Consigli per pulire e mantenere al meglio la vostra casa

Bidoni spazzatura, indispensabili per una corretta raccolta differenziata

Guida alla scelta e selezione di prodotti in vendita anche online

Speciale bidoni spazzatura. La raccolta differenziata è ormai obbligatoria pressoché ovunque, una scelta dettata da buon senso civico e dovere morale.


Una necessità quotidiana

Per mettere in pratica la raccolta differenziata in maniera logica ed organizzata, è bene scegliere i contenitori per rifiuti più adatti e posizionarli in punti strategici affinché siano comodi da utilizzare.

Avere sacchetti della spazzatura sparsi in giro per casa o sul balcone non è piacevole alla vista e soprattutto non è igienico. L’acquisto di uno o più bidoni della spazzatura è quindi un obbligo.

Ovviamente, in commercio non esiste soltanto un unico modello di bidone, bensì, una serie di modelli differenti più o meno adatti ad ogni necessità. Rigidi, morbidi, impilabili, più o meno capienti, con o senza coperchio, dotati di maniglie e/o ruote, di varie dimensioni e di diversi materiali

Facciamo un po’ di chiarezza in merito e vediamo allora come scegliere il modello ideale per le varie esigenze, così da facilitare la vita quotidiana e migliorare la raccolta differenziata.

Bidoni spazzatura: come scegliere

In commercio si trovano tantissimi tipi di bidoni per l’immondizia. Per questo, al momento dell’acquisto, è bene considerare alcuni fattori in modo da scegliere il modello o i modelli che rispondono in maniera ottimale alle proprie esigenze.

Anzitutto bisogna pensare bene a dove andremo a posizionare la pattumiera. L’ingombro dei contenitori è infatti spesso la problematica maggiore. Senza dimenticare poi se sistemeremo i nostri bidoni all’interno o all’esterno e qui grande differenza la fa anche il materiale.


Dopo questa breve e generica introduzione, andiamo a vedere più nel dettaglio i fattori da analizzare e ricordare in fase di ricerca.

Coperchio: sì o no?

I modelli senza coperchio sono i classici “cestini per la carta” da ufficio. Sicuramente non ideali per gli scarti alimentari. In generale, i bidoni privi di coperchio sono perfetti per studi professionali e uffici ma non di certo per la casa e l’impiego domestico.

Sicuramente, questo tipo di bidoni sono molto pratici perché pratici da utilizzare, svuotare e lavare. Potrebbero essere considerati ad esempio per la camera da letto o da sistemare sotto la scrivania dei ragazzi o in caso di un angolo studio domestico.



Il discorso invece cambia se si è alla ricerca di una soluzione più igienica. Se quindi si sta parlando del bidone per il bagno, la cucina ed anche per l’esterno. In questi casi, è sempre bene considerare la presenza del coperchio.

I bidoni più nuovi sono dotati di un sistema di apertura meccanico, con tocco o a pedale. Il coperchio non andrà quindi toccato direttamente.

Dimensioni e capienza

Per quanto riguarda le dimensioni dei bidoni della spazzatura bisogna considerare dove li andremo a sistemare e quanto spazio abbiamo a disposizione. Non da ultimo, occorre pensare anche al quantitativo di rifiuti che, di media, si va a realizzare quotidianamente.

Per dare un’idea indicativa, i cestini sono quasi sempre prodotti con misure standard:

  • con una capacità di raccolta che va da 5 a 15 litri circa per i modelli piccoli.
  • Si arriva poi fino a 100 – 110 litri per strutture importanti come i bidoni per esterni.

Materiali

Un buon bidone deve essere in grado di assicurare massima qualità e resistenza. In genere si punta tutto sulla plastica e sulle sue diverse varianti. È comunque fondamentale controllare che non si tratti di una variante scadente.


In alternativa alle plastiche si possono considerare anche i materiali metallici. In questo caso, è sempre bene accertarsi che siano resistenti al pericolo della ruggine.

Infine, dovranno essere leggeri per poter essere spostati senza problemi e con facilità.

Marchio

È sempre consigliabile reperire informazioni su chi ha realizzato un dato prodotto, in modo da capire in che modo lavora e valutarne l’affidabilità.

Bidoni spazzatura da esterno

In genere, i contenitori della raccolta differenziata si trovano all’esterno di casa: in giardino, sul terrazzo o nel locale adibito alla spazzatura.

Vanno portati fuori ogni volta che c’è il ritiro, per questo esistono numerose soluzioni di contenitori dotati di ruote.

I più classici, a cilindro o a parallelepipedo, si spostano comodamente anche con una mano sola.
Piuttosto capienti, di solito sono in plastica e dotati di una comoda maniglia per poterli spostare facilmente.

Chi vive in condominio, li può addirittura portare in ascensore poiché le loro dimensioni sono perfette. Essendo poi di plastica colorata, è facile ed immediato effettuare la suddivisione dei diversi tipi rifiuti.

Per facilitare ancora di più le cose, è possibile applicare sul coperchio un adesivo con indicato il tipo di rifiuto contenuto e, volendo, anche un calendario in cui verrà scritto quando e chi deve portarli fuori.

Decisamente più sobria è la soluzione degli armadietti, anche se spesso sono meno capienti rispetto ai bidoni visti appena sopra.


Adatti ad ambienti piccoli e a famiglie poco numerose, gli armadietti si aprono con un’anta basculante sostenuta da due perni. In genere, questo tipo di cassonetto ad armadio è dotato di piccoli secchi all’interno, così da poter portare fuori solo il contenuto e ripulire il tutto con facilità.

Inoltre, spesso si tratta di soluzioni a incastro, da sistemare in orizzontale o in verticale in base allo spazio che si ha a disposizione.

Bidoni spazzatura per interni

In ogni stanza della casa si creano rifiuti. Per questo, avere un secchio per l’immondizia all’interno di ogni stanza sarebbe la cosa ideale.

In bagno, un secchio di piccole dimensioni è fondamentale e sufficiente per tutti i rifiuti indifferenziati: assorbenti igienici, salviette, pannolini usati…

Per la cucina, è indispensabile un contenitore, meglio se chiuso, dove gettare i rifiuti organici. La soluzione pratica ed elegante sono i bidoncini a scomparsa, sistemati con cura all’interno di un armadietto, di solito sotto il lavello.

In cameretta o se si lavora da casa, la maggior parte dei rifiuti cerati sono cartacce. In tal caso, possono andare bene i classici cestini aperti.

Come nascondere i bidoni della spazzatura?

Il lato negativo della raccolta differenziata, una sana abitudine diventata ormai automatica per molti, è la quantità di bidoni necessaria per riporre in maniera corretta le diverse tipologie di rifiuti.

Chi ha un giardino è certamente avvantaggiato perché, avendo parecchio spazio a disposizione e un retro dove accatastarli, li può tenere nascosti con facilità.

Chi invece è costretto a spazi ristretti, li deve tenere in “bella mostra”, sul terrazzo o nel giardino, se non addirittura all’interno della propria abitazione. In questi casi, serve una soluzione esteticamente accettabile.


In commercio, la gamma di prodotti è davvero ampia e variegata. Non è quindi difficile trovare dei bidoni della spazzatura che possano essere gradevoli o, quantomeno, accettabili da vedere. In alternativa, con un po’ di manualità, è possibili realizzare dei nascondigli per camuffare i bidoni.

Per mimetizzare i rifiuti, la scelta più gettonata è quella di nascondere i bidoni con una recinzione. Si può ad esempio montare un elegante canniccio in PVC effetto bambù.

Un’altra valida alternativa sono i pannelli frangivista di legno, con cui creare dei separé eleganti e durevoli.

Se ne possono usare anche due, fissandone uno in maniera perpendicolare al muro esterno di casa e l’altro da agganciare al primo in modo da formare una “L”.

Per un lavoro completo, si può infine attaccare al muro anche una tettoia che copra e protegga i bidoni dall’alto.

I classici bauli di resina, usati come box copri bidoni spazzatura da esterno, hanno anche l’ulteriore vantaggio di tenere lontani gli animali che altrimenti potrebbero frugare tra i rifiuti.

Una semplice soluzione meno definitiva, è quella di nascondere i bidoni dietro le fioriere verticali con spalliera a graticcio. Rampicanti profumati saranno altresì utili per coprire eventuali cattivi odori.

Infine, una soluzione rapida ed economica potrebbe essere quella di rivestire i bidoni con una carta adesiva dalla fantasie floreali oppure vegetali.

Bidoni spazzatura Bricoman

Passiamo a questo punto ad una selezione di prodotti in commercio nei principali punti vendita.


Nel vario assortimento di Bricoman abbiamo selezionato:

  • Bidone carrellato Mobilplastic da 120 litri, bruno con coperchio. In polietilene ad alta densità, è disponibile anche nei colori bianco, giallo e verde. Dimensioni: 480 x 930 x 550 mm
  • Trespolo portasacco Mobilplastic da 110 litri, verde in Pehd con coperchio. Misure: 380 x 850 x 510 mm
  • Set 3 bidoni per raccolta differenziata in 3 colori. Belli e forti, 50 L. Misure: 38 X 38 X 55 CM
  • Bidone carrellato Mobilplastic 100 L. In polipropilene, grigio e senza coperchio. Dimensioni: 540 x 850 x 490 mm

Bidoni spazzatura Ikea

Vediamo ora le proposte della notissima azienda svedese.

  • FILUR: bidone con coperchio, in polipropilene (min. 20% riciclato). Bianco e con capacità 42 litri, è facile da pulire perché con angoli arrotondati. Si pulisce con un panno morbido inumidito con acqua e, se necessario, con un detergente o un sapone poco concentrati
  • DIMPA: borsa per raccolta differenziata in polipropilene 100%. Disponibile nelle versioni bianco/grigio scuro o bianco/grigio chiaro, misura 22 x 35 x 45 cm / 35 l.
    Possibilità di inserire nella tasca laterale in plastica un’immagine che illustra il contenuto così da rendere più semplice ed immediata la differenziata. Dotata di manici sui lati, è facile da trasportare
  • SORTERA: contenitore per rifiuti con coperchio, bianco e con capacità 60 litri. In polipropilene, è un prodotto impilabili ed esclusivamente per uso interno. Il coperchio a ribalta consente di accedere facilmente al contenuto dei vari contenitori anche quando sono impilati. Ideale per la raccolta differenziata di vetro, metallo, plastica, giornali, ecc…Per evitare il rischio ribaltamento, non impilare più di 2 contenitori SORTERA da 60 litri l’uno sopra all’altro. Si consiglia pertanto di riporre gli oggetti più pesanti nei contenitori in basso.
    Si pulisce con un panno morbido inumidito con acqua e, se necessario, con detergente o sapone poco concentrati
  • Secchi HÅLLBAR: progettati per rispondere a diverse esigenze di raccolta differenziata, si tratta do un contenitore perfetto per lattine e piccoli imballaggi, come quelli dei prodotti igienici. I secchi HÅLLBAR sono impilabili in modo da occupare meno spazio. Si possono sovrapporre quelli di egual misura oppure collocare i secchi più piccoli sopra a quelli più grandi.Si può lasciare all’esterno ma anche all’interno di un mobile o di un cassetto. Il coperchio incluso è asportabile per facilitare la pulizia del secchio e per consentire di lasciarlo aperto. Incluso un adesivo da applicare al contenitore così da indicare cosa contiene tramite una scritta o un simbolo disegnato. Facile da pulire grazie agli angoli arrotondati, si trasporta senza fatica grazie al manico pieghevole. L’anello sul bordo del secchio nasconde il sacchetto dei rifiuti e lo tiene fermo
  • SNÄPP: capiente pattumiera a pedale blu (capacità 12 litri). È pratica e versatile. Il bordo del sacchetto di plastica si inserisce nel manico del secchio interno in modo tale che non si vede quando il coperchio è chiuso. Il secchio interno si può poi estrarre e lavare.
    Questo secchio è perfetto per tutte le stanze della casa, inclusi gli ambienti umidi come bagno e cucina

Bidoni spazzatura Amazon

Ricca e variegata anche l’offerta sul notissimo sito e-commerce. Ecco qualche esempio.

Belli e Forti

80 litri di capienza e tre sezioni distinte contrassegnate da diversi colori sono le caratteristiche dei bidoni  di Belli e Forti

belli eforti

Una proposta semplice e funzionale che può essere facilmente alloggiata sotto il lavello in qualsiasi porzione di casa per svolgere al meglio al raccolta ed il riciclo dei rifiuti. Il costo dei bidoni spazzatura è di 30 euro.

Rifiuti, raccolta differenziata e riciclo

Sull’argomento, ecco altre guide utili:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button