Come scegliere le tende per interni per la vostra casa, tessuti, soluzioni e colori

Tende per interni: andiamo alla scoperta di tutti i suggerimenti ed i consigli su come scegliere le tende per la casa, elemento molto importante del vostro arredamento.

Chi si occupa di interior design lo sa bene: le tende per interni sono un elemento essenziale di ogni stanza. Sono in grado di cambiare l’aspetto degli ambienti con la loro semplice presenza, se scelte correttamente.


Le tende per interni possono definire lo stile di un’abitazione, grazie alla loro composizione e al loro colore.

Inoltre

  • proteggono dalla luce
  • mantengono la privacy all’interno della casa
  • svolgono una funzione di “divisione” tra spazi interni e adiacenti spazi esterni.
Tende per interni casa

Tende per interni casa: ecco tutti i nostri consigli

L’aspetto di una stanza può infatti peggiorare drammaticamente se le tende vengono scelte senza cognizione di causa.

Questa piccola guida su come scegliere le tende per la casa vi sarà di aiuto per non sbagliare e per ottenere il meglio in ogni stanza. È tutta una questione di tipologia di tessuto, lunghezza e larghezza e colore.

Come scegliere le tende per interni: i tessuti migliori

Le tende sono quindi indispensabili nell’arredamento della vostra casa e, in quanto tali, chiedono di essere preferite di ottima qualità.

Il materiale in cui sono realizzate avrà una grande importanza nella scelta delle stesse. Perché? È il tipo di tessuto che stabilisce la funzionalità delle tende e la loro durata nel tempo. Inoltre, un tessuto troppo leggero rischia di non cadere bene, mentre un tessuto troppo pesante crea l’effetto opposto.


Leggete anche il nostro speciale sulle tende moderne di design e sulle tende a pannello

Va considerato anche il risultato che si vuole ottenere: se le tende hanno una funzione prettamente estetica non sarà necessario un tessuto che schermi la luce. Mentre per delle tende funzionali sarà essenziale che il materiale sia in grado di oscurare un ambiente.

La seta, il lino e il velluto sono le scelte migliori per le tende, soprattutto quelle lunghe. Un materiale scamosciato o del tweed sono invece perfetti per oscurare perfettamente le stanze e per isolare dal freddo. Questi tessuti vanno scelti da chi abita in montagna o in luoghi con un clima freddo.

tende interni

La scelta migliore, se si amano le tende in tessuto, consiste nel preferire le fibre naturali, quali il cotone, la canapa e il lino.

Oltre ad essere antibattericheantipolvere, le fibre naturali assorbono l’umidità in eccesso nell’ambiente, rilasciandola a piccole dosi. Esse sono inoltre traspiranti, facili da lavare e salubri da toccare.

Scegliere le tende per la casa: la lunghezza e la larghezza delle tende

Le tende per le finestre possono essere della stessa lunghezza del vetro o circa metà della sua lunghezza, mentre le tende lunghe dovrebbero arrivare a toccare il pavimento.

Gli arredatori suggeriscono di appendere le tende più in alto della finestra per dare una percezione di maggiore altezza alle stanze. 15 centimetri sopra la finestra sono la misura standard.

Le tende lunghe devono essere più larghe della finestra, perché ci dovrà essere del tessuto extra quando saranno chiuse. Tuttavia non devono essere troppo larghe o ci sarà troppo tessuto e aggiungerà pesantezza eccessiva.

Eccovi il nostro speciale per scegliere al meglio la lunghezza delle tende


Scegliere il giusto colore per le tende

Il colore è molto importante nel procedimento di selezione delle tende. Bisognerà decidere se di desidera che la tenda spicchi, che sia in armonia con il colore delle pareti o in netto contrasto con esso.

Per un look sofisticato, le tende saranno della stessa tonalità delle pareti o qualche tono più scure (o chiare). Per un’esplosione di colore, si potranno scegliere tende di un colore acceso, in contrasto con tutto il resto dell’arredamento.

Al contrario, per un richiamo sottile, si potrà puntare sul colore degli accessori della stanza in questione. Se i mobili, i tappeti e le decorazioni sono stampati sarà meglio puntare su tende a tinta unita. Se lo stile dei mobili è invece classico, senza decorazioni, andranno bene anche delle tende stampate.

Suggerimento: scoprite anche le tende provenzali ed i loro colori ma anche le tende shabby

Non bisogna dimenticare che la luce del sole tenderà a scolorire le tende nel tempo. Ecco perché i colori accesi andranno evitati in una stanza esposta a sud, o sbiadiranno ben presto. Se le tende verranno cambiate spesso, però, non ci sarà da preoccuparsi di questo problema.

Tende per finestre piccole

Se si amano le soluzioni minimal, è possibile preferire le tende a rullo, le quali mantengono inalterata la forma e sono molto pratiche da aprire grazie alle apposite leve. Il grado di copertura, in ogni caso, dipende dalla trama del tessuto e dal colore, in quanto le tende scure coprono ovviamente in modo più incisivo.

Se l’ambiente presenta delle dimensioni minute è sempre meglio preferire delle tende da interni chiare, magari doppiate. Se l’ambiente è ampio c’è la possibilità di giocare con le cromie, in quanto lo spazio non chiede di essere ulteriormente ingrandito.

Come scegliere le tende per la casa: le Tende a rullo

tende per interni: le Tende a rullo

In questi casi è possibile pensare all’inserimento di tende per interni particolari, quali le veneziane o le proposte in filo.

Queste ultime hanno subito un’evoluzione importante e, da elemento d’arredo cult degli anni ’80, si sono trasformate in raffinati elementi d’arredo, a dir la verità anche piuttosto costosi. L’effetto scenografico è comunque garantito, soprattutto se le tende a filo sono scelte in colori particolari quali il bronzo o l’argento.


Come scegliere le tende per la casa: le tende a filo

Tende per interni: le tende a filo

Consigliate nel caso di ambienti piccoli anche le tende a pacchetto.

Qualsiasi sia la scelta nei tessuti e nei colori, è importante creare un’armonia tra i tendaggi dell’abitazione, dalla cucina fino al bagno, passando per le camere da letto.

  • Se viene prediletta una palette di nuance è importante portarla avanti con decisione, al fine di evitare stacchi cromatici troppo intensi.
  • Agendo in questo modo, le tende diventano protagoniste di una triplice funzione. Difatti riescono a proteggere, decorare e ad assicurare equilibrio a tutta la casa con la loro presenza.

Le diverse arricciature delle tende

Passiamo infine a conoscere un aspetto davvero interessante del mondo delle tende da interni: le arricciature. L’arte della tappezzeria sta purtroppo lentamente scomparendo. Tuttavia esistono ancora laboratori artigianali che si occupano di confezionare le tende in modo diverso e particolare, seguendo i classici canoni del settore.

Si tratta di tecniche affascinanti, che interessano soprattutto l’arricciatura superiore delle tende e che quindi generano il risultato finale nella sezione del palo che le sostiene.arricciatura tende da interni

Tipologie di arricciatura

Scopriamo assieme quali sono i diversi tipi si arricciatura delle tende:

  • Piega fissa: il tessuto viene fissato con un sistema di pieghe piuttosto ampio e fermato con una cucitura inferiore.
  • A bastoncino: si tratta dell’arricciatura più classica, che crea un sistema di pieghe morbide e regolari.
  • Nido d’ape: il tessuto viene cucito ad arte per creare delle piccole forme geometriche nella sezione di raccordo con il bastone, che crea un tipico effetto ad alveare.
  • Sfondo piega: le cuciture della sezione di raccordo sono due, quindi viene creata una doppia fascia parallela al bastoncino. La piega viene comunque mantenuta rigida.
  • Piega fissa con laccetti: la piega si rivela fissa, ma viene arricchita di laccetti sulla sezione esterna della piega. Si tratta di una arricciatura molto scenografica e adatta ai tendaggi dal sapore country e rustico.
  • Ventaglio: può essere eseguita a due o tre pieghe, ovvero viene creata una cucitura che genera una forma a ventaglio sulla sezione di raccordo con il palo.
  • A calice: la piega lascia un rabbocco di tessuto che crea in eccesso una forma a calice.
  • A occhioli: queste arricciature presentano gli occhielli tra i quali viene passato il bastone che sorregge le tende. Gli occhioli possono essere metallici oppure con cucitura rafforzata. Possono creare a loro volta una piega a calice oppure presentarsi nella forma a mazzolino, che raccoglie del tessuto e lo tiene unito all’altezza dell’occhiolo stesso.

Ogni arricciatura dispone di un fascino diverso e può essere impiegata per valorizzare sia le tende stesse che per esaltare lo stile imperante all’interno dell’abitazione.

Le arricciature più semplici, come la piega fissa e lo sfondo piega sono infatti adatte a soluzioni di arredo minimal ed essenziali. Mentre le soluzioni a calice e con occhioli si rivelano più scenografiche, abbondanti e spesso appositamente ridondanti.

Queste ultime sono quindi adatte ai tessuti corposi e ben si adattano ad un inserimento in ambienti classici o arredati con gusto retrò, rustico o new romantic.

Tutto sulle tende

Ecco altri suggerimenti per la scelta delle vostre tende:

{ 0 comments }

KIWANI DOLEAN

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento