Piante ornamentali: eccovi alcune piante decorative da esterno

Quale è il primo criterio nella scelta delle piante ornamentali? Sicuramente la bellezza, perché siamo spesso indotti a scegliere le varietà che ci piacciono di più, che ci conquistano con i loro profumi e i loro colori.

Nella scelta delle piante ornamentali vi sono, però, degli altri fattori che meritano di essere considerati, legati alla conformità del terreno, alla posizione geografica e alle richieste di cura.

piante ornamentali

Nel dettaglio, in fase di progettazione del giardino, del balcone o del terrazzo è importante considerare il clima, l’esposizione alla luce, il terreno, la compatibilità con altre specie preesistenti e, in seguito, valutare attentamente le caratteristiche del paesaggio circostante e le esigenze di manutenzione dei vegetali.

Rispettando queste condizioni possiamo disporre di spazi esterni floridi e in salute, che si autogestiscono perché le piante ornamentali hanno trovato terreno fertile per la loro crescita e il loro sviluppo.




Parallelamente, il giardino, il balcone o il terrazzo diventano degli spazi emozionali, che rispondono alla nostra volontà cromatica, ai nostri gusti estetici e alla nostra vocazione di arredo green. Ecco quali sono gli aspetti che dobbiamo considerare nella scelta delle piante ornamentali:

  • clima e microclima: principalmente si tratta della presenza di gelate invernali, un fattore climatico che potrebbe non essere sopportato da alcune varietà, soprattutto dalle colorate piante ornamentali tropicali. Anche la piovosità, la forza e la direzione dei venti, la siccità vanno considerati, perché si tratta di elementi atmosferici importanti per la crescita e lo sviluppo delle piante. In fase di acquisto è quindi ideale chiedere informazioni sulla tipologia di vegetale e sulle sue richieste climatiche;
  • esposizione alla luce: la luce è vitale per le piante ornamentali, ma vi sono alcune specie che amano l’ombra e soffrono l’esposizione diretta al sole. Anche in questo caso, è importante valutare la posizione del giardino, del balcone del terrazzo, per scegliere la varietà più adatta al luogