Case prefabbricateProgettazione

Casa sull’albero: uno spazio abitabile sospeso da terra e ancorato ai forti rami forti di un albero

Come costruirla, a chi rivolgersi, quali permessi servono, dove trovarla in Italia per vivere un'esperienza unica

Tutti da bambini abbiamo desiderato avere una casa sull’albero, una sorta di nido dove rifugiarci a giocare o semplicemente restare assorti nei nostri pensieri.

Quel sogno infantile oggi può diventare realtà.


Realizzare una casa sull’albero non è semplice ma ci sono ditte apposite che le realizzano. Come per una qualsiasi casa, servono inoltre anche particolari permessi edilizi.

Se non avete un giardino a disposizione o non volete affrontare questa spesa, potete comunque provare l’esperienza unica di dormire su una casa sull’albero, ad esempio un week-end.

Numerose ormai, sono infatti le strutture ricettive immerse nella natura che, in tutta Italia, mettono a disposizione dei loro ospiti deliziose casette sull’albero dotate di ogni comfort, come una normale stanza di hotel.

Quale albero per casa sull’albero?

Come per qualsiasi casa, anche la la casa sull’albero ha bisogno di poggiare su solide fondamenta. La struttura può essere costruita su un singolo albero o su più alberi tra loro vicini.

Particolarmente indicati la quercia, il faggio, il platano, il carpino, l’olmo, il tiglio, e il cedro. Ottime anche le conifere, come pini, abeti, cedri e larici. Meno consigliati gli alberi da frutta.


Qualunque tipologia si scelga, l’albero dev’essere sano, ben radicato e in una fase non iniziale della sua crescita. Un albero giovane, infatti, ha un accrescimento troppo rapido, cosa che renderebbe difficile l’integrazione nel tempo con la struttura.

Per un solido ancoraggio, il tronco dovrebbe avere un diametro di almeno 40/60 cm. E comunque, mai inferiore ai 35 cm!

casa sull'albero a Celje in Slovenia
Questa casa sull’albero a Celje in Slovenia, unica nel suo genere, fatta interamente di abete Douglas, è progettata come centro informativo ed educativo, destinato a gruppi di studenti e altri visitatori. Questa è la più grande casa sull’albero in Slovenia


Nel caso di decida di costruire la casa sull’albero sfruttando più alberi vicini tra loro, occorre non compromettere né la stabilità né la salute delle piante stesse.

Per questo, sarà opportuno costruire una base stabile e flessibile, possibilmente removibile.

La struttura portante andrà fissata con viti e cavi in tensione posizionati in modo da non nuocere all’albero.

Kit per costruire una casa sull’albero

Per adulti o per bambini che sia, una casa sull’albero dovrà essere stabile e sicura. Costruire una casa sull’albero non è cosa semplice. Proprio per questo motivo non esistono kit per costruire una casa sull’albero.

Ci si può affidare a ditte specializzate oppure, chi ha una buona manualità, può procedere in autonomia acquistando il materiale in falegnameria o nel reparto legno di Leroy Merlin.

Vanno scelte le travi più robuste che vanno fatte poi tagliare con le misure più adatte all’albero.


Come costruire una casa sull’albero

Come vedremo più avanti, ci sono ditte specializzate nella progettazione e realizzazione di case sull’albero.

Nessuno vieta, tuttavia, a chi ha buone abilità in ambito edilizio e di falegnameria, di cimentarsi nell’impresa. Vediamo quindi i passaggi basilari da seguire.

Strumenti necessari

I principali strumenti base che occorrono sono: seghetto alternativo, trapano elettrico, sega circolare, cacciaviti, scalpello, livella a bolla, corde, cardini per botole e finestre, scala a pioli.

