ProgettazioneRistrutturazioni

Piano in marmo per la vostra cucina: elegante e raffinato ma poco funzionale

Caratteristiche, tipologie, pro e contro, prezzi

Guida alla scelta del piano cucina in marmo. Da sempre sinonimo di eleganza, il marmo è un materiale pregiato in grado di impreziosire qualsiasi spazio.

Grazie alle sue intrinseche caratteristiche, rende luminoso l’ambiente in cui si trova. Molto spesso viene usato per realizzare i piani lavoro per la cucina. E grazie alle tantissime tipologie esistenti e le numerose cromie, è possibile trovare quello giusto per qualsiasi cucina, indipendentemente dallo stile.
Ma il top di una cucina, oltre ad essere bello deve rispondere anche a determinate specificità. Quali sono le caratteristiche del marmo? È abbastanza resistente? Si graffia o si sporca con facilità?
Andiamo a scoprire più nel dettaglio le caratteristiche di un piano in marmo cucina per essere sicuri di fare la scelta più giusta.


Piano in marmo cucina: caratteristiche

Sinonimo di eleganza, il marmo è un materiale pregiato che impreziosisce qualsiasi ambiente. In passato, veniva non a caso utilizzato per la realizzazione di palazzi di lusso ed opere di grande valore.

Resistente agli urti e alle abrasioni, oggi viene spesso impiegato per la realizzazione del piano cucina.

Considerando tutte le sue caratteristiche (vedi più sotto i pro e i contro) il marmo in cucina è la scelta giusta per chi non ama molto cucinare e sfruttare il piano lavoro, ma vede più la cucina come un ambiente da mettere in mostra e dove ricevere anche gli ospiti. Un esempio classico è quello di una cucina open-space.

Marmo: materiale e tipologie

Il marmo è una pietra sedimentaria naturale formatasi attraverso un processo di cristallizzazione metamorfico in cui le rocce sedimentarie sono entrate in contatto con il carbonato di calcio e si sono trasformate in cristalli di calcite.

Le tipologie esistenti di marmo sono numerosissime e variano per provenienza, colore e trama. Il colore del marmo è determinato dalla presenza di impurità minerali (limo, sabbia, argilla, ossidi di ferro).


Ecco una lista dei marmi più diffusi:

  • arabescato
  • botticino
  • bianco di Carrara
  • rosso Levanto
  • di Vezza
  • occhialino
  • portoro
  • di Trani
  • di Candoglia
  • di Chiampo
  • perlato di Sicilia
  • Royal Coreno

Piano in marmo cucina: pro e contro

Il marmo è senza dubbio una pietra di gran pregio e alta qualità. Analizziamo le sue caratteristiche suddividendole tra pro e contro in modo tale da avere un quadro completo delle sue proprietà.

Vantaggi

  • Robusto
  • Resistente a urti e abrasioni
  • Resistente al calore
  • Esteticamente molto bello, dona un valore aggiunto all’arredo
  • Ha un indice di rifrazione basso: riflette la luce che penetra al suo interno donando una particolare luminosità all’ambiente in cui è situato
  • Lunga durata nel tempo
  • Versatile: si adatta sia in contesti classici che moderni

Svantaggi

E dopo tante belle proprietà, passiamo ora ad elencare i contro di un piano cucina in marmo:



  • Molto poroso (anche dopo essere trattato con prodotti specifici che ne aumentano l’impermeabilità, tale caratteristica rimane)
  • Si sporca facilmente
  • Non è impermeabile
  • Molto sensibile all’azione dell’acido citrico e di altre sostanze acide
  • Si può graffiare
  • Sensibile agli shock termici che possono provocare crepe
  • Costoso
  • Non possibile l’installazione fai da te

In definitiva, possiamo concludere dicendo che il marmo è bello da vedere ma poco funzionale. Ecco perchè può essere la scelta ideale per chi non ama molto stare ai fornelli ed utilizza poco la cucina.

Piano in marmo cucina: finiture

Le finiture del marmo sono fondamentalmente due:

  • opaco, più informale
  • lucido, più elegante e raffinato

Piano in marmo cucina: pulizia

Trattandosi di un materiale poroso, non appena ci cade sopra qualcosa, è bene pulirlo subito onde evitare che rimanga macchiato.

Non servono prodotti particolari: acqua tiepida e un detergente neutro non aggressivo vanno benissimo.

In caso di macchie particolarmente ostinate, si può utilizzare una soluzione preparata con 4 cucchiai di alcool denaturato e 1/2 litro di acqua tiepida.

Ricordare sempre di utilizzare il tagliere e spugne non abrasive per non graffiarlo, e i sottopentola (il calore può creparlo o alterarne il colore).


Piano in marmo cucina bianco

Il marmo bianco proviene da rocce calcaree prive di impurità. Il più diffuso è quello ricavato dalle Alpi Apuane di Carrara.

Un esempio è il modello Cherry Gold Edition di Febal Casa, una cucina componibile in marmo bianco di Carrara che coniuga tradizione e innovazione, con raffinati giochi di volumi e finiture.

Piano cucina in marmo nero

Estremamente elegante e raffinato, il marmo nero è l’ideale in ambienti contemporanei e minimalisti. Ma, se ben progettato, può inserirsi bene anche in contesti rustici, ad esempio abbinato ad una cucina con pavimento in cotto o soffitto con travi a vista.

In ogni caso, l’abbinamento cromatico migliore è con il bianco; ad esempio, top cucina in marmo nero e arredo bianco. Le venature chiare fanno da “collante cromatico” tra i vari elementi.

Sublime l’accostamento con accessori di acciaio, come la rubinetteria.

Per creare il giusto accoppiamento, oltre al colore bisogna inoltre tener conto delle finiture:

  • lucido ha un effetto più sofisticato
  • opaco è più informale

Si fa presto a dire nero. Ma di nero non ne esiste solo uno, perlomeno quando si parla di marmo.


Basta sfogliare il catalogo di CMP Solmar, azienda che si distingue nel mercato del commercio di materiali di pregio, quali graniti, marmi, marmo pregiato, pietre, onici e travertini, provenienti da tutto il mondo.

Ecco le sue proposte di marmo nero:

  • Noir Saint Laurent
  • Sahara Noir
  • Grand Noir Antique
  • Noir Antique
  • Statuario Black
  • Nero Marquina
  • Portoro
  • Black Gold

Piano cucina in marmo di Carrara

Impreziosire la cucina con un piano in marmo di Carrara è sicuramente il modo migliore per esaltare l’aspetto estetico dell’ambiente stesso.

MAAC Marmi propone un’ampia gamma di scelta, tra cui appunto il pregiato marmo bianco di Carrara. L’azienda consiglia di realizzare il piano da cucina con spessore di 3 cm.

Nel caso tale spessore dovesse apportare problemi per il peso (90 kg circa al mq), è possibile alleggerire il top mediante una particolare tecnica di lavorazione.

Sul sito tutti i modelli e i relativi prezzi.

Piano in marmo cucina: prezzo.

Il costo di un top in marmo è più caro rispetto a uno in laminato, ma è minore rispetto a quello di uno in granito.

Premesso che, fattori determinanti sulla variabile prezzo sono il tipo di marmo (più o meno pregiato), le dimensioni, lo spessore, l’azienda produttrice etc… Il prezzo medio per un piano cucina in marmo, in formato standard (28x60x200cm), è di circa 80,00 euro.

Altri materiali per il vostro piano cucina

Altri consigli per la cucina

Ecco anche altri consigli utili per i materiali della vostra cucina.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button