Cucine: la categoria per aiutarvi ad arredarla

Guida ai Top cucina in laminato, resistenti, versatili ed economici

Caratteristiche, vantaggi, difetti, prezzo e consigli per la corretta manutenzione

Guida al Top cucina laminato. La scelta della cucina è un momento molto importante. E soprattutto, la fase ancor più cruciale riguarda la scelta del materiale del piano di lavoro, ce ne sono moltissimi tra cui scegliere.

Ciascun materiale ha specificità proprie, ed ovviamente pro e contro. In base alle proprie esigenze, ognuno deve analizzare i vari parametri per poter fare la scelta più giusta.


In questo articolo andremo a conoscere più da vicino il top cucina in laminato, un’ottima soluzione sia perché permette di essere personalizzato sia perché riesce ad integrarsi anche in un ambiente cucina già esistente.

Scopriamo insieme tutte le sue qualità.

Top cucina in laminato: cos’è

Il top in laminato è formato da un pannello in truciolare idrorepellente rivestito da laminato plastico ad alta pressione che rende il prodotto idrorepellente e ignifugo.

Top cucina laminato: caratteristiche

Grazie alle proprietà di resistenza, versatilità e risparmio, sempre più persone scelgono il top cucina laminato, poiché resiste bene ai graffi e agli strofinamenti.

Oggigiorno, sono sempre di più i grandi marchi italiani che si avvalgono di top in laminato per arredare le migliori cucine.


Questo materiale, infatti, oltre ad un’indubbia versatilità, gode anche di un efficace effetto legno.

Top cucina laminato: tipologie

Esistono varie tipologie di top cucina laminato. Vediamole più nel dettaglio una ad una.

HPL (High Pressure Laminate)

Il top laminato HPL viene prodotto sovrapponendo numerosi fogli di carta, detti ‘Kraft‘, impregnati con resine termoindurenti e resi compatti per mezzo di calore e alta pressione.



Lo strato superficiale, quello che conferisce il colore o la texture, è ricoperto da un film in melaminico trasparente che rende il tutto impermeabile e resistente all’usura.

Top cucina laminato post-formato

Si tratta della tipologia più diffusa per l’economicità del materiale.

In genere è disponibile con spessori da 3 a 6 centimetri e in tantissimi colori e finiture.

Sostanzialmente si tratta di un pannello in truciolare con bordi profilati a diversa sezione, rivestito, nei casi di prodotti di qualità, con laminati HPL dello spessore di 0,8 mm.

Piuttosto resistente ai graffi, il top cucina in laminato post-formato non assorbe umidità. Richiede tuttavia molta attenzione nelle giunzioni poiché potrebbero verificarsi delle infiltrazioni d’acqua che potrebbero far gonfiare il supporto sottostante in materiale truciolare.

Ciò può accadere se il top è stato installato male oppure a causa del deterioramento dei materiali sigillanti.


Questo tipo di piano lavoro in cucina viene generalmente usato in cucine economiche e per budget limitati.

Top cucina laminato stratificato

Questo tipo di piano di lavoro  è realizzato mediante laminati stratificati HPL a forte spessore a partire da 12 mm colorati in maniera omogenea su tutto lo spessore.

Rispetto al normale laminato, ciò garantisce una maggiore resistenza a graffi e urti.

Ma non solo, molto resistente all’usura, il top in laminato stratificato è impermeabile ai liquidi e resistente a prodotti acidi e alle macchie. Tutte caratteristiche che lo rendono molto simile ai piani compositi a base di quarzo, rispetto però ai quali è ben più economico.

Trattandosi di un materiale impermeabile, in questi top è possibile installare piani cottura e lavelli a filo-top e sotto-top, nonché realizzare vasche integrate nella stessa identica finitura del top.

Top cucina laminato abs

Il più grande vantaggio dei piani cucina in laminato abs è il minor costo.

Pro e contro

I piani cucina in laminato non sono indistruttibili ma hanno possiedono ottime caratteristiche e proprietà tecniche da cui ne derivano molti vantaggi.

Vantaggi

Vediamo più nel dettaglio i vantaggi:

  • non assorbono odori
  • sono impermeabili
  • non assorbono colori
  • sono igienici
  • facili da pulire
  • hanno una buona resistenza
  • presentano stabilità alla luce
  • sono idonei al contatto con il cibo
  • hanno un ottimo rapporto qualità prezzo, si dimostrano infatti tra i più economici
  • offrono massima possibilità di personalizzazione sia per quanto riguarda le dimensioni che i colori

Contro

Di contro, vi sono però anche degli svantaggi. I top cucina in laminato sono poco resistenti alle fonti di calore e ai graffi.


Per tali “difetti”, si suggerisce pertanto di adottare piccole accortezze nell’uso quotidiano in moda tale da preservarne sia la resa estetica che quella funzionale.

Evitare ad esempio di appoggiarvi sopra pentole e padelle bollenti ma utilizzare sempre un sottopentola. Inoltre, non lasciare mai il piano con acqua stagnante.

Top cucina laminato su misura

Uno dei vantaggi del laminato è la possibilità di personalizzarlo per quanto concerne le dimensioni, adattandolo in tal modo anche a cucine preesistenti.

top su misura in laminato

Anche i bordi sono personalizzabili, disponibili infatti sia bordo in post-forming o in ABS, un materiale plastico disponibile in un’ampia gamma di colori per adattarsi al meglio con la finitura dello stesso top.

Top cucina in laminato: colori

Un altro pro dei top in laminato sono le innumerevole possibilità di colorazioni che spaziano dalle tinte unite fino agli effetti legno e pietra, così da assicurare un’estetica in perfetta linea con lo stile della cucina ed i propri gusti.

Come pulire un top cucina laminato

La pulizia di un top in laminato non è complicata.

Per pulire al meglio il piano cucina in laminato è sufficiente utilizzare:

  • una miscela composta da 2 parti di acqua ed una parte di alcool,
  • oppure acqua e sapone o detersivi normali, purchè non contengano abrasivi e siano privi di acidi. Questi ultimi, infatti, potrebbero andare ad intaccare la lucentezza del laminato.

Dovrete utilizzare sempre e solo panni morbidi.


Mai pagliette, prodotti abrasivi o detersivi a base acida come gli “anticalcare”. Evitare anche prodotti in genere impiegati per la pulizia di forni, pavimenti, sanitari e lavastoviglie, poiché andrebbero a danneggiare la finitura.

Consigli per la corretta manutenzione

Per una corretta manutenzione e garantire lunga vita al nostro top in laminato, è bene seguire questi semplici consigli:

  • non appoggiare sul piano di lavoro pentole, teglie, caffettiere bollenti. Meglio usare i sottopentola
  • mai tagliare direttamente sul piano di lavoro perché si potrebbero produrre graffi. Utilizzare sempre un tagliere
  • non usare il piano di lavoro come supporto per stirare senza isolarlo con appositi materiali che evitano il passaggio di calore e umidità
  • non lasciare prodotti anticalcare per troppo tempo a contatto con il piano in quanto possono formare aloni
  • per la pulizia dell’eventuale profilo in alluminio o in legno, usare esclusivamente detersivi liquidi neutri o una miscela composta da 2 parti di acqua ed una parte di alcool
  • per eliminare il calcare che si forma soprattutto nelle zone più vicine al lavello, passare ogni tanto una spugnetta imbevuta di aceto o di un prodotto anticalcare. Quindi risciacquare ed asciugare
  • attenzione che non di formino ristagni di acqua. Nel caso, asciugare immediatamente il piano e controllare che non ci siano colature di acqua lungo i bordi

Passiamo ora a vedere qualche proposta.

Top cucina laminato Pennacchioni

Il catalogo dei top per cucine distribuiti da Pennacchioni SpA vanta una grande varietà di modelli, sagome e rifiniture, per adattarsi in maniera impeccabile ad ogni ambiente e ad ogni cucina.

Con un magazzino di oltre 150 colori di pannelli e bordi sempre disponibili, nonché alla vastissima scelta di laminati, l’azienda dà la possibilità al cliente di scegliere un prodotto personalizzato e su misura.

Per garantire la massima personalizzazione del prodotto richiesto, la ditta esegue infatti qualsiasi tipo di lavorazione.

Solo per fare un esempio, tra i top speciali con profilo in alluminio la scelta è tra:

  • top con salvagoccia e/o alzatina
  • top massellati
  • top pantografati e forati

Inoltre, i top bordati possono essere forniti con:


  • bordatura su uno o più lati
  • bordatura diritta, inclinata o seminclinata
  • sagomati e forati su misura
  • laminato o melaminico
  • supporti di vari spessori
  • forniti in barre oppure tagliati a misura e bordati abs, pvc, laminato, legno, alluminio, melaminico

Top cucina laminato Ikea

Anche da Ikea è possibile trovare piani di lavoro, disponibili in un’ampia varietà di stili e materiali. Oltre ai piani di lavoro in pronta consegna, è possibile scegliere un piano di lavoro su misura per adattarlo perfettamente alla propria cucina.

Si può  far tagliare il piano di lavoro alla lunghezza desiderata e coprire i bordi con le 2 liste di finitura incluse.

I piani di lavoro in laminato Ikea sono molto resistenti e di facile manutenzione. Sono testati per resistere a molti anni di utilizzo.

Ecco una selezione da catalogo:

  • EKBACKEN: piano di lavoro, effetto cemento/laminato (186×2,8 cm). Disponibile in pronta consegna e in tanti colori e finiture. 39,00 euro

    EKBACKEN: piano di lavoro per cucina in laminato
    EKBACKEN: piano di lavoro per cucina in laminato
  • SÄLJAN: piano di lavoro, effetto rovere/laminato (186×3,8 cm). Disponibile in pronta consegna e in tanti colori e finiture. Prezzo 45,00 euro
  • LILLTRÄSK: Piano di lavoro bianco/laminato (246×2,8 cm). Disponibile in pronta consegna e in tanti colori e finiture. Prezzo 35,00 euro
  • DEJE: Piano di lavoro su misura, bianco/laminato (45,1-63,5×7,7 cm), molto resistente e di facile manutenzione. Da scegliere profondità (10-125 cm), lunghezza (max. 4 m escluse le giunzioni). Prezzo 210,00 euro al metro

I prezzi medi di un top in laminato

Di media, l’installazione di un piano cucina in laminato costa tra i 65,00 e i 135,00 euro al metro lineare.

A stabilire il prezzo finale influisce poi una serie di variabili quali:

  • lo spessore del piano,
  • il tipo di lavorazione,
  • le finiture e rifiniture dei bordi,
  • eventuali tagli ad angolo
  • e qualsiasi altra particolarità e personalizzazione.

Altri consigli per la cucina

Ecco anche altri consigli utili per i materiali della vostra cucina.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button