Come procedere passo per passo

  1. Realizzare la piattaforma di sostegno fissando le due travi principali all’albero: con il trapano, praticare un foro nell’albero ed inserirvi le viti tirafondi. Procedere quindi col fissaggio di altre due travi incrociate a 90° sopra alle precedenti, per proseguire fino a creare una sorta di cornice, un cordolo perimetrale che irrobustisce la struttura.
  2. Una volta fissata la piattaforma, procedere a realizzare il tavolato facendo attenzione a lasciare una fascia tra assito e tronco, in modo da consentire all’albero di crescere e muoversi liberamente.
  3. Proseguire con le pareti che si ottengono tramite l’incrocio di travetti che formano il telaio portante ancorato con viti tirafondi.
  4. Realizzare a questo punto il tetto, che deve avere una struttura tale da essere un tutt’uno con il resto della struttura. Il tetto deve garantire la tenuta dell’acqua ma senza andare però a soffocare l’albero.

La scala d’ingresso

La scala d’accesso alla casetta sull’albero è un elemento fondamentale. Può essere realizzata in diversi modi: classica di legno, a corda, rampa con gradini inchiodati…

I materiali e altri consigli

Per la pavimentazione è possibile utilizzare un tavolato di pino (35 mm di spessore), trattato per resistere all’umidità?. Idem per la copertura.

Per le pareti si si consigliano tavole di pino sovrapposte.

Tutta la struttura andrebbe trattata con diverse mani di protettivo per legno, per proteggerla sia dall’umidità che dai raggi solari.


Per un migliore risultato, si consiglia inoltre di stendere anche dei cordoni di silicone per sigillare eventuali fessure.

L’arredamento interno dev’essere essenziale ma comodo, e in stile con il contesto abitativo.

Costruire casa sull’albero: permessi

La costruzione di una casetta sull’albero dipende dal Piano Regolatore del Comune ed è disciplinata dal Testo Unico per l’Edilizia che demanda ai singoli Comuni la competenza in materia di regolazione urbanistica.

Inoltre, in Italia sono spesso necessarie opere di rinforzo e sostegno in quanto è difficile trovare alberi monumentali che siano così resistenti da poter sorreggere il peso della casetta in legno.

Infine, prima di procede coi lavori, si consiglia di parlarne con i vicini per non compromettere i rapporti di buon vicinato.

A che altezza si può costruire una casa sull’albero?

Non c’è un’altezza predefinita. Molto dipende principalmente dalle dimensioni della pianta e delle dimensioni della struttura che si vuole realizzare.

In genere, si costruiscono strutture ad un’altezza superiore ai 3 metri in modo da sfruttare bene lo spazio sottostante.

Per stabilire l’altezza ideale vanno anche considerati fattori quali gli accessi previsti (le scale per la salita e la discesa), la funzionalità degli ambienti, gli ancoraggi e il contesto naturale.

Chi costruisce case sull’albero?

Chi ha buona manualità in falegnameria può costruire da sé una casetta di legno sull’albero per il gioco dei bambini.


Se invece la casetta sull’albero deve diventare una vera e propria abitazione, magari a destinazione turistica, cosa assai in voga anche in Italia ultimamente, è bene rivolgersi a un professionista (architetto e/o ingegnere) per il progetto e a una ditta specializzata che sappiano fare questo genere di lavori.

In tal caso infatti, essendo la casetta sull’albero una casa vera e propria, il professionista dovrà anzitutto redigere un progetto architettonico-strutturale preliminare, e poi dovrà depositare le varie pratiche burocratiche in Comune.

Ci sono anche ditte che producono casette in legno prefabbricate. Vanno solo posizionate sull’albero. Ma, anche in questo caso, sono necessari i Permessi.

Per quanto riguarda le ditte specializzate, segnaliamo Sullalbero, la prima azienda di costruzione case sull’albero italiana. Il suo team di ingegneri, architetti e carpentieri, realizza progetti sull’albero dal concepimento alla costruzione.

Case, terrazze e spazi sull’albero vengono costruiti su misura per il cliente rispettando i migliori standard qualitativi ed utilizziamo le tecniche e i materiali della bioarchitettura.

