Doccia

Cabina doccia, la soluzione per creare una piccola SPA privata nel proprio bagno di casa

Tipologie, modelli, materiali e misure

La cabina doccia non è una semplice doccia ma un piccolo vano nella stanza da bagno multiaccessoriato. Esistono varie tipologie che variano in base al modello scelto e agli optional che si vogliono inserire.
Dai getti massaggianti ai vari tipi di soffione high tech, dal bagno turco alla cromoterapia, dall’idromassaggio all’illuminazione LED, è una sorta di mini SPA privata in casa.


Cabina doccia: cos’è

La cabina doccia è un piccolo vano che si trova all’interno di una stanza, e nel quale è possibile ricavare una sorta di piccola SPA domestica, dove oltre a dedicarsi all’igiene personale, è possibile vivere momenti di benessere e relax.

Che differenza c’è tra box doccia e cabina doccia?

Spesso questi due termini vengono usati in maniera impropria. Ma ciò non è corretto. Infatti, tra box e cabina doccia vi sono differenze piuttosto evidenti.

Entrambi sono luoghi destinati all’igiene e relax in bagno; tuttavia, sono diversi per struttura, funzioni e costo.

  • Il box doccia è lo spazio racchiuso in una struttura in plastica o metallo con pareti in vetro o plexiglass, ed è aperto nella parte superiore.
  • La cabina doccia, invece, è un vano di ridotte dimensioni ricavato all’interno del bagno. Esso contiene la doccia e altri confortevoli accessori che ne fanno una vera e propria mini SpA casalinga.

Cabina doccia: tipologie

Attualmente, esistono varie tipologie di cabina doccia che si differenziano soprattutto per il grado di comfort che possono generare.

A livello strutturale, si possono distinguere cabine doccia:

  • con piatto, da appoggio o incasso
  • a filo pavimento
  • multifunzione o spa
  • in muratura senza vetro
  • vasca-doccia
  • doccia walk

Ma le differenze tra le varie tipologie riguardano anche, e soprattutto, gli optional possibili:


  • getto tonificante
  • getto rilassante
  • massaggio multigetto
  • cromoterapia
  • aromaterapia
  • discesa dell’acqua a cascata
  • discesa dell’acqua a effetto pioggia
  • piccole sedute
  • accessi per collegare smartphone, chiavette usb, bluetooth e radio

Forma

Forma e struttura della cabina doccia dipendono fondamentalmente dallo spazio che si ha a disposizione. Può essere:

  • quadrata
  • rettangolare
  • semicircolare
  • semicircolare asimmetrica
  • angolare

Inoltre, il piatto può essere:

  • rialzato
  • a filo pavimento

Tipi di apertura

Le cabine doccia si distinguono poi anche a seconda del tipo di apertura. Vediamoli nello specifico:



  • ante scorrevoli, utilissimi per risparmiare spazio
  • porte a battente, che si aprono sia verso l’interno che verso l’esterno
  • una sola porta battente, elegante e moderna
  • apertura a soffietto
  • porte girevoli, molto pratiche ma che richiedono ampio spazio libero

Cabina doccia walk-in

La soluzione “walk in” risolve il problema di chi non ama concepire l’idea che della doccia come uno spazio chiuso. In questo caso, infatti, l’unica protezione per la doccia è costituita da uno o più pannelli.

Esistono varie tipologie di doccia walk-in:

  • ad incasso (con 3 lati chiusi + 1 vetro)
  • ad angolo (con 2 lati chiusi + 1 vetro)
  • flottante (con 1 lato chiuso + 1 vetro)

Sono tutte soluzioni particolarmente belle dal punto di vista estetico.

Cabina doccia: misure

Ecco quali sono le misure standard, espresse in cm:

  • angolare di forma quadrata: 65×65, 70×70, 75×75, 80×80, 85×85 e 90×90
  • angolare di forma rettangolare: 72×90, 70×100, 70×120, 80×100 e 80×120
  • semicircolari ad angolo: 80×80 con raggio di 55 oppure 90×90 con raggio di 55
  • semicircolari asimmetriche ad angolo: 70×90 con raggio di 38

Cabina doccia: materiali

Le principali tipologie di materiale che si trovano in commercio sono:

  • pvc: materiale eco-compatibile perché rigenerabile e non tossico. Non facilita la formazione di muffe né le incrostazioni di calcare.
  • acrilico: non più molto utilizzato perché non è facilmente pulibile e perché, se sottoposto ad un urto violento, si rompe in tanti pezzi taglienti e appuntiti
  • cristallo temperato: il materiale di gran lunga preferito. È molto sicuro in quanto, se urtato in maniera violenta, si frantuma in tanti frammenti che però non sono taglienti. Ovviamente, proprio a causa dei trattamenti cui è sottoposto, è anche il materiale meno economico

Profili

La presenza di un telaio metallico per sorreggere il vetro garantisce maggiore estensibilità alla cabina doccia. Di contro, però, può appesantire l’estetica.


Tuttavia, la presenza di chiusure ermetiche è fondamentale per evitare fuoriuscite di acqua.

I profili possono essere:

  • cromati
  • verniciati
  • anodizzati, più forti e resistenti
  • in PVC, materiale plastico versatile e resistente

Cabina doccia con piatto

In genere, è preferibile scegliere un materiale antiscivolo. E che possibilmente sia anche facile da pulire e non troppo fragile.

Ecco i principali materiali tra cui poter scegliere.

  • Ceramica: bella esteticamente e facile da pulire, è il materiale più utilizzato. Resiste al meglio all’usura del tempo e all’azione dannosa degli agenti esterni
  • Resina: versatile, leggera, antibatterica, resistente e antiscivolo. Ha spessori limitati e tantissimi colori e finiture
  • Kerlite: un grés molto sottile che non si rovina perché è resistente a graffi e abrasioni
  • Ecomalta: costituito da inerti che provengono per il 40% da riciclo certificato, è un materiale resistente e flessibile. Si tratta però di un materiale poroso; bisogna quindi fare attenzione a non lasciar sedimentare acqua e altri liquidi
  • Corian: materiale piuttosto raffinato, versatile ma costoso
  • Legno: sicuramente inusuale ma molto bello. Ci sono pochi i modelli a disposizione, ma l’effetto e il comfort è totalmente diverso da un piatto doccia tradizionale. Di solito viene usato il teak o l’okume, due essenze ideali per gli ambienti soggetti a umidità

Cabina doccia: vantaggi

Anzitutto, la cabina doccia costituisce un vero e proprio angolo di benessere personalizzato da godersi a casa propria.

L’effetto rilassante è infatti assicurato dalle tante funzioni di cui sono equipaggiate, come cromo e aromaterapia, doccette a effetto tonificante o rilassante, getto a cascata o a pioggia, multigetto…

Inoltre, la cabina doccia ha una struttura dalla tenuta imbattibile, lateralmente e a soffitto, che non lascia quindi fuoriuscire neppure i vapori della doccia.

Svantaggi

Dopo aver visto gli indiscutibili vantaggi di una cabina doccia, è doveroso andare a vedere anche quali sono i suoi svantaggi. Prima dell’acquisto, bisogna infatti tener conto delle dimensioni, che sono decisamente più ingombranti rispetto a quelle delle comuni docce.

Inoltre, vi è anche un fattore di stile. Poiché è necessario utilizzare materiali acrilici e abs, questi, non sempre si armonizzano bene con il resto dell’arredo.


Infine, sono da valutare anche i consumi che, ovviamente, andranno ad alzarsi un poco in quanto il tempo di permanenza sarà ben superiore ai canonici 5-10 minuti di una normale doccia.

Cabina doccia idromassaggio

Viste dall’esterno, le cabine doccia idromassaggio si presentano come semplici cabine doccia.

Sono però composte da un normale erogatore a piantana che versa acqua verticalmente dall’alto al basso, come qualsiasi doccia ma presenta in più altri getti posizionati lungo la colonna delle funzioni.

Questo permette di spruzzare acqua direttamente su punti specifici del corpo, producendo così un massaggio localizzato.

In alcuni modelli è presente anche una seduta interna, molto utile sia per motivi di sicurezza che di comodità.

In genere, l’idromassaggio si fa perché è piacevole, rilassante, tonificante e distensivo.

Rispetto alla classica vasca, la cabina doccia idromassaggio offre vantaggi di natura prettamente pratica:

  • è meno ingombrante
  • è più economica in termini di mantenimento: una vasca, di media, necessita di almeno 150 litri di acqua; per la doccia, invece, ne bastano circa 10
  • l’idromassaggio in doccia permette di lavarsi contemporaneamente al massaggio. Ciò invece non è possibile nella vasca perché shampoo e detergenti comporterebbero la produzione di troppa schiuma
  • le cabine doccia idromassaggio possono abbinare al massaggio altre piacevoli funzioni come la radio, la cromoterapia, l’aromaterapia e la nebulizzazione

Come scegliere il vetro della doccia?

Per meri motivi estetici, la scelta che va per la maggiore è quella per il vetro trasparente.

Per una questione di sicurezza, è fortemente consigliato scegliere un cristallo temperato che, in caso di rottura, si frantuma in tante piccole particelle non taglienti.


Accessori e optional

Abbiamo detto che la cabina doccia è un angolo di benessere e relax. Vediamo allora quali sono gli optional e gli accessori da poter aggiungere per migliorare il comfort:

  • sedile: fisso, pieghevole o retrattile
  • mensola
  • grigliato sul pavimento, antiscivolo e confortevole al tatto
  • specchio
  • getto a pioggia o a cascata che apportano benessere
  • doccetta supplementare con vari getti (tonico, rilassante etc…)
  • diffusione di getti per il massaggio del corpo
  • sistema multigetto o sequenziale
  • musicoterapia con diffusione di musica mp3 o radio
  • luminoterapia (illuminazione a LED integrati di colore bianco)
  • aromaterapia
  • cromoterapia
  • hammam: produzione di un vapore tra 35 e 50 °C, a circa il 90% di umidità

Quanto costa una cabina doccia completa?

Le cabine doccia sono disponibili in diverse dimensioni, forme e materiali.
In linea di massima, il modello più comune e facile da installare, è l’unità prefabbricata (90×90 centimetri) e costa tra gli 800 e i 900 euro.

Quanto costa una cabina doccia idromassaggio?

Una cabina doccia idromassaggio mediamente accessoriata costa circa 1.500,00 euro, mentre un modello molto accessoriato può arrivare anche a 3.500,00 euro. A tali cifre va poi aggiunto il costo dell’installazione che va dai 200,00 ai 720,00 euro.

Cabina doccia Leroy Merlin

dopo aver visto tutte le caratteristiche di una cabina doccia, vediamo ora una selezione dal catalogo di Leroy Merlin

Modelli 70×90

  • Cabina doccia idromassaggio rettangolare Klios realizzata in cristallo temperato trasparente con piatto doccia in acrilico. Dotata di 6 idrogetti orientabili e radio. Adatta anche in spazi ridotti grazie alle sue dimensioni (70 x 90 cm). 469,90 euro
  • Cabina doccia rettangolare scorrevole modello Sirio (70 x 90 cm, H 190 cm), in vetro spesso 4 mm serigrafato cromato. Ideale per l’installazione ad angolo, presenta elementi di design lineari ed eleganti. 149,00 euro

Modelli 80×80

  • Box doccia quadrato scorrevole Essential (80 x 80 cm, H 185 cm) in vetro temprato, spesso 4 mm e serigrafato bianco, con profili in alluminio bianco e finitura laccata. Adatto per spazi medio-piccoli. 179,00 euro
  • Box doccia semicircolare scorrevole Essential (80 x 80 cm, H 185 cm). 1/4 di cerchio con apertura ad angolo scorrevole realizzata in vetro di sicurezza serigrafato spessore 4 mm e profili in alluminio bianco con finitura laccata. 189,00 euro

Modelli 90×90

  • Cabina doccia idromassaggio semicircolare EKLIS (90 x 90 cm), con miscelatore monocomando dotato di seduta, getto a soffitto, 6 ugelli e getto a pioggia. Le due ante scorrevoli sono realizzate in vetro trasparente spesso 5 mm e dotate di doppi cuscinetti saliscendi. Dispone inoltre di ventilatore, luce led e radio. 659,00 euro
  • Cabina doccia idromassaggio semicircolare Eklis (90 x 90 cm). Indicata in stanze da bagno medio-grandi per garantire praticità e comfort al tempo stesso. 609,90 euro

Altri consigli per il bagno

Ecco altri approfondimenti per il vostro arredamento del bagno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button