zona giorno includiamo anche il soggiorno e lo spazio living; di solito in un monolocale questo coincide con la zona notte, ma dipende dalle proprie preferenze e disponibilità. Se si ha la possibilità di installare un letto sopraelevato questa è la soluzione migliore per un monolocale: sopra ci sarà il letto a soppalco, sotto si potrà mettere un divanetto o una poltroncina per il relax diurno, ma anche una scrivania e varie mensole.

Altrimenti si consiglia di optare per un divano letto, che verrà aperto di notte e chiuso di giorno.

Il divano letto futon è comodo e occupa poco spazio. Ci sono davvero molti divani trasformabili in commercio tra i quali scegliere. Eventualmente si può pensare a un letto sempre aperto da trasformare in divano con qualche cuscino messo ad arte.

Per il guardaroba ci sono due soluzioni da seguire:

  • trovare un armadio ad ante rigorosamente scorrevoli che si sviluppa in altezza
  • optare per uno stand appendiabiti a vista (i migliori hanno le rotelle, una rastrelliera per le scarpe e l’altezza regolabile).

Lo stand appendiabiti può anche essere appeso al muro per risparmiare spazio.




Passiamo ora ai 30 mq.

Arredare monolocale di 30 mq

Arredare un monolocale di questa metratura non è certo una passeggiata.

Bisogna infatti trovare il modo di creare un ambiente piacevole da abitare, che sia in grado di ospitare il necessario per vivere in maniera comoda ed efficace nonostante gli spazi ridotti.

monolocale-32mq

 

Ecco otto esempi di arredo per un monolocale delle dimensioni di 32 mq, dal letto a soppalco alla parete divisoria che divide gli ambienti e crea una piccola stanza in più.




Andiamo per ordine.

Il Letto a Soppalco

letto-soppalco

Il letto a soppalco è un’ottima soluzione per arredare un piccolo monolocale perché lo spazio viene moltiplicato.

Se si dispone dello spazio verticale, inserendo un letto a soppalco nel monolocale si potrà utilizzare l’area sottostante per inserire un divano, una scrivania, un armadio o anche un piccolo tavolo.

 Il Mobile Letto

divano-letto

Una buona alternativa al classico divano letto è il mobile letto, un mobile di piccole dimensioni che contiene il letto e che può essere chiuso quando il letto non viene utilizzato.




È una buona opzione per chi ama l’ordine e vuole che il suo monolocale sia sempre immacolato e sia facile da rimettere a posto.

Pannelli Scorrevoli

letto-pannelli

Inserire un letto normale in un monolocale è fattibile, certo, ma non tutti lo fanno perché la zona giorno è fusa con la zona notte e non è semplice dividere gli ambienti.

In questo caso è stata trovata una strategia perfetta: il letto viene inserito in una zona delimitata da due pannelli scorrevoli, che possono essere chiusi e aperti a seconda delle preferenze.

Le Zone Rialzate

monolocale zone rialzate

Arredare monolocale: in caso di soffitto alto vanno sfruttate al meglio le zone rialzate

Un altro bell’esempio di arredo per un piccolo monolocale che sfrutta l’altezza del soffitto creando delle zone rialzate per la zona notte e per sistemare al meglio tutti gli oggetti e gli accessori.




Il letto diventa un’alcova intima che si può raggiungere con una scala a pioli, e sotto viene creata una zona armadio smart.

La Parete Divisoria

esempi di arredo per un monolocale: una parete divisoria molto versatile da usare come tavolino

Arredare monolocale: una parete divisoria molto versatile da usare come tavolino

Per un monolocale geniale, ecco la parete divisoria che divide la cucina dalla zona notte senza rubare spazio ai ridotti metri quadri del mini appartamento.

Questa parete divisoria è multitasking, perché può essere utilizzata come tavolo e poi venire richiusa, garantendo tutta la privacy necessaria.

La Struttura di Legno

esempi di arredo per un monolocale: un letto nido soppalcato

Arredare monolocale: un letto nido soppalcato

Il monolocale è lungo è stretto? Allora è perfetto per ospitare una struttura di legno che serva come letto e come armadio allo stesso tempo.




Questo tipo di struttura andrà realizzata su misura ma darà grandi soddisfazioni nel lungo periodo.

Un Piccolo Soppalco

soppalco per arredare monolocale

arredare monolocale: in caso di soffitto alto può avere senso un soppalco

Un mini soppalco, ovviamente, è sempre una perfetta idea per un piccolo monolocale.

Il soppalco ospita la zona notte, con letto e guardaroba, mentre il resto del monolocale può essere arredato con un cucinino e perfino una zona living.

Gli Ambienti Separati

Separazione ambienti in monolocale

arredare monolocale: idee per separare gli ambienti

Infine, una bella idea per separare gli ambienti di un monolocale è usare una libreria aperta da inserire nel mezzo del monolocale, creando così una zona notte e una zona giorno divise ma comunicanti.




Monolocale di 35 mq a Camogli

Vediamo ora anche questo progetto di Interior design dello studio Gosplan.

Trasformazione, questa la parola chiave che identifica un’abitazione in cui tutto è sede del cambiamento.

Quando gli spazi sono minimi e le necessità tante, non resta che aguzzare l’ingegno e progettare lo spazio creando soluzioni che ben si adattano alla metratura a disposizione.

Impresa difficile quanto stimolante, che mostra la bravura del designer nell’ interpretare lo spazio e il gusto della committenza.

Studio Gosplan

Il progetto dello studio Gosplan , team composto da quattro giovani professionisti di Genova, riassume in se tutte le caratteristiche sopra indicate.

L’appartamento è situato a Camogli, antico borgo marinaro di pescatori in provincia di Genova , conosciuto per il suo porticciolo e soprannominato “città dei mille bianchi velieri”.





Il monolocale, di soli 35 mq, è stato ristrutturato per dare vita ad una piccola casa vacanze che si affaccia sul mare.

Tutto è stato pensato e disegnato su misura e il risultato finale si esibisce nella configurazione di un contenitore di legno, dove il locatario ha tutto a portata di mano e ogni stanza è un vero è proprio oggetto di arredo.

In così poco spazio si inseriscono due camere da letto, uno studio, un soggiorno, una cucina e un bagno.

Innovazione e praticità si fanno largo in questo piccolo ambiente, dove quello che non si usa più si chiude per lasciare spazio ad un’altra funzione.

progetto di monolocale a Camogli

Vani nascosti, nicchie, mensole e armadi a muro ad ingombro ridotto fanno da padrone in questo piccolo habitat attrezzato.

arredare monolocale a Camogli

Una vista splendida




Ad esempio, in questo piccolo ambiente, dove si colloca l’armadio a muro, si nasconde un letto in più, che chiuso da luogo ad un delizioso spazio relax.

Le soluzioni adottate ricordano le cabanon di Le Corbusier e anche per quanto riguarda il light design, si sono affidati all’eleganza delle lampade Le-Corbusieriane Applique De Marseille e l’applique à volet Pivotant, realizzata in collaborazione con Charlotte Perriand (rivenditore attuale Nemo Cassina).

Non resta che andarlo a visitare, magari trascorrendo piacevoli vacanze all’insegna del riposo tra bagni di sole e mare.

Spero davvero che le idee ed i suggerimenti che vi ho indicato come esempi di arredo per un monolocale vi siano stati utili. Potete scrivermi a designandmore @ gmail.com per mandarmi le vostre foto se volete.

Altre idee per arredare case piccole

Eccovi altri spunti e consigli di arredamento per case di dimensioni ridotte:

{ 0 comments }

KIWANI DOLEAN

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento