Tettoie per esterni: in legno, alluminio e policarbonato

Tettoie da esterni in diversi materiali e misure. Ecco una guida per capire le coperture migliori per gli esterni della vostra abitazione.

Le tettoie sono coperture esterne previste per ripararsi dai raggi diretti del sole e dai vari agenti atmosferici. Questi sistemi creano quindi spazi riparati dove poter pranzare, rilassarsi e accogliere gli ospiti.

Tettoie e altre coperture

Cosa distingue una tettoia da tutte le altre coperture, come tende da sole, pompeiane, pensiline o verande?

Dal punto di vista architettonico, questi elementi sono molto simili, ma dal punto di vista normativo richiedono accortezze specifiche.




Vediamo meglio le definizioni tecniche per capirci qualcosa in più:

  • la tettoia è una struttura dotata di telaio e poggiata su pilastri. La copertura è rigida ed è aperta su due o più lati, caratterizzandosi come un’opera fissa che determina un aumento dello spazio vivibile.
  • Nel caso in cui la copertura vada a chiudere un balcone coperto su 3 lati, non si parlerà di tettoia bensì di loggia.
  • Il pergolato è una sorta di tettoia ma non dispone di copertura. La presenza di strutture orizzontali lasciano filtrare in parte la luce e consentono ad esempio la crescita di piante rampicanti.
tettoie e pergolati

Esempio di pergolato da esterni

  • La pensilina è invece una struttura fissa ancorata alla parete, ma senza pilastri. La funzione è quella di proteggere finestre e porte-finestre e non di ampliare il volume dell’abitazione.
  • Le verande sono caratterizzate da una struttura ancorata all’edificio e un sistema di vetrate che va a chiudere e definire balconi e terrazzi. Tali vetrate sono caratterizzate da finestre scorrevoli o a libro.
  • Le tende da sole rientrano invece nell’ambito di strutture realizzate con tendaggi e sorrette da elementi leggeri, quali l’acciaio. Sono sistemi retrattili e quindi temporanei, potendo essere smontati e rimossi.

Le tettoie per esterno possono essere in legno, policarbonato o alluminio. Andiamo a scoprirne le caratteristiche principali.

Tettoie in legno: permessi necessari

Prima di avventurarsi nella costruzione di una tettoia in legno, è bene richiedere l’intervento di un tecnico per conoscere il Regolamento Edilizio del proprio Comune.

  • La tettoia necessita di permessi specifici, venendosi a configurare come una vera e propria opera di ristrutturazione. Questo comporta che debba essere prevista una DIA e che si debbano rispettare le norme relative alle distanze da altri edifici.
  • Bisogna dotarsi di un progetto e della certificazione di un tecnico e il tutto deve essere presentato all’ufficio tecnico del Comune.

Costi delle tettoie in legno

I prezzi dipendono da tanti fattori: l’ampiezza della tettoia, il tipo di materiale utilizzato, i costi per la manodopera. Generalmente si utilizzano delle tavole di legno lamellare, in pino o abete bianco. Se volete cimentarvi con il fai da te, risparmierete un bel po’.




  • La tettoia in legno è l’ideale per dare un tocco rustico all’abitazione. Potete anche pensare di rivestire la copertura con delle tegole, ma questo è indicato soprattutto se l’intera facciata e l’edificio sono stati realizzati in linea con lo stile.
  • Il legno è un materiale che ben si adatta agli esterni, ma necessita di opportuni trattamenti per isolarlo dagli agenti atmosferici, in primis la pioggia.

tettoie in legno

Tettoie in alluminio

Le tettoie in alluminio si rivelano robuste e resistenti agli agenti atmosferici e ai carichi.

  • Possono essere lavorate e modellate ricreando piacevoli coperture da utilizzare per gli ingressi di casa, il garage o coprire i terrazzi.
  • In alcuni casi è possibile realizzare delle tettoie in alluminio con copertura in tessuto. L’effetto è simile a quello delle tende da sole, ma c’è una struttura portante.
  • Le tettoie in alluminio offrono una copertura stabile, consentendo di inserire mobili da giardino e accessori utili per trascorrere del tempo fuori casa.
  • Potete ricreare piacevoli aree con poltroncine e tavolini, arricchendole con vasi e fioriere per dare un tocco di colore.

tettoia in alluminio

Tettoie in policarbonato

Anche il policarbonato è un materiale molto utilizzato per gli esterni, in quanto si tratta di un prodotto ben resistente, che lascia trasparire la luce naturale senza oscurare.

  • Inoltre mantiene stabile la temperatura, evitando che si accumuli troppo calore. Resiste anche agli accumuli di neve, qualora venisse realizzato in ambienti di montagna.
  • Viene impiegato per le tettoie ma anche per realizzare garage esterni o pensiline. Le forme e le misure possono essere personalizzate, permettendo di realizzare sistemi di copertura belli e di design.
  • Possono essere addossate alla parete o autoportanti. In ogni modo, la copertura consente di arredare terrazzi e balconi, proteggendo anche i pavimenti da esterno.
  • Queste soluzioni ben si adattano a case moderne e contemporanee.

tettoie in policarbonato

Altri consigli per terrazzo ed esterni

Outbrain
{ 0 comments }

ALESSIA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.