Lampade

Lampada da scrivania: come scegliere quella che fa per te

Caratteristiche e parametri da considerare per fare l’acquisto migliore

Speciale lampada da scrivania. Una guida utile dove analizziamo tutte le caratteristiche e gli elementi da prendere in considerazione per acquistare la lampada da tavolo più giusta per le tue esigenze di studio e lavoro. Sempre con un occhio al design di qualità.


Cos’è e a cosa serve

Conosciuta anche come lampada da tavolo, è un complemento fondamentale da disporre direttamente presso la tua postazione di lavoro, in ufficio o a casa. Si trova di solito accanto al computer o al sottomano. Non deve deve essere troppo ingombrante ma, al tempo stesso, deve garantire una efficace illuminazione, senza affaticare gli occhi.

Essendo un oggetto destinato a rimanere in bella vista, la lampada da scrivania va considerata come un vero e proprio pezzo d’arredo, ecco perchè oltre alle funzionalità vanno valutate anche le sue caratteristiche estetiche.

Lampada da scrivania: caratteristiche

Vediamo allora come scegliere la migliore lampada da scrivania analizzando i vari fattori da considerare.

Lampadina

Elemento indispensabile. Sceglietene una con una potenza tra i 40 e i 60 Watt, capace quindi di illuminare in modo ottimale la superficie interessata senza però dare fastidio agli occhi.

Ne esistono di vario tipo:

  • a incandescenza: ha una durata di 1 000 ore ed è estremamente delicata
  • fluorescente: può durare all’incirca 10 000 ore. La resa dei colori non è accuratissima
  • alogena: consuma parecchia energia e ha una durata di sole 3.000 ore
  • a LED: con una durata di oltre 50.000 ore si rivela inoltre la scelta più ecologica

Esistono anche i modelli colorati.


Tipo di luce

Possiamo distinguere tra lampade:

  • a luce diretta, che illuminano una porzione specifica del piano da lavoro
  • a luce diffusa, che illuminano in maniera più diffusa contribuendo a creare un’atmosfera rilassante e soffusa

La scelta dipende dall’utilizzo che se ne intende fare.

La norma europea EN 12464-1 raccomanda una differenza massima da 1 a 3 tra la zona meno illuminata della scrivania e quella che riceve il maggior apporto di luce.



È possibile fare una ulteriore distinzione tra:

  • illuminazione calda, che crea un’atmosfera accogliente, favorendo lo scambio e il dialogo
  • illuminazione fredda, da preferire in ufficio poiché mantiene i colori inalterati e favorisce la concentrazione.

Intensità della luce

Corrisponde alla potenza in Watt della lampadina ed è influenzata dalla presenza o meno di un rivestimento. Anche in questo caso, la scelta varia in base all’utilizzo del caso specifico.

Alimentazione

Quasi tutti i modelli sono alimentati dalla rete elettrica, ma esistono modelli con alimentazione USB, molto utili per chi lavora al PC.

Consumo energetico di una lampada da tavolo

La lampada da scrivania è in funzione diverse ore al giorno: consigliabile sceglierne una a basso consumo.

Paralume

Importante tanto quanto la lampadina. Gli elementi da valutare sono:

  • capacità di filtrare la luce
  • dimensioni: dovrebbe ricoprire per due terzi l’ampiezza del portalampada
  • estetica: sceglietene uno con fantasie che si addicano con il resto dell’arredamento della stanza

Materiali

I materiali più utilizzati per realizzare una lampada da scrivania sono:


  • plexiglass: trasparente come il vetro ma infrangibile
  • alluminio: molto resistente e leggero
  • policarbonato: economico e di buona qualità
  • vetro: prediletto per i prodotti di design
  • ottone: per i modelli più classici e tradizionali

Dimensioni

Elemento da considerare insieme allo spazio dove la lampada andrà posizionata e alle dimensioni del tavolo da lavoro.

Design

Oltre ai gusti prettamente personali, va comunque tenuto conto lo stile di arredamento che caratterizza la stanza in cui la lampada andrà ad inserirsi, in modo che si integri in maniera armoniosa.

Indicativamente possiamo dire che le lampade in ottone richiamano un design vintage, mentre quelle in alluminio, policarbonato o plexiglass si prestano meglio in un ambiente moderno e contemporaneo.

Lampada da scrivania: tipologie

Vediamo ora quali sono le varie tipologie.

Da appoggio

Si posiziona direttamente sulla scrivania e quindi necessita di uno spazio adeguato. L’interruttore si può trovare sulla base, dietro il diffusore, oppure sul filo elettrico. Spesso la luce è direzionabile.

A pinza o a morsetto

Ideale per gli spazi ridotti, si aggancia con una pinza o un morsetto a vite sul bordo del piano di lavoro. Alcune possono addirittura essere fissate all’angolo dello schermo del computer. Il raggio di luminosità è di solito ridotto.

Con USB

Munita di una porta USB integrata, consente di collegare e ricaricare qualsiasi dispositivo: smartphone, tablet, macchina fotografica digitale etc…

Con braccio articolato

Modello flessibile dotato di braccio articolato o testa orientabile da direzionare in base alle necessità.

Ad asta telescopica

Munita di asta allungabile, è molto pratica soprattutto se integrata a funzioni quali rotazione od orientamento della fonte luminosa.


Ad intensità regolabile

Permette di regolare a piacimento la luminosità.

Con funzioni smart

La tipologia più moderna che può essere connessa in rete e grazie alle funzioni Smart può essere accesa o spenta con comandi vocali. Programmabili anche l’orario di accensione e spegnimento.

Lampada da scrivania: i modelli in commercio

A questo punto ti proponiamo la nostra lista di quelli che riteniamo tra i migliori prodotti in commercio.

Aukey: lampada da scrivania a LED

Indicata per lo studio e per il lavoro al pc grazie alla possibilità di poterla regolare sia in altezza che inclinazione. Dotata di porta USB per ricaricare dispositivi elettronici.

Dispone inoltre di un comodo timer per attivare lo spegnimento automatico che garantisce ulteriore risparmio energetico.

OxyLED: lampada LED con morsetto

Ideale per chi non ha a disposizione un piano d’appoggio ampio. Grazie al morsetto la si può posizionare dove si preferisce in qualsiasi punto della scrivania. È dotata di collo in silicone flessibile, 2 livelli di luminosità (alta e bassa) e 3 colori diversi per garantire un’ottima visibilità.

OMERIL

Perfetta per chi deve studiare perché è dotata di 3 diversi livelli di illuminazione e di una luce che non affatica la vista. Il collo della lampada è regolabile a 360°.


È possibile attivare anche la luce calda per utilizzarla come lampada da notte.

TOMONS

Realizzata interamente in legno naturale ha un braccio che può essere posizionato come risulta più comodo. Design contemporaneo adattabile a tutti gli ambienti.

Buono il rapporto qualità/prezzo.

Lampada da scrivania di Reality Leuchten

Composta da un elegante paralume in tessuto di colore bianco che filtra la luce in modo soffuso, crea un ambiente confortevole ed accogliente. Esteticamente è un modello molto elegante e raffinato. Proprio per tali caratteristiche è più un prodotto esclusivamente d’arredamento, meno indicato per lo studio o per il lavoro.

Luce smart Philips Lighting Iris

Modello che è possibile connettere ai sistemi Alexa e Google Assitent per impartire alla lampada comandi vocali. La sua forma ovale, moderna ed elegante, consente di spostarla facilmente o di posizionarla in un angolo o su una mensola


TaoTronics IT TT-DL13

Modello con braccio orientabile, permette di scegliere tra diverse temperature della luce e di regolare la luce scegliendo tra 7 livelli di intensità. Dotata di USB per ricaricare i dispositivi.

Fabrisuber Since 1977 Churchill

Perfetta per un ambiente classico ed elegante, si tratta di una riproduzione molto fedele e ben fatta del classico modello d’antiquariato.

Ottone e vetro soffiato i principali elementi a vista, così come la catenella che serve per accendere e spegnere la luce.

Ikea Jansj? Led

Dal design minimale, è dotata di un tubo flessibile che le consente di assumere qualsiasi posizione si desideri per regolare il fascio luminoso.

Funziona collegandosi alla corrente elettrica e il cavo in dotazione è molto lungo.

Nonostante sia solo una lampadina di piccole dimensioni è in grado di rischiarare molto bene.

Altri consigli di illuminazione

Per sapere come illuminare al meglio la vostra casa, ecco alcune schede da leggere subito:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close