Suggeriamo inoltre lo studio Baumraum che, dal 2003, è specializzato nella progettazione e costruzione di case sull’albero, per bambini, ma soprattutto per grandi.

Sembrano uscite dal mondo delle fiabe ma hanno la dimensione di una piccola roulotte, e sono prefabbricate, con svariate possibilità di personalizzazione.

Quanto costa realizzare una casa sull’albero?

Di media, considerare un prezzo che va dagli 800 ai 2000 euro a metro quadro. In genere, una casetta di medie dimensioni si aggira attorno ai 25-30 mq. Come per un’abitazione normale, molto poi dipende anche da altri fattori quali le finiture che si scelgono e le eventuali difficoltà costruttive.

Per essere abitabile al 100%, una casa sull’albero deve essere finita a tutti gli effetti, con impianti, acqua, mobili, sanitari, mobili, finestre, etc…


Affidandosi a un professionista, ai costi indicativi sopra indicati, dovremo aggiungere le spese per il professionista.

Considerare infine, sempre e comunque, tutte le spese amministrative per le varie autorizzazioni necessarie.

Dove dormire in una casa sull’albero in Italia?

Dormire in una casa sull’albero è un’esperienza molto particolare che, almeno una volta nella vita, varrebbe la pena di provare. Per provare una volta e togliersi lo sfizio, o per fare una vacanza particolare e un po’ diversa dal solito, non è quindi necessario costruire una casa sull’albero nel proprio giardino.

In diverse località italiane è possibile soggiornare in una casa sull’albero senza però rinunciare al comfort di un normale hotel.

Quindi seguito alcune utili indicazioni relative a strutture dislocate in varie zone dell’Italia.

  • Tree Village di Claut, in provincia di Pordenone, è il villaggio sugli alberi più grande al mondo

  • Caravan Park Sexten di Sesto, in Trentino Alto Adige, offre accoglienti cottage di 35 metri quadrati costruiti tra le fronde degli alberi a 3,5 metri di altezza. Tra i comfort, segnaliamo sauna e vasca idromassaggio con vista sulle Dolomiti
  • Casa Barthel, a Firenze, è una splendida casa sull’albero che prende il nome dall’interior designer che l’ha progettata: Riccardo Barthel. Immersa nelle colline toscane, Casa Barthel è una struttura moderna e lussuosa per un’esperienza davvero unica
  • Casa sull’Albero Awen Tree House a Castiglione del Lago, a pochi passi dal Lago Trasimeno, in una delle zone più affascinanti dell’Umbria
  • Tenuta Bocchineri a Rogliano, in Calabria, offre la possibilità di pernottare in una casa sull’albero nel Sud Italia
  • Il Giardino dei Semplici a Manta, in provincia di Cuneo, è un B&B tra boschi di aceri e querce, a circa un’ora di strada dalle splendide Langhe. Qui sono disponibili due case sull’albero: “Toulipier“, ispirata al mondo delle fiabe, è posta a circa 4 metri di altezza ed è interamente realizzata in legno; la “Quercia“, invece, è un romantico nido d’amore tra le fronde
  • A Villanterio, in provincia di Pavia, presso il Relais Tenuta “Il Cigno”, vi è un grazioso chalet in legno costruito tra i rami di una secolare quercia. Collocata a 5 metri da terra, si tratta di una casa sull’albero di charme arredata con gusto e grande attenzione al dettaglio
  • Bellavista Tuscany Treehouse: casa sull’albero vista mare, vicinissima ad alcune delle più belle spiagge dell’Argentario
  • La casa sull’albero a Lentella, in provincia di Chieti (Abruzzo), è un’oasi di pace e tranquillità. Si trova a circa mezzora di strada dalle spiagge sulla costa abruzzese.

Altri approfondimenti

Sempre in tema legno, leggi anche:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button