Speciale Illuminazione interni con tanti consigli pratici e foto di esempi

Ecco la nostra guida su come progettare al meglio l’illuminazione interni in casa, evitando spiacevoli errori e orientandosi verso soluzioni di design con un occhio anche ai consumi energetici.


L’illuminazione degli interni è un aspetto peculiare e unico di ogni abitazione. La luce è parte fondante dell’arredamento e della funzionalità di una casa.

La disposizione dei punti luce

Non sempre si ha la possibilità di poter sfruttare a pieno la luce naturale del sole con grandi finestre che lasciano penetrare i raggi direttamente in casa.

Per questo una buona disposizione dei punti luce è il modo migliore per sopperire ad una scarsa luminosità.

Oggi in commercio esistono diverse soluzioni, dai faretti ai led, dalle lampade ai lampadari o alle applique.




Illuminazione interni: le tipologie di luce

È importante anche saper scegliere il giusto tipo di luce, che può essere fredda o calda.

  • La luce fredda emana difatti un fascio di luce molto chiaro, che oscilla dal bianco al blu.
  • La luce calda invece è più giallognola, tendente all’arancione, quindi più accogliente ed adatta a ricreare una piacevole atmosfera in casa.

Illuminazione interni: consigli per non sbagliare

Quando non ci si affida ad un esperto, spesso il desiderio di creare effetti scenografici con le luci rischia di produrre risultati pacchiani. Per non sbagliare, è bene seguire alcune regole fondamentali:

  • non esagerare: basta posizionare i punti luce nei giusti angoli per illuminare bene una stanza. Piazzare faretti e lampade da tavolo qua e là, senza alcuna logica, potrebbe creare solo l’effetto opposto, stancando gli occhi.
  • Non mescolare le luci: in uno stesso ambiente è bene che la temperatura di colore della luce sia sempre uguale. Se avete scelto una luce calda, evitate di aggiungere una lampadina a luce fredda. Attenzione anche all’uso smodato di luci colorate.
  • Direzionare la luce: sui piani di lavoro della cucina, sul tavolo della sala da pranzo o sulla scrivania, la luce deve essere sempre diretta e mai dietro le spalle. Al contrario puntare un faretto su un mobile laccato o sullo schermo della tv, produrrà solo un fastidioso effetto riflettente.
  • Diversificate i watt: la potenza di illuminazione di una stanza in cui si lavora, come la cucina o uno studio, non può essere la stessa di un ambiente in cui normalmente ci si rilassa. Per questo motivo evitate di posizionare lampadine con troppi watt in camera da letto, nella cameretta dei bambini e nel living.

Consiglio: non perdetevi lo speciale sull’Illuminazione cucina: tutti i nostri esempi pratici, foto e consigli.

Soluzioni di illuminazione di design

Una volta chiari gli errori da non commettere nella progettazione dell’illuminazione d’interni, si può passare a valutare l’acquisto di specifici componenti. La scelta in questo caso può essere dettata dal design.

Lampada Flos di Achille Castiglioni

Per uno stile sobrio e minimal, la lampada Flos a sospensione è proprio l’ideale.




  • Realizzata da Achille Castiglioni, sulla rielaborazione di un progetto steso da Pio Manzù, questa lampada presenta pochi elementi strutturali.
  • Si compone difatti un sottile tubicino di metallo lungo cui scorre il filo.
  • Il portalampada è davvero essenziale e può essere regolato in funzione della direzionalità della luce.

illuminazione interni lampada Flos

Plafoniera Cromo a spirale

Per un lampadario dal design moderno, la plafoniera a spirale Cromo si adatta a qualsiasi ambiente, illuminando in maniera omogenea.
  • Consigliato anche in stanze ampie, fornisce la giusta quantità di luce con il suo design impeccabile e originale.
  • Ha una potenza di 24 watt e le sue dimensioni sono 54,8 x 52,2 x 6,4 cm.
illuminazione interni

Lampadario Create For Life®

Un altro interessante lampadario di design è il modello Create For Life®, che può essere scelto nella variante bianco caldo o bianco freddo. 
  • Ha un LED da 36 watt e la sua lunghezza può essere regolabile.
  • Si installa in ambienti diversi, dalla cucina al living o in ufficio. Con la sua forma ondulata e gradevole, di certo non passerà inosservato.
  • Le misure sono 105 x 20 x 20 cm.
illuminazione interni

Illuminazione interni: soluzioni a basso consumo

L’illuminazione di interni va a braccetto con le nuove tecnologie di lampadine a basso consumo.

I designer si dimostrano sempre più attenti alle esigenze di risparmio economico, ad un ridotto impatto ambientale, e alle novità tecnologiche che permettono di ottenere numerosi effetti luminosi con un basso consumo.

Illuminare coniugando bellezza e consumi ridotti è più semplice di quel che si creda.

Tutti desiderano che la propria casa venga illuminata in modo efficiente ma vogliono anche l’eleganza di lampade di design a buoni prezzi.




I nuovi modelli per l’illuminazione sono tanti, ma sempre più il fil rouge che li accomuna è la consapevolezza di avere bassi consumi e rispetto per l’ambiente grazie a materiali eco-sostenibili e lampadine a risparmio energetico.

luci arredo5

Quindi illuminare bene uno spazio è possibile anche senza che ciò vada ad incidere sui costi. I designer contemporanei si rivelano essere particolarmente attenti a queste tematiche, pur non rinunciando mai alla creatività e al gusto.

POTREBBE INTERESSARE: I faretti a LED: tutti i prezzi e i modelli più recenti

Nell’arredo di una casa l’uso sapiente di lampade a sospensioneapplique e abat-jour possono conferire al risultato un notevole effetto finale, enfatizzando particolari o la visione d’insieme.




Anche la scelta dei faretti permette di ottenere – sia in interno che esterno – incredibili giochi d’illuminazione.

luci arredo6

Lampadine a basso consumo

La maggioranza dei dispositivi di illuminazione presenti sul mercato prevedono l’impiego di lampadine basso consumo sia a fluorescenza che a tecnologia LED. Potrete così sbizzarrirvi in soluzioni luminose e cromatiche differenti in ogni stanza della vostra abitazione.

Potete trovare tantissimi tipi di lampadine e prodotti per l’illuminazione domestica nell’ormai storico negozio di Torino, casadellelampadine.it, con un occhio anche al risparmio ed al rispetto dell’ambiente.

luci arredo3




Le lampadine a fluorescenza

Questa tipologia ha come vantaggio primario il ridotto livello di raggi infrarossi e ultravioletti oltre all’evidente risparmio energetico.

Questo tipo di lampadine sono disponibili con differenti livelli e tonalità di luce.

Anche le forme della lampadina stessa possono essere diverse per adattarsi meglio al tipo di lampadario in cui andranno inserite.

Per giocare con l’intensità e il colore della luce, infatti, si fa uso di una luce calda (tendente al giallo) o fredda (bluastra) – e si misura in gradi Kelvin (°K) – che permette di ottenere diversi effetti scenici.

luci arredo2

Illuminazione interni: la scala Kelvin di intensità della luce




Le lampadine a LED

Questa lampadine invece illuminano con grande intensità ma risparmiando sulla bolletta dell’energia elettrica e durano moltissimo.

La recente tecnologia ne ha anche abbassato il prezzo, e sono particolarmente apprezzate dai designer, perché emettono una luce molto plasmabile.

Creano diverse atmosfere, anche modificabili a seconda delle esigenze, essendo dimmerabili.

Il LED inoltre è applicato sia a lampadine che a faretti che a strisce luminose sottili e anche flessibili.

luci arredo4

Arredare con la luce di design senza avere un impatto troppo importante sui costi è molto più semplice sia per i professionisti che per chi sceglie in autonomia i propri dispositivi di illuminazione.

Altre idee di illuminazione interni

 Per saperne di più sul tema luci e lampade per la casa, ecco le nostre guide:
Outbrain
{ 0 comments }

ALESSIA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.