Cucine Febal: prezzi e modelli consigliati

Le cucine Febal spaziano dal classico al contemporaneo, accontentando un po’ tutti i gusti di chi decide di ristrutturare casa.

Le cucine Febal si sono sempre distinte sul mercato grazie alla loro versatilità e alla qualità dei componenti. In particolare le cucine componibili hanno contribuito alla diffusione del brand anche all’estero.

Nato nel 1959 a Pesaro, il marchio Febal diventa nel 2009 Febal Casa e viene acquisito dal Gruppo Colombini di San Marino.

Febal da sempre è attenta all’innovazione e ha introdotto in tutte le sue cucine le ultime novità del settore:

  • piani di lavoro rivestiti con laminati antigraffio e impermeabili, quarzo, marmo, vetro, granito, okite, piastrellati ceramici, corian, acciaio inox e resine acriliche;
  • cerniere soft ad effetto decelerante;
  • cestoni e cassetti estraibili con chiusura frenata e rulli che ne attutiscono il rumore.

Andiamo a scoprire adesso quali sono i modelli di punta di questa grande azienda.

Cucine Febal: Marina 3.0

Marina 3.0, firmata dal designer Alfredo Zengiaro, è una versione rivisitata e contemporanea di un grande cult. Ad impreziosire questa nuova cucina Febal ci sono alcune importanti novità che dirottano lo stile verso l’industrial.




Cucine Febal: modello Marina 3.0

Cucine Febal: modello Marina 3.0

I nuovi dettagli vedono l’ingresso di alluminio nero, champagne e finiture titanio. Compaiono le maniglie Brooklyn e le vetrine Garage che creano giochi di luce nella zona di lavoro. I colori disponibili spaziano nelle varie tonalità, dando la possibilità di creare forti contrasti.

Cucine Febal modello Marina 3.0

 

Il monoblocco in laminato, personalizzabile nelle sue caratteristiche, aumenta di spessore, si parla di ben 15 centimetri che assicurano una buona resistenza.




Cucine Febal Marina 3.0

La linea Marina viene pensata per gli spazi aperti, dove cucina e soggiorno si fondono su un unico spazio. Gli elettrodomestici scompaiono nelle colonne, dove le ante si presentano prive di colle e giunzioni grazie ad una nuova tecnologia applicata sui bordi.

Cucine Febal: La Certosa

Un altro classico intramontabile torna alla ribalta: il modello La Certosa. Questo stile tradizionale richiama le atmosfere di un tempo, quando si cucinava per grandi tavolate dove si riunivano le famiglie, magari davanti al fuoco di un caminetto.

Cucine Febal modella La Certosa

Cucine Febal modella La Certosa

La Certosa, con le sue ante in legno massello di castagno e le rifiniture naturali o tinte noce, è un inno al connubio tra stile provenzale e country.




Cucine Febal La Certosa

Disponibile in vari colori: verde, azzurro, panna, giallo, blu e rosso mattone, da cui si intravedono le venature del legno.

Cucine Febal La Certosa

Giocando con i materiali, i modelli e i colori di alcune componenti, come la cappa, si possono combinare diversi effetti per alleggerire l’effetto classicheggiante. La cucina è stata disegnata da Silvano Del Guerra.

Cucine Febal: Volumia

Sempre di Alfredo Zengiaro, la cucina Volumia è pensata per tutti coloro che amano i grandi spazi e la praticità. Le basi sono state aumentate a 84 cm di altezza e lo zoccolo a 6 cm. La parola d’ordine è recuperare e sfruttare più spazio possibile.




Cucine Febal modello volumia

Cucine Febal: modello Volumia

Le maniglie classiche lasciano spazio alle gole, creando ante lisce molto più agevoli per le operazioni di pulizia. Le colonne possono essere personalizzate con cassetti e vani che arricchiscono i moduli a giorno.

cucine febal volumia

Se lo spazio lo consente, le stesse colonne possono trasformarsi in pareti divisorie, per creare due zone all’interno della cucina o del living.

cucine febal volumia




Volumia appartiene alla linea System 22, caratterizzata dalla presenza di ante dello spessore di 22 mm, per garantire una maggiore robustezza.

Cucine Febal prezzi e catalogo

Per ricevere maggiori informazioni sui prezzi e sui modelli di cucine Febal, ecco il link ufficiale da dove poter scaricare il catalogo:

Scoprite anche i nostri suggerimenti per arredare la vostra cucina:

{ 0 comments }

ALESSIA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?