Colori caldi da abbinare nell’arredamento di casa

I colori caldi evocano la passione e le emozioni forti: ecco come abbinarli nell’arredo dell’abitazione.

L’effetto dei colori sulla mente umana è davvero potente ed esiste una scienza, la cromoterapia, che si occupa proprio di questo. È molto interessante difatti scoprire come i colori possono determinare gli stati d’animo e anche le decisioni che si prendono nel corso della giornata.

Colori caldi

In particolare, la cromoterapia divide i colori caldi dai colori freddi. I colori caldi sono le tinte energetiche, passionali e che appartengono ai range dei rossi, dei gialli e degli arancioni.

Queste tinte si contrappongono ai colori freddi, ovvero il blu e il verde in tutte le loro declinazioni. Una parentesi merita di essere aperta per quanto riguarda il viola, un colore che comprende una porzione di colori caldi, ovvero il rosso, e una porzione di colori freddi determinata dal blu.



I colori caldi nell’arredo

La scelta dei colori nell’arredo, nella definizione dei tessili, delle pareti e degli accessori ha un valore molto forte, coinvolge la psiche delle persone e determina l’ambiente nel suo complesso.

La scelta dei colori caldi, secondo la cromoterapia, è legata alla volontà di avere disposizione più energia, vitalità e passione nella vita di ogni giorno.

Ecco che i colori caldi nell’arredo vengono di base prescelti per definire tutte le aree giorno, quindi la cucina, il living, le aree dedicate allo svago e le sezioni comuni. I colori caldi svolgono, in questo caso, una funzione rivitalizzante e aiutano le persone a riscoprire il buonumore, grazie al loro effetto vitaminico.




I colori freddi per l’arredo

Al contrario, le tinte fredde quindi il blu e il verde nelle loro varie declinazioni, vengono consigliate per le aree destinate al riposo e al relax, quindi le camere da letto, le aree studio e i bagni.

In queste sezioni il corpo e la mente hanno, infatti, bisogno di rilassarsi e di predisporsi al riposo, quindi le tinte fredde in contrapposizione ai colori caldi svolgono al meglio questa funzione.

colori caldi per la casa

Come scegliere i colori caldi in casa

I colori caldi possono essere scelti per dipingere le pareti, per definire il mobilio, ma l’applicazione più semplice e intercambiabile interessa sicuramente i tessili e i complementi.

Il rosso vivo può, ad esempio, essere impiegato per definire il divano, nel rivestimento così come nei cuscini. Mentre l’arancione e il giallo possono essere sfruttati per le tende o nella definizione di alcuni complementi d’arredo.

Ciò che conta, nella composizione, è scegliere colori caldi che siano vicini ai propri gusti e alle proprie aspettative, senza esagerare. Si tratta difatti di colori saturi che, se vengono inseriti in quantità troppo abbondanti, possono rischiare di aumentare l’aggressività e l’iperattività degli abitanti.

La scelta migliore si basa quindi su un dosaggio calibrato delle tinte, che permette di giocare con questi colori passionali senza esagerare. L’importante è costruire un’immagine piacevole, energetica e vitale del proprio stile d’arredo.

Colori nell’arredo

Per l’arredo della casa e l’accostamento dei colori, potrebbero essere utili anche queste guide:

Outbrain
{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento