Materiali

Silestone: un materiale estremamente resistente adatto per lavelli e top cucina

Costituito da oltre il 94% di quarzo naturale, resiste a graffi, macchie e urti

Speciale Silestone. Straordinariamente duro e resistente, oggi vi presentiamo un materiale che, per la sua durezza e resistenza termica, è di gran lunga superiore a marmo e laminati di plastica.

Per le sue caratteristiche, Silestone è ormai diventata la soluzione ideale per i piani di lavoro in cucina e in bagno. Essendo un materiale a bassa porosità, è infatti l’ideale per le zone di lavoro umide ed è facilissimo da lavare perchè meno soggetto alle macchie rispetto alla pietra naturale.


Andiamo a conoscerlo meglio.

Silestone: cos’è

Silestone è il nome commerciale scelto dall’azienda produttrice italiana Cosentino per rappresentare un materiale composto per il 94% da sabbie silicee e quarzo, e da resine strutturali poliestere per il restante 6%.

Si tratta quindi di un agglomerato di quarzo combinato con i materiali più duri e resistenti in natura. Il quarzo è infatti il terzo materiale più duro al mondo. Avendo inoltre una superficie non porosa, è del tutto anassorbente.

Un materiale ideato per decorare e rivestire gli ambienti della cucina e del bagno, disponibile in un’ampia gamma di colori attraenti e straordinarie finiture.

piano cucina silestone


Inoltre, Silestone, grazie anche alle proprietà idrorepellenti della nuova tecnologia N-BOOST, impedisce l’assorbimento dei più comuni liquidi usati in cucina e rende i colori più vivi e intensi.

Silestone: vantaggi e proprietà

Un rivestimento in Silestone garantisce un piano di lavoro estremamente resistente agli urti, all’abrasione, agli agenti chimici e alle macchie.

Ecco le sue proprietà:



  • Elevata resistenza agli urti
  • Alta resistenza a macchie di solito difficili da eliminare come vino, caffè, succo di limone, aceto, olio.
  • Offre una protezione antibatterica attiva che garantisce qualità igieniche uniche sul mercato
  • Elevata resistenza ai graffi: il quarzo ha una durezza pari a 7 nella scala di Mohs (solo il diamante e pochi altri materiali superano tale valore). Si possono usare coltelli senza fare particolare attenzione

Silestone: applicazioni

Considerate le sue proprietà, si tratta di un materiale particolarmente indicato per:

esempi di lavabi bagno in silestone
esempi di lavabi bagno in silestone

Silestone: misure

Silestone offre la possibilità di due formati di lastra:

  • il formato standard: 306 x 140 cm
  • Jumbo:325 ? 159 cm, che consente di ridurre al minimo i giunti

Le lastre di Silestone si presentano in 3 diversi spessori:

  • 12 mm
  • 20 mm
  • 30 mm

Tali formati danno la possibilità di realizzare piani di lavoro in un unico formato senza dover ricorrere a giunzioni. Le giunzioni creerebbero inevitabili segni antiestetici  dove potrebbe facilmente formarsi dello sporco.

Silestone: colori

È disponibile in oltre 90 colori. Impossibile non trovare quello meglio si adatta allo stile della propria casa e alla propria personalità.


Silestone: finiture

Per meglio adattarsi ad ogni stile, Silestone offre 3 diverse finiture per ogni tipologia di applicazione:

  • Lucida
  • Suede
  • Volcano

Garanzia di 25 anni

Silestone Cosentino offre alla propria clientela 25 anni di garanzia reale sui propri prodotti, sinonimo di grande qualità e serietà.

Difetti

L’unico vero grande difetto potrebbe essere il prezzo, decisamente più alto rispetto ai più comuni laminati. Va però tenuto conto che, viste le proprietà del prodotto, si tratta di un vero e proprio investimento che viene ampiamente ripagato nel corso del tempo.

A sostegno di quanto detto, la garanzia di 25 anni.
Si tratta pur sempre, comunque, di prezzi in linea con top in materiali del calibro di marmo e granito.

Pulizia

Date le sue proprietà di estrema resistenza, il Silestone non richiede particolari cure di pulizia e manutenzione. Per la pulizia quotidiana, per mantenerne la naturale bellezza e brillantezza, è sufficiente utilizzare un panno morbido, del sapone neutro e acqua calda.

Eventuali versamenti di liquidi vanno subito assorbiti con carta da cucina per poi lavare la superficie con un panno morbido, acqua calda e un detergente liquido.

Per rimuovere sostanze incrostate o appiccicose, macchie di grasso o vernici:

  • Raschiare delicatamente il residuo con una spatola in plastica non affilata o una spugnetta non abrasiva.
  • Ripassare la zona con un detergente cremoso e sciacquare bene con acqua calda.
  • Asciugare quindi con un panno pulito.

Calcare e macchie di acqua si eliminano facilmente un comune anti-calcare.

Cura e accortezze di utilizzo


Sui piani di lavoro in Silestone è sempre bene utilizzare:

Evitare inoltre l’uso di:

  • candeggina
  • prodotti alcalini
  • soda caustica
  • solventi per vernici
  • acido fluoridrico
  • idrofughi
  • sigillanti
  • brillantanti

Ed ancora, evitare di sistemare i prodotti Silestone all’aperto o in luoghi esposti a raggi U.V. Nel corso degli anni, infatti, il colore e il tono possono risentire dell’effetto dei raggi solari.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button