Camerette

Cameretta a soppalco, la soluzione per piccoli spazi

Guida alla scelta della cameretta a soppalco

La cameretta a soppalco è una soluzione smart dell’architettura d’interni contemporanea.  Andiamo a conoscere il mondo delle camerette a soppalco, una guida per ogni situazione, con qualche consiglio per realizzare la cameretta più adatta ai bambini.


Una esigenza sempre più forte

Le case moderne sono sempre più piccole, gli spazi interni vanno gestiti in maniera attenta perché ogni metro quadro di appartamento può essere sfruttato, grazie alla architettura d’interni che sempre più si concentra in progettare e sviluppare soluzioni d’arredo adatte al vivere moderno.

Le famiglie di oggi sono per lo più composte da due adulti e 1 o al massimo 2 bambini: è la media nazionale e per questo che il mercato immobiliare è florido nel campo delle compravendite di appartamenti di metrature medio basse, tra i 70 e i 120 metri quadri.

Ciò vuol dire che l’arredatore deve consigliare tutti i trucchi necessari per ottimizzare gli spazi, iniziando dal living spesso aperto, cucine che fungono da soggiorni, camere da letto che diventano anche spazi per il lavoro e lo smart working, camerette che per liberare più spazio possibile al gioco si sviluppano in soppalchi davvero creativi.

Cosa è una cameretta a soppalco

Le camerette a soppalco sono una soluzione sempre più ricercata e desiderata da chi non possiede un appartamento di ampia metratura, o comunque da chi vuole utilizzare al massimo lo spazio a disposizione nella cameretta dei figli.

La cameretta a soppalco è di solito composta da una unica struttura costruita in legno o cemento o acciaio  che accoglie un letto nella parte superiore, facilmente raggiungibile da una comoda scala.

La scala di accesso, a differenza dei letti a castello, è comoda e facilmente praticabile sia da adulti sia da bambini piccoli, di solito larga circa 40 cm e composta da cassetti a scomparsa.


yen1

La struttura a soppalco di solito accoglie nella parte inferiore un guardaroba, oppure un secondo letto, oppure la scrivania e la libreria, ottimizzando così tutti gli spazi della camera.

Altre volte invece la cameretta a soppalco si compone di una struttura che accoglie nella parte alta la zona studio e nella parte bassa i letti e l’armadio.



Ma vediamo come progettare la cameretta a soppalco, salvaspazio e dal design moderno.

Come progettare la cameretta a soppalco

Per decidere di sfruttare ogni piccolo spazio della cameretta a soppalco vi consigliamo di rivolgervi a un rivenditore specializzato proprio in camere da letto per bambini o ragazzi.

La loro esperienza rende la progettazione della cameretta molto facile e sapranno di certo dare soluzioni vantaggiose per ogni situazione.

Perché riuscire ottimizzare lo spazio è un’opera di progettazione attenta, che punta all’organizzazione precisa di ogni metro quadrato disponibile.

  • La progettazione della stanza dei bambini deve contenere spazi destinati al gioco, oltre che al riposo, e mobili di facile utilizzo e facilmente utilizzabili.
  • La stanza di uno o più ragazzi invece deve offrire una ampia zona dedicata allo studio, ben organizzata e moderna e aree della stanza destinate alle relazioni, ad accogliere amici e compagni, e l’area riposo ben delineata nella stanza.

Nelle camerette per i figli poi non va dimenticato spazio per i propri hobby, per i video game e la tv e per tutto ciò che delinea la personalità e le esigenze dei ragazzini di oggi.

Come realizzare un soppalco in casa


Perché si sceglie la cameretta a soppalco

Le camerette a soppalco sono una soluzione funzionale, utile e e pratica per chi ha problemi di spazio.

Il soppalco è una struttura che viene utilizzata dai designer di interni proprio per sfruttare  a pieno lo spazio interno delle camere da letto e spesso anche del soggiorno, soppalcando ad esempio librerie e tavoli da pranzo.

Obiettivo di un soppalco è dunque quello di

  • ottimizzare gli spazi
  • arredare con gusto moderno e funzionale
  • offrire massimo comfort anche in ambienti piccoli
  • garantire ordine e organizzazione

In commercio esistono soluzioni davvero brillanti che possono coniugare sapientemente tutte queste necessità, per la felicità di genitori e figli.

Ma vediamo come scegliere la cameretta a soppalco facendo un po’ di chiarezza.

Differenza tra cameretta a soppalco e a ponte

Se si cerca la soluzione salvaspazio per la cameretta da letto ci si trova ad un bivio:

Vediamo quale è la differenza tra le due soluzioni.

In entrambe i casi, infatti, l’obiettivo è quello di sfruttare tutto lo spazio disponibile, utilizzando tutta l’altezza, nel rispetto del design e della sicurezza.

La cameretta a ponte

Le camerette con soluzioni a ponte si compongono di un’armadiatura lineare o angolare che si sviluppa in altezza e accoglie al suo interno 1,2 anche 3 letti.


Camerette a ponte
Esempio di cameretta a ponte

Molto indicata per bambini piccoli, ma si sono diffuse anche come soluzione nelle camere matrimoniali. Esistono principalmente due tipi di ponte:

  • a ponte lineare, adatta a chi deve sfruttare un ambiente lungo e stretto e per un solo letto. L’armadio verrà a coprire la parete e accoglierà il letto singolo.
  • a ponte ad angolo per chi può sfruttare lo spazio in una camera quadrata con due pareti accessibili e per più di un letto. In questo caso l’armadio occuperà tutto un angolo e sarà decisamente più capiente. I letti si troveranno in differenti disposizioni, a secondo del numero di bambini.

Lo spazio sotto ad entrambe le tipologie di ponte, può essere sfruttato per posizionare un letto, due letti e perfino tre letti.

La camera a ponte matrimoniale invece è formata da un armadio lineare o angolare a volte accessoriato anche di libreria o comodini che accoglie un letto matrimoniale di dimensioni standard.

Cameretta a soppalco

La cameretta a soppalco invece è una soluzione strutturale salvaspazio perché andrà a modificare la struttura stessa della camera, ottimizzandone ogni centimetro.

La struttura del soppalco va progettata dopo un attento studio della superficie disponibile, non è un fai da te.

La parte soppalcata può accogliere uno o due letti oppure può ospitare la zona studio o gioco. La progettazione del soppalco apre a un mondo di soluzioni più o meno pratiche che hanno come obiettivo quello di sfruttare lo spazio a favore delle necessità del bambino o del ragazzo.

La struttura viene costruita a misura in legno e travi in acciaio per garantire piena sicurezza a chi abita la stanza. Sono strutture concepite per essere facilmente fruibili e funzionali alle proprie esigenze.

La soluzione a soppalco è versatile e lascia spazio alla piena creatività dell’arredatore.


Tutti i tipi di cameretta a soppalco

Il mercato vastissimo dei produttori di mobili per ragazzi propone diverse tipologie di camerette a soppalco che vanno da camere per singolo letto a camere per 3, 4 posti letto, in ambienti più o meno piccoli, rettangolari o quadrati.

Le camerette a soppalco possono essere:

  • lineari
  • ad angolo
  • scorrevoli

Soppalco lineare

Si tratta di una cameretta che prende spunto dall’idea di letto a castello. I letti, quindi, sono disposti uno sopra l’altro, magari non in perfetta linea, e di solito sono affiancati da un armadio o dalla zona studio.

Scalini formati da cassettoni portano al piano superiore.

È indicato per camerette lunghe e strette, per un letto o al massimo due. Utilizzare una sola parete lascia la possibilità di sfruttare tutto il resto della stanza, a piacimento.

Soppalco ad angolo

La scelta del soppalco angolare è indicata nei casi di camere piccole ma quadrate, per una coppia di bambini. La struttura viene eretta su due pareti adiacenti e il letto inferiore può essere disposto parallelamente all’altro o in posizione trasversale.

La scala per raggiungere il secondo letto è normalmente realizzata con cassettoni a scomparsa, di facile accesso.

Soppalco scorrevole

Il soppalco trasversale è l’evoluzione moderna del design di interni: il soppalco scorrevole è montato su ruote e avanza a centro stanza solo quando serve.

E’ una struttura moderna e dalle mille funzionalità che si sposta per dare spazio ad uno o altra attività.


Sono camerette progettate per sfruttare ogni metro della camera e solitamente puntano ad accogliere due o più bambini. Sono strutture dotate di ogni sistema di sicurezza, da poter vivere con assoluta tranquillità.

  • In genere il letto superiore si muove per dare spazio alla struttura inferiore composta di libreria o armadio o scrivania.
  • Le scale che permettono l’accesso alla parte superiore sono di solito composte da cassetti porta oggetti.

Camera a soppalco per adulti

Le camere con soppalco non sono solo destinata ad accogliere bambini o ragazzi, ma esistono e sono sempre più diffuse anche delle soluzioni per le camere da letto di adulti.

Il motivo è ovviamente la scarsa superficie domestica disponibile e il bisogno di sfruttare ogni spazio a disposizione sia per dormire comodamente sia per svolgere le proprie attività quotidiane come studio, hobby e tempo libero, smart working.

La camera a soppalco è perfetta per chi vivie in ambiente piccolo e non vuole rinunciare a praticità, funzionalità e comfort.

I vantaggi

Scegliere di acquistare una cameretta a soppalco ha diversi vantaggi

  • sfrutta a pieno lo spazio
  • permette di condividere una unica stanza per più figli
  • anche per chi ha molti figli
  • mantiene ordine e praticità
  • il design è moderno e accattivante sia per bambini sia per ragazzi
  • è una scelta versatile e componibile: sono camere che possono adeguarsi alla crescita e alle nuove esigenze dei bambini

Gli svantaggi

Oltre a vantare molti vantaggi, la scelta di progettare nella cameretta una soluzione a ponte ha aanche qualche svantaggio che va valutato con attenzione.

Prima di tutto bisogna.

  • considerare l’altezza dell’altezza: le case hanno di norma un’altezza di 270 cm. per non rischiare di risultare soffocante sarebbe consigliabile costruire un soppalco con una altezza minima di 300 cm.
  • valutare l’accesso al letto: non sottovalutare l’uso quotidiano delle scale! bisogna che queste siano comode e sicure per i bambini ma anche per gli adulti che vivono la stanza.
  • che sia semplice e fruibile: a volte la struttura è troppo complessa e a lungo andare tende a divenire poco ospitale. La camera deve essere semplice e confortevole e permettere anche che si possa pulire e sistemare con facilità.

Camera a soppalco: quanto costa

Il settore dell’arredamento d’interni vanta una vasta gamma di arredatori specializzati proprio in camerette per bambini e negli ultimi anni il boom è proprio quello della progettazione di camere a soppalco.


Nella realizzazione della cameretta per i figli non bisogna badare a spese, soprattutto nel nome di sicurezza e qualità delle materie prime utilizzate.

Le camerette a soppalco hanno un prezzo che va dai 1000 di composizioni già pronte con misure standard ai 6000 euro di strutture progettate ad hoc, e può crescere ancora ovviamente. È difficile dare una stima perché le variabili sono tante:

  • la dimensione
  • la quantità di letti
  • i materiali richiesti
  • gli accessori

Quindi consigliamo di affidarvi ad un mobiliere o una azienda di arredamento e design che studierà il miglior progetto a misura e formulerà il giusto preventivo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button