Come scegliere il colore delle pareti della cucina con la cromoterapia

Come scegliere il colore della cucina? la cromoterapia ci può aiutare in questa scelta di arredamento, scopriamo insieme come.

Colori pareti cucina: la cucina è la stanza dove la cromoterapia può davvero sbizzarrirsi, in quanto si tratta di un luogo conviviale, che richiede energia ma che, al contempo, può giocare con tinte che evocano anche tranquillità e meditazione.

Tutto dipende dalla volontà degli abitanti, che scegliendo certi colori nella definizione delle pareti e del mobilio possono ottenere speciali effetti legati alla cromoterapia.

Colori pareti cucina

Colori pareti cucina: bella e molto calda questa cucina rossa

 

Cromoterapia e arredamento della cucina: la scelta dei colori giusti

Vediamo quindi come scegliere il colore della cucina, quali sono i colori giusti per arredare la cucina e come possono agire le varie tinte sugli umori degli abitanti, cominciamo dal rosso.



Rossa o arancione

Una cucina rossa o arancione è una cucina attiva, creativa ma anche energeticamente satura.

  • Questa scelta cromatica può rivelarsi adatta a chi naturalmente ha bisogno di stimoli e che quindi necessita di essere inserito in un ambiente vivace e cromaticamente esuberante.
  • I colori saturi come il rosso, il giallo e l’arancione stimolano certamente l’appetito, ma al contempo aumentano l’aggressività
  • Prestiamo attenzione nel dosarli e, se non ce la sentiamo, optiamo per tinte più polverose e meno accese, come il giallo senape, l’arancione seventy e il rosso più scuro.

cucina azzurra

Blu o azzurra

Una cucina che si ispira ai toni acquatici è una cucina fresca e leggera.

Queste tinte possono essere scelte se gli abitanti hanno necessità di rilassarsi e se cercano pace e armonia all’interno dell’ambiente.

Il blu e l’azzurro non sono colori che stimolano particolarmente l’appetito, in quanto:




  • si tratta di tinte più spirituali
  •  la loro scelta si rivela ideale se si desidera impiegare la cucina con attenzione, magari in presenza di persone che vivono delicate situazioni legate al cibo.

cucina verde

cucina marrone

Verde o marrone

Il verde è un colore molto impiegato nelle cucine e nella decorazione delle pareti di questo ambiente.

La ragione va ricercata nella sua veste naturale, nel suo potere evocativo della freschezza e anche nel suo buon rapporto con la stimolazione dell’appetito.

La stessa regola vale per il marrone, colore caldo che si lega alla terra e quindi ai suoi frutti portati in tavola.




Verde e color marrone chiedono però di abbandonare le tinte elettriche e di concentrarsi in versioni più dolci e boschive, per dare vita ad ambienti più rilassanti e tranquilli.

cucina viola

Colori pareti cucina: il viola, perchè no 😉

Analizziamo, infine, un colore che viene troppo poco impiegato in cucina e che invece potrebbe regalare molte soddisfazioni a chi lo sceglie.

Si tratta del viola, e delle sue sfumature, come ad esempio il lilla.

Il viola è il colore della spiritualità, ma si trova nel, mezzo tra la forza del rosso e la serenità del blu, per cui sa unire la pace della tinta acquatica e la potenze del colore rosso, dando vita ad una stanza energeticamente ideale.




cucina bianca

Colori pareti cucina: il bianco è molto luminoso

Bianca

Che dire, infine, del colore bianco, un non colore eletto per la cucina dalla notte dei tempi?

Il bianco si rivela come un buon passe partout per la cucina, ma energeticamente si rivela neutro.

Chi lo sceglie fa una scelta che non porta ne benefici ne problemi all’ambiente, regalando però piaceri estetici che sanno sorpassare questo aspetto ed eleggerlo a tinta ideale per questo fondamentale ambiente della casa.

Altri consigli per la cucina

Se la nostra guida su come scegliere il colore della cucina grazie anche alla cromoterapia vi è piaciuta, eccovi altri spunti per la scelta dei colori negli altri ambienti della casa:

Outbrain
{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.