Piccoli elettrodomestici

Guida al tritarifiuti domestico da lavandino

Scopriamo come funziona ed alcuni modelli in vendita

Guida alla scelta di un tritarifiuti domestico da lavandino

L’introduzione dei tritarifiuti in Italia è molto giovane, perché fino a poco tempo fa la legge ne vietava l’installazione in ambiente domestico.


La legge è stata variata ed è ora possibile impiegare questi strumenti, che vengono normalmente chiamati tritarifiuti o anche dissipatori e che lavorano per ridurre in poltiglia i rifiuti di scarto organico.

A cosa serve un tritarifiuti domestico?

Gli apparecchi dissipatori o tritarifiuti operano per ridurre le masse in particelle sottili.

La legge prevede che il mantenimento possa essere legale se legato ad un sistema di depurazione realizzato dall’ente che fornisce il servizio idrico integrato.

Tritarifiuti domestico
Tritarifiuti domestico da lavandino

I tritarifiuti permettono quindi di smaltire molti dei rifiuti che si realizzano ogni giorno in casa, soprattutto in cucina e di convogliarli nel sistema fognario.

Dove viene installato?

Il tritarifiuti viene quindi installato sotto il lavandino di casa e collegato con sistemi appositi allo scarico fognario.


I tritarifiuti possono essere accesi con un apposito interruttore e possono quindi essere montati sotto il lavandino, ma molti modelli prevedono un montaggio sullo stesso lavello o sul piano di lavoro della cucina.

Si tratta di un piccolo elettrodomestico e in commercio ne esistono di diverse varietà.

Possono essere scelti in base al numero dei componenti del nucleo familiare, ma anche della tipologia e della quantità di rifiuti che vengono prodotti in casa.



Potenza del motore e caratteristiche

I modelli di tritarifiuti più diffusi sono in ogni caso quelli con potenza variabile da 350 ai 750 W.

Si tratta di dispositivi silenziosi in quanto dotati di un isolamento acustico interno e di un rivestimento anti corrosione.

Sono dotati di un sistema apposito di guarnizione, inserito perché vengano evitate le inflitrazioni di cibo nel motore.

I tritarifiuti non sono dotati di lame o coltelli, ma di elementi dentati interni.

La forza motrice emessa permette infatti di far arrivare i rifiuti a questi sistemi, dove vengono triturati e quindi ridotti in minuscole particelle.
fernox

 


Tritarifiuti: prezzi e modelli

Chi desidera installare il tritarifiuti può acquistarlo anche direttamente online e quindi montarlo sul sistema di casa.

Il costo medio dei dissipatori parte quindi dai 150 euro ma esistono anche dei sistemi molto potenti e raffinati, che arrivano a costare anche più di mille euro.

I prezzi generalmente sono  accessibili ma come sempre più il modello è innovativo più viene a costare.

Come spesso accade tutto dipende dalle esigenze e anche dalla volontà del consumatore che sceglie di inserire in casa questo sistema.

Eccovi alcuni modelli selezionati per voi.

FERNOX TOTAL TF1 COMPACT

Un tritarifiuti domestico come ad esempio il sistema FERNOX TOTAL TF1 COMPACT 22mm viene proposto sul portale Amazon al costo di circa 130 euro e si propone come un sistema semplice e dedicato a chi non produce larghe quantità di rifiuti in ambiente domestico.

Tritarifiuti alimentare Franke

Fra i più performanti e popolari, il modello di dissipatore della Frankem lo trovate anche su Amazon:

Tutto per la gestione dei rifiuti in casa

A proposito di rifiuti, eccovi altri approfondimenti da leggere per la loro gestione in casa:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button