Colori

RAL 9010 o bianco puro, tutti i consigli per usarlo al meglio

Scoprite tutte le caratteristiche di questo colore e quando sceglierlo per creare ambienti dall’atmosfera calda e accogliente.

Guida al colore RAL 9010 o bianco puro: scoprite tutto su questo colore e tanti utili consigli su come abbinarlo e utilizzarlo al meglio.


Una scelta difficile

Nell’ambito dell’arredamento la scelta del colore bianco non è mai semplice anzi, nonostante possa sembrare paradossale, è spesso la più difficile.

Il bianco è un non colore che assorbe la luminosità di tutte le altre tonalità che lo circondano.

Ogni suo accostamento deve essere valutato con attenzione e in anticipo al fine di scongiurare il pericolo di creare un ambiente troppo impersonale, asettico o caratterizzato da una luce che possa dare, addirittura, fastidio agli occhi.

Qual è il colore RAL 9010

Il codice RAL 9010 individua il bianco puro nella scala RAL, un sistema di colori creato allo scopo di individuare con precisione le tonalità di vernici, rivestimenti e materiali plastici.

  • Il colore RAL 9010 é probabilmente la tonalità di bianco più diffusa in arredamento in quanto:
  • è calda e avvolgente;
  • si abbina con successo a molteplici accostamenti di colore, stili d’arredamento e atmosfere;
  • non fa correre  il rischio di creare contrasti troppo accentuati o di far apparire l’ambiente asettico o freddo.

Altre tonalità di bianco della scala RAL

Nella scala RAL sono presenti diverse tonalità di bianco come:


  • RAL 1013 bianco perla
  • 1014 avorio
  • RAL 1015 avorio chiaro
  • RAL 9001 bianco crema
  • 9002 bianco grigio
  • RAL 9003 bianco segnale
  • RAL 9010 bianco puro
  • 9016 bianco traffico
  • RAL 9018 bianco papiro

La scala RAL

La scala RAL, acronimo di Reichsausschuss für Lieferbedingungen ovvero Comitato dello Stato Tedesco, è stata creata negli anni Venti in Germania per definire in maniera univoca le tonalità di colore di vernici e rivestimenti.

Nella sua lunga storia, questa scala di colori si è notevolmente evoluta passando dai 40 colori iniziali alle oltre 2.000 tonalità disponibili attuali.

Oggi, inoltre, i colori RAL si suddividono in più scale:



  • Classic che include la scala RAL 840-HR per colori opachi e la scala RAL 841-GL per colori brillanti
  • Design introdotta nel 1963 ad uso di architetti e designer
  • RAL Effect che include colori di vernici a base acquosa in cui non sono presenti metalli pesanti come piombo e cadmio
  • RAL Plastic che include lo standard di colore utilizzato per la plastica

Come si compone un codice RAL

I colori RAL Classic, a cui appartiene il RAL 9010, sono individuati tramite la combinazione dell’acronimo RAL seguito da 4 cifre.

La prima cifra individua sempre il colore prevalente e può essere:

  • 1: giallo
  • 2: arancione
  • 3: rosso
  • 4: viola
  • 5: blu
  • 6: verde
  • 7: grigio
  • 8: marrone
  • 9: bianco e nero

Le successive 3 cifre sono scelte in modo sequenziale.

RAL 9010, una scelta non banale

Nell’ambito dell’arredamento e dell’interior design scegliere un colore e la sua sfumatura non è mai semplice.

Se ogni colore contribuisce a creare un’atmosfera e uno stile è anche vero che molto dipende dalla sua tonalità.

Una camera matrimoniale dove predomina il rosa antico può diventare molto diversa se si sostisce a questo colore un rosa pallido oppure un rosa cipria o un fucsia.


La stessa logica va applicata alla scelta del bianco e anzi in questo caso bisogna prestare addirittura un’attenzione maggiore. La tonalità finale che assume questo non colore dipende moltissimo dall’illuminazione naturale della stanza e dalle tonalità che lo circondano.

RAL 9010, quando usarlo

È preferibile scegliere il RAL 9010 quando si desidera optare per una tonalità di bianco calda che faccia apparire l’ambiente accogliente.

L’effetto avvolgente di questa sfumatura di bianco può essere ulteriormente valorizzato tramite accostamenti con mobili e complementi realizzati in colori caldi o in materiali naturali come il legno chiaro.

Da evitare l’accostamento del RAL 9010 con il nero o con colori freddi come blu e verde: contribuirebbero invece a rendere ancora più marcato lo stacco cromatico con il bianco con il rischio di renderlo fastidioso alla vista creando un ambiente dall’atmosfera asettica e poco accogliente.

Cucina RAL 9010

La cucina bianca è una scelta molto diffusa, questo colore contribuisce a rendere gli ambienti anche di dimensioni ridotte o orientati a nord visivamente più ampi e luminosi e trasmette senso di igiene e pulizia.

Scegliere una cucina RAL 9010 significa optare per una soluzione intramontabile e assicurarsi allo stesso tempo un ambiente dall’atmosfera calda e accogliente come ci si aspetta da un luogo deputato alla convivialità.

Perfetti gli abbinamenti con colori caldi come marrone, rosso, giallo e rosa in tutte le loro sfumature. Se desiderate invece creare una cucina che giochi con l’effetto optical è consigliabile optare per una tonalità di bianco tendente al crema o all’avorio come RAL 9001 o RAL 1015.

RAL 9010 per le porte

Molto spesso i serramenti vengono scelti in bianco RAL 9010 in quanto questa tonalità può valorizzarne l’aspetto e stile in abitazioni dove predominano colori caldi come il beige, il giallo, il rosso e pavimenti in parquet chiaro.

In case dove prevalgono colori freddi e particolarmente accesi alternative al RAL 9010 possono essere il RAL 1013, un bianco simile all’avorio, e il RAL 9002 un bianco tendente al grigio.


Pareti RAL 9010

La scelta del RAL 9010 per dipingere le pareti di casa è piuttosto comune e nella maggior parte dei casi vincente.

Questa tonalità di bianco caldo si adatta bene a ogni tipo di stanza a prescindere dal suo orientamento e può contribuire a creare un’atmosfera calda e intima a patto lo si abbini a toni neutri o ai caldi colori della terra.

RAL 9010 o RAL 9016?

Il RAL 9010 identifica il colore bianco puro che ricorda vagamente la tonalità del latte mentre il RAL 9016 è il bianco traffico che ricorda quella del gesso.

Rispetto al RAL 9016, il RAL 9010 appare più caldo e di conseguenza può essere più facilmente inserito in ogni ambiente domestico senza il rischio di creare una stanza dall’atmosfera troppo asettica.

I codici colore RAL 9010

Lo scopo dei codici colore è consentire una corretta e precisa individuazione di ogni tonalità a prescindere dallo standard e dal sistema usato.

Questo consente di individuare in maniera univoca il RAL 9010 o qualsiasi altro colore nelle più diverse scale.

RAL 9010 codice RGB

Il modello RGB individua ogni colore in base alla sua somma di luminosità di rosso, verde e blu e il codice RGB del colore RAL 9010 è 241, 240, 234.

RAL 9010 codice HEX

Il modello HEX o esadecimale definisce i colori su web e il codice HEX del RAL 9010 è: #f1f0ea

RAL 9010 codice CMYK

Il modello CMYK, spesso chiamato anche quadricromia, viene utilizzato per la stampa e si basa sull’impiego di 4 inchiostri ciano, magenta, giallo e nero. Il codice CMYK del RAL 9010 è 0, 0, 5, 0.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close