Illuminazione living: i consigli e le soluzioni più intelligenti

Tutto quello che bisogna sapere sull’Illuminazione living per creare ambienti luminosi e di grande effetto. Eccovi la nostra guida.

Chi si appresta a definire l’illuminazione di casa deve pensare con attenzione alla disposizione delle luci in funzione dello spazio.

Tutto dipende dall’uso che facciamo della stanza: sarà diversa la luce necessaria nell’angolo dedicato al consumo dei pasti, da quella prevista per la zona relax.

Mentre durante il giorno è possibile sfruttare la luce naturale, nei giorni invernali e nelle serate un sistema di illuminazione intelligente può davvero fare la differenza.

Si può rendere l’ambiente più bello, vivibile ed accogliente.




illuminazione living

Illuminazione living: fondamentale per l’arredamento della vostra casa

Illuminazione living: il punto luce primario

La prima scelta interessa il punto di luce primario, che può essere costituito da una lampada a sospensione centrale oppure da una piantana dalle grandi dimensioni.

Come illuminare il tavolo da pranzo

In questo caso un’attenzione particolare va spesa nei confronti del tavolo da pranzo. Se esso è presente nel living, il sistema di illuminazione principale deve obbligatoriamente essere posizionato al centro, per garantire la giusta quantità di luce durante il consumo dei pasti.

Vietato utilizzare in questo caso delle lampadine colorate, che andrebbero ad alterare la percezione delle portate servite a tavola.

Se la soluzione interessa questa disposizione ogni altro punto di illuminazione si rivela accessorio. Può essere realizzato con applique a parete o con lampade mobili dalle dimensioni minori.




Il living senza tavolo da pranzo

Se il tavolo da pranzo non è integrato al living, il sistema di illuminazione si presenta più libero da vincoli. In questo caso tutto dipende dalla scelta stilistica degli abitanti, che possono valutare di introdurre un unico elemento a sospensione nel centro della stanza, il buon vecchio lampadario centrale.

In alternativa si può preferire un sistema di illuminazione alternativo, eseguito mediante piantane dal lungo braccio o con un sistema di faretti direzionali, anche montati su fili metallici.

faretti per illuminazione living

L’organizzazione dell’illuminazione

In ogni caso, il sistema di illuminazione del living deve presentarsi multiplo, quindi annoverare un punto luce primario e altri complementari.

Nei momenti di vita comune, il punto luce primario sa illuminare l’ambiente, mentre nei momenti di relax esso può essere spento, a favore dell’impiego dei punti luce secondari.




Mentre si guarda un programma alla tv, si legge un libro o semplicemente si riposa sul divano, la luce può risultare più soffusa e quindi più piacevole per gli abitanti. Bisogna sempre fare attenzione a non puntare il fascio di luce direttamente sul divano.

Altro punto non trascurabile è la possibilità di integrare questi sistemi di illuminazione allo stile della stanza. Oggi in commercio è possibile spaziare da soluzioni moderne e dall’anima industrial a modelli romantici e dal tocco shabby. Non mancano poi i sistemi caratterizzati da elementi stilistici classici ed eleganti.

lampada illuminazione living

Illuminazione living e consumi

Il sistema di illuminazione intelligente per il soggiorno deve presentarsi a basso consumo, quindi preferibilmente alimentato a luci LED.

La scelta di lampade alogene o di neon può risultare utile nel caso di punti luce particolari. Il LED dona la possibilità di poter contare su una luce chiara con un bassissimo consumo energetico.




Per queste ragioni è possibile scegliere di inserire la tecnologia in ogni sezione dell’illuminazione domestica. La bolletta si scoprirà più leggera e la lampade potranno regalare una durata molto elevata nel corso del tempo.

Altri consigli di illuminazione in casa

Scopri come organizzare l’illuminazione in funzione dei vari ambienti:

{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.