Cucine: la categoria per aiutarvi ad arredarla

Guida all’acquisto del lavello da cucina, consigli per scegliere il migliore

Tutto su materiali, dimensioni, prezzi e stile

Tutto sul lavello da cucina: è molto più di un semplice accessorio: è il luogo dove si svolgono numerose attività quotidiane, dalla preparazione dei cibi al lavaggio delle stoviglie. La scelta del giusto lavello è dunque cruciale per definire lo stile e la funzionalità della cucina. Esaminiamo insieme i materiali più indicati, le dimensioni, i costi cercando anche di rispondervi alle domande più frequenti per orientarvi verso una scelta ottimale.

Lavello da cucina

Vi daremo anche una nostra selezione dei migliori lavelli in acciaio inox, resina e ceramica con indicazioni su misure, prezzi e caratteristiche.

Cosa valutare nella scelta

I lavelli per la cucina sono l’area  dedicata al lavaggio degli alimenti e delle stoviglie.

Si tratta di un complemento che deve essere scelto in base all’effettiva necessità degli abitanti e anche in base agli spazi disponibili in cucina.

Ecco  i punti da tenere in considerazione per la scelta:

  1. Dimensione del Piano di Lavoro: Il lavello deve adattarsi al piano di lavoro disponibile. Assicurati di lasciare spazio sufficiente per la preparazione degli alimenti e per altri elettrodomestici o accessori da cucina.
  2. Vostre abitudini in cucina: se cucinate spesso o avete una famiglia numerosa, un lavello più grande o a doppia vasca potrebbe essere più funzionale. Considerate anche se avete bisogno di spazio aggiuntivo per posare piatti e pentole o per alimenti da sciacquare.
  3. Dimensione delle Stoviglie: se utilizzate frequentemente pentole grandi o teglie, assicuratevi che il lavello sia abbastanza profondo e ampio da ospitarle per la pulizia.
  4. Tipo di Installazione: la scelta tra un lavello da incasso, da appoggio o sottotop può influenzare le dimensioni disponibili. I lavelli sottotop, ad esempio, richiedono un bordo di supporto sotto il piano di lavoro.
  5. Ergonomia: la profondità del lavello dovrebbe permettervi di lavare i piatti senza doverti inclinare eccessivamente, prevenendo così affaticamento alla schiena.
  6. Spazio Sottolavello: considera lo spazio disponibile sotto il lavello per l’installazione delle tubature e per eventuali bidoni della spazzatura o sistemi di filtraggio dell’acqua.
  7. Estetica: la dimensione del lavello dovrebbe essere proporzionata al design complessivo della cucina e agli altri elementi, come gli elettrodomestici e gli armadi.
  8. Budget: la dimensione influisce anche sul costo. I lavelli più grandi o con caratteristiche speciali possono essere più costosi.

Che tipi di lavello da cucina esistono

Esistono diversi tipi di lavelli da cucina, ognuno con le proprie caratteristiche e vantaggi, progettati per adattarsi a varie esigenze e stili di cucina. Eccone alcuni dei più comuni:

  • A vasca singola: ideali per cucine più compatte o per chi preferisce una grande vasca unica per lavare stoviglie ingombranti o alimenti di grandi dimensioni.
  • A doppia vasca: perfetti per chi ama il multitasking in cucina, permettendo di lavare o sciacquare in una vasca mentre l’altra è occupata. Alcuni modelli offrono vasche di dimensioni differenziate per una maggior flessibilità.
  • Con gocciolatoio: dotati di una superficie aggiuntiva per far sgocciolare le stoviglie o per tenere alimenti durante la preparazione. Questa tipologia unisce funzionalità ed efficienza, mantenendo l’acqua in eccesso lontana dal piano di lavoro.
  • Da appoggio: facili da installare, si posano direttamente sul piano di lavoro e si adattano a diversi stili di cucina, dal classico al moderno. I bordi visibili possono diventare un elemento decorativo.
  • Sottotop: questo tipo di lavello offre una finitura elegante e moderna, con il bordo del lavello che si trova al di sotto del piano di lavoro, facilitando la pulizia e creando una continuità visiva nella cucina. È una scelta molto popolare per le cucine moderne.

Mono o doppia vasca?

Una delle decisioni più importanti da prendere è se optare per una o due vasche.

Se una abitazione è vissuta da una o due persone, il lavello può essere mono vasca e di contenute dimensioni.

Una famiglia di quattro persone può avere bisogno di un lavello più capiente, magari doppia vasca e dalle dimensioni maggiori.

La scelta che interessa i materiali e l’estetica dipende molto dal gusto e anche dal contesto della cucina.

Con gocciolatoio o senza?

Se non avete pensili in cucina attrezzati con lo scolapiatti, forse è meglio preferire un modello con gocciolatoio.

A filo del top o sopratop

Un’altra decisione importante da prendere è se optare per un lavello filotop o invece scegliere un modello sovratop.

  • I filotop sono più belli a livello estetico, dato che  non hanno giunzioni e ben si adattano ad una cucina modenra High Tech.
  • I lavello sovratop invece trattengono meglio eventuali schizzi di acqua

Che misure, dimensioni ha un lavello da cucina

Tipicamamente il lavello viene inserito in una cucina componibile, quindi dovrete scegliere un modello ad incasso che collimi con la base forata sul vostro piano di lavoro della cucina.

Le dimensioni del lavello devono essere proporzionate allo spazio disponibile e alle esigenze personali.

Dovrete verificare bene le misure, tipicamente i modelli in commercio hanno comunque queste caratteristiche:

  • Per cucine piccole, un lavello singolo da 45 cm può essere sufficiente,  un lavello troppo piccolo può rendere scomoda la pulizia di pentole grandi, mentre uno troppo grande può occupare spazio prezioso.
  • In spazi più ampi, un lavello doppio da 60-80 cm offre maggiore comodità.
  • La profondità tipicamente è cinquanta, ma si arriva anche a 60 centimetri, un valore della vasca che consente di contenere la maggior parte delle pentole da cucina in commercio.

Ecco i range medi per le varie combinazioni possibili (Lunghezza x Profondità X Altezza, valori in centimetri).

  • Per un lavello con vasca unica senza piano di scolo: si prevedono 56 x 55 x 18. Se scegliere anche il piano di scolo invece sarà tipicamente 70 x 50 x 18
  • I modelli con vasca doppia invece tipicamente hanno queste dimensioni: 82 x 64 x 25

Per chi ha bisogno di ancora più spazio, esistono lavelli con vasche aggiuntive o con gocciolatoi integrati.

Le dimensioni influenzano anche il confort d’uso: un lavello troppo piccolo può rendere scomoda la pulizia di pentole grandi, mentre uno troppo grande può occupare spazio prezioso.

L’altezza e la larghezza variano in base al modello, se  lavello standard a 2 vasche o vasca unica, con o senza piano di scolo.

Che materiali sono usati per un lavello da cucina

Ogni tipo di lavello può essere realizzato in diversi materiali, come acciaio inox, ceramica, granito o quarzo, ognuno con particolari vantaggi in termini di durabilità, manutenzione e estetica.

La scelta può influenzare notevolmente il comfort e lo stile della vostra cucina, quindi è importante considerare attentamente le vostre abitudini in cucina e l’aspetto generale desiderato.

Cominciamo con elencare i principali materiali sul mercato, ideali per estetica e resistenza

  • Acciaio Inox: uno dei materiali più popolari, è apprezzato per la sua durabilità e facilità di pulizia. Resistente alla corrosione e alle alte temperature, si adatta a ogni stile di cucina, da quelle moderne a quelle più tradizionali.
  • Ceramica: offre un look classico che non passa mai di moda. È resistente ai graffi e alle macchie, ma può essere vulnerabile agli urti forti. Perfetta per cucine shabby chic o country.
  • Granito Composito: Materiali come il fragranite o il silgranit sono composti da un mix di granito e resine acriliche, che lo rendono resistente agli urti e ai graffi. Disponibile in una vasta gamma di colori, si adatta a design contemporanei e minimalisti.
  • Pietra Naturale: marmo, granito e ardesia sono scelte lussuose che aggiungono prestigio alla cucina. Ogni lavello in pietra è unico, con venature e sfumature irripetibili, ma richiede manutenzione per preservare la sua bellezza naturale. Ecco ad esempio il nostro speciale sul top cucina in granito.
  • Quarzo: quelli realizzati in questo materiale sono una combinazione di quarzo naturale e resine, che li rende estremamente duri e resistenti. Sono disponibili in una varietà di finiture e possono imitare l’aspetto di materiali naturali.
  • Laminato: Una soluzione economica che può emulare l’aspetto di altri materiali. Non è resistente come l’acciaio o la pietra, ma permette di ottenere un design accattivante a un prezzo accessibile. Ve ne abbiamo già parlato per i top cucina in laminato.

Alcuni materiali come i metalli l’acciaio e la resina offrono un’estetica più moderna e sono anche più resistenti ed antigraffio.  I lavelli in pietra o in ceramica offrono  invece un’allure più rustica e romantica.

Vediamone brevemente i pro e i contro.

Chi ricerca un elemento resistente, robusto ed esteticamente neutro può affidarsi all’acciaio inox, materiale pressoché indistruttibile che regala un’estetica classica alla cucina e non richiede una particolare manutenzione nel corso del tempo.

Alcuni modelli più modern sono realizzati in materiali come resine acriliche, pietra naturale a frammenti (ad esempio marmo o quarzo). Sono molto resistenti ed antibatterici.

Quanto costa un lavello da cucina: prezzi medi per dimensioni e materiali

Eccovi una tabella indicativa della gamma di prezzi  acciaio inox, ceramica, granito e quarzo, divisi per dimensioni piccole, medie e grandi.

Materiali Dimensioni Piccole Dimensioni Medie Dimensioni Grandi
Acciaio Inox €100 – €200 €200 – €300 €300 – €500
Ceramica €150 – €250 €250 – €400 €400 – €600
Granito €200 – €350 €350 – €500 €500 – €750
Quarzo €250 – €400 €400 – €550 €550 – €800

Ma quali sono i migliori prodotti ? cominciamo dai lavelli in ceramica.

Lavelli per la cucina in ceramica

Abbiamo selezionato tre soluzioni di lavelli in ceramica scelti fra le versioni mono vasca, per comprendere le loro caratteristiche e farsi un’idea sulla tipologia di materiale e sul costo: scopriamoli assieme.

Ikea DOmsjo

Migliori lavelli per la cucina
Migliori lavelli per la cucina: da ikea la proposta domsjo

La prima scelta è una economica proposta IKEA.

Si tratta del lavello Domsjo lavello ikea, una soluzione mono vasca che ha le misure di 62X66X18.3 di altezza.

Facile da inserire in ogni cucina grazie a suo design minimale e alla forma decisamente rassicurante. Il tappo per lavello e il sifone sono inclusi nel prezzo e sono realizzati in metallo, mentre la predisposizione per la rubinetteria ed i rubinetti è di tipologia mono foro. Questo modello viene proposto al costo di circa 150 euro.

Kenny and Mason

La seconda proposta fra lavelli per la cucina in ceramica ecco una bella soluzione Kenny and Mason.

Il modello KMPW1002 realizzato in ceramica dalle forme molto arrotondate, quindi ideale per le cucine di tipologia classica e country.

lavelli per la cucina rusitici

Si tratta di un lavello privo di predisposizione per la rubinetteria, quindi ideale per essere incastonato in cucine dove è prevista una muratura oppure una porzione di parete adibita all’alloggio del rubinetto.

Il costo varia dalle misure proposte può essere richiesto presso i punti vendita specializzati. Kenny and Mason. In questo caso è adeguata stilisticamente la scelta dei rubinetti in ottone.

Duravit Vero

La terza scelta fra lavelli in ceramica è una soluzione Duravit Italia e si chiama Vero.

lavelli per la cucina duravit veroMono vasca, Vero di Duravit è disponibile in tante varianti di misura e presenta linee molto semplici ed essenziali.

Duravit Vero - Lavabo rettificato vero 50 x 38 cm con troppopieno bianco
Prezzo: 279,37 €
compra su amazon class=
Prezzi aggiornati il 23-04-2024 alle 6:22 AM.

Lavelli per la cucina in acciaio

I lavelli in acciaio inox presentano anche una buona economicità e sono disponibili nelle classiche versioni ad una vasca, a due vasche e anche nella proposta con sgocciolatoio integrato.

Per ovviare al problema delle macchie d’acqua, alcune aziende propongono delle leghe speciali di acciaio, le quali si presentano più facili da pulire e da mantenere brillanti.

Un bell’esempio è la versione satinata del metallo, la quale si mantiene bella più a lungo e apporta un’estetica meno glossy alla cucina.

Vediamo quali sono i migliori lavelli in acciaio inox per la cucina, scelti per le loro caratteristiche funzionali e anche per la ricerca nel design.

Venezia di Apell

La prima fra le nostre scelte dei migliori lavelli in acciaio inox per la cucina è il modello Venezia di Apell a doppia vasca. Si tratta di un lavello per cucina realizzato in acciaio inox spazzolato ad incasso, dotato di sgocciolatoio laterale posizionato nel lato destro.

Presenta una larghezza di 116 cm e una profondità di 21 cm e viene proposto al costo di circa 120 euro.

Rieber 72010945

La seconda proposta fra i migliori lavelli in acciaio inox per la cucina è la soluzione Rieber 72010945 – Lavello E 86 plus set , la quale si rivela particolarmente piacevole nel design.

Si tratta di un lavello per cucina in acciaio:

  • realizzato con una vasca
  • affiancato da un capiente sgocciolatoio dalla bella scanalatura,
  • dotato di tagliere e di sistema di pulizia Lieber.

Ha dimensioni 89,2 x 50,4 x 23,6 cm, quindi si rivela decisamente profondo e attrezzato per affettare e lavare gli alimenti in tutta semplicità.

Viene proposto al prezzo di circa 80 euro.

E 86 K, 72010901 di Rieber

La terza fra le proposte dei migliori lavelli da cucina in acciaio inox è una soluzione molto semplice nel design. Si tratta della proposta E 86 K, 72010901 di Rieber, un lavello in acciaio inox dedicato a chi dispone di una cucina moderna e dai tratti essenziali.


Il modello viene venduto con le guarnizione e con lo scolatoio incluso e presenta un costo davvero accessibile, circa 35 euro.

E’ un lavello per la cucina in acciaio satinato molto semplice, non eccessivamente profondo e ideale per gli ambienti più ridotti.

Lavelli per la cucina in resina

Come abbiamo anticipato la  resina è un materiale di ultima generazione che si rivela particolarmente adatto a chi presenta una cucina dai tratti moderni e necessita di un complemento resistente e facile da pulire.

La resina è infatti atossica, facilissima da gestire e si può considerare antigraffio se scelta di buona qualità. Dal punto di vista estetico, la resina è plasmabile in mille e più modi e anche il ‘tocco di colore’ può essere facilmente prodotto impiegando vernici e pigmenti di ogni tipologia.

Vediamo quindi quali sono i migliori lavelli in resina per la cucina scelti per il loro design e per loro buon rapporto fra qualità e prezzo.

SK 116C2 (BK) HA di Hotpoint

La prima scelta dei migliori lavelli in resina per la cucina è la proposta SK 116C2 (BK) HA di Hotpoint, un lavello molto raffinato realizzato con due vasche e ad alta percentuale di quarzo. Si tratta di un lavello particolarmente resistente alle alte temperature che presenta le ampie misure di 116×51 cm e che si rivela ideale per chi ricerca complementi dal gusto minimal ed essenziale.


Lithos di Schock

La seconda scelta fra i migliori lavelli in resina per la cucina è una soluzione molto interessante che arriva da AZ Group. Si tratta del modello Lithos di Schock realizzato in Cristalite +, uno speciale agglomerato di quarzo facile da pulire, fotoresistente e antibatterico.


La forma del lavabo in resina si presenta molto classica, in quanto è dotato di doppia vasca e di un coerente sgocciolatoio. Il catalogo propone molte combinazioni nelle misure e anche nelle proposte di colore, per dare vita ad una soluzione ideale per ogni tipologia di cucina.

Lil116 2 di Nardi

La terza fra le nostre scelte dei migliori lavelli in resina per la cucina è la soluzione Lil116 2 di Nardi.
Si tratta di un lavabo in resina molto carino, lineare nella sua forma e quindi adatto alle cucine classiche, ma anche agli ambienti che offrono un pizzico di modernità in più.

lavelli per la cucina in resina
Migliori lavelli per la cucina in resina: la soluzione Lil116 2 di Nardi

Il lavello è trattato con ioni d’argento, una caratteristica che evita la formazione di cattivi odori, vanta due vasche e uno sgocciolatoio realizzato in rame, quindi si rivela perfetto per chi ricerca un lavello in resina salubre e dal design ricercato.

Domande frequenti

Spazio ora alle vostre domande per questo fondamentale componente della vostra cucina.

Quale materiale è il più resistente per un lavello?
L’acciaio inox e i materiali composti come il granito composito sono tra i più resistenti e facili da mantenere.

Come scegliere la dimensione del lavello?
Valutate lo spazio disponibile nella cucina e il vostro stile di vita. Se cucinate spesso e avete bisogno di lavare oggetti ingombranti, considerate un lavello più grande o a doppia vasca.

I lavelli in ceramica si macchiano facilmente?
La ceramica moderna è trattata per resistere alle macchie, ma alcuni alimenti o sostanze possono ancora lasciare segni se non rimossi tempestivamente.

Posso tagliare direttamente sul lavello in granito composito?
Nonostante la resistenza di questi materiali, è sempre consigliabile usare un tagliere per proteggere il lavello e mantenere affilate le lame dei vostri coltelli.

Quale è il lavello più facile da pulire?
L’acciaio inox e i materiali compositi non porosi sono generalmente i più semplici da mantenere puliti, richiedendo solo un pannoumido e un detergente neutro.

Come posso mantenere il mio lavello in pietra naturale?
La pietra naturale richiede una pulizia regolare con prodotti non aggressivi e possibilmente una sigillatura periodica per prevenire l’assorbimento di liquidi e la formazione di macchie.

Lavelli da appoggio o sottotop: quali sono le differenze?
I lavelli da appoggio si installano sopra il piano di lavoro e sono circondati da un bordo visibile. I lavelli sottotop sono montati al di sotto del piano di lavoro, creando una superficie continua e facilitando la pulizia.

Quanto spazio dovrei lasciare dietro il lavello per il rubinetto?
Generalmente, si consiglia di lasciare almeno 5-7 cm tra il bordo posteriore del lavello e la parete per installare comodamente il rubinetto e garantire una sufficiente mobilità.

Conclusioni sulla scelta del lavello per la cucina

Quando dovete scegliere questo componente fondamentale per la vostra cucina, è importante considerare non solo l’aspetto estetico, ma anche la praticità e la durabilità nel tempo. I materiali, le dimensioni e il tipo di installazione sono fattori chiave che influenzeranno la vostra esperienza quotidiana in cucina.

Eccovi come di consueto una tabella finale per aiutarvi nella scelta.

Materiale Estetica Resistenza Manutenzione
Acciaio Inox Moderno/Universale Alta Bassa
Ceramica Classico Media-Alta Media
Granito Composito Moderno/Variegato Alta Bassa
Pietra Naturale Prestigioso/Unico Media-Alta Alta
Quarzo Elegante/Versatile Alta Bassa
Laminato Accessibile/Personalizzabile Bassa Media-Alta

 

Altre idee per la cucina

Tanti approdondimenti da leggere prima di scegliere la vostra nuova cucina ed i suoi accessori.

Rossella Vignoli

Sono laureata in architettura presso la facoltà di Architettura di Genova e sono appassionata di soluzioni di arredamento di interni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio