Come alternare il mosaico alle piastrelle per un effetto elegante

Speciale piastrelle mosaico, eccovi i nostri consigli.

Molte proposte di rivestimento dell’arredo bagno guardano all’introduzione di piastrelle e di porzioni di mosaico.

Si tratta di una scelta stilisticamente speciale, che movimenta il bagno apportando un tocco coreografico particolare.

Come accostare piastrelle e mosaico

Molte volte, però, l’accostamento fra piastrelle e mosaico può risultare grossolano, a causa di accostamenti di colore sbagliati e dell’impiego di materiali di bassa qualità.

Come è possibile, quindi, alternare il mosaico alle piastrelle in modo elegante?



Piastrelle mosaico: i materiali

La prima ricerca interessa i materiali, in quanto i mosaici di ottima qualità hanno un costo davvero importante. Si tratta di manufatti preziosi, spesso realizzati a mano o con tecniche speciali, impiegando tasselli che vengono creati impiegando polveri minerali preziose.

Soprattutto negli effetti metallici, quindi l’oro, l’argento e il bronzo, il mosaico sa regalare delle scenografie molto piacevoli, ma a patto che le tessere siano di altissima qualità, altrimenti i ‘fake’ si notano subito e apportano un aspetto poco curato al rivestimento.

piastrelle mosaico per il bagno

Bell’esempio di piastrelle mosaico per il bagno

 

Se la disponibilità economica è poco elevata ma si desidera ugualmente disporre di qualche porzione di mosaico in bagno, la scelta ideale è quella di ridimensionare le porzioni da rivestire e optare per giochi di composizione intelligenti.




Due o tre strisce di mosaico possono essere sufficienti per dare vita ad un’alternanza molto elegante, che non stanca gli abitanti ma che si rivela perfetta dal punto di vista decorativo.

Meglio quindi scegliere pochi elementi ma di alta qualità, per generare un rivestimento bello da vedere, ma anche durevole nel corso del tempo.

I colori per le piastrelle mosaico

La seconda regola per alternare con cura i mosaici e le piastrelle risiede nella scelta delle cromie.

Chi ama le soluzioni leggere può optare per le tinte pastello, dal rosa antico al color tortora, fino al verde menta e anche al limone sorbetto se si ama il gusto ’50.

Queste piastrelle possono essere alternate con porzioni di tessere di mosaico realizzate con colori leggermente più scuri, per creare un delizioso ton sur ton.




Possono anche essere scelte in varianti molto intense se si amano gli stacchi di colore.

Attenzione, in ogni caso, agli accostamenti:  il bagno è un ambiente che deve ispirare fiducia e proporsi rasserenante, quindi i colori vitaminici e saturi come il rosso, il giallo carico e l’arancione devono di essere impiegati con la massima parsimonia.

Una buona scelta risiede nell’alternare ai colori acquatici, quindi l’azzurro, il blu e i grigi sporcati di verde con dei colori metallici come l’argento o anche il bronzo e l’oro.

Sono tinte che evocano una certa sontuosità ma che se introdotte in porzioni contenute possono dare vita a degli ambienti davvero molto speciali e raffinati.

Piastrelle per bagno ma non solo

A proposito di piastrelle, eccovi tutti i nostri speciali da leggere:




Altri consigli per arredare il bagno

Eccovi  approfondimenti che vi possono interessare su bagno e dintorni:

E per finire… Scoprite anche il nostro speciale sulle docce in muratura

Outbrain
{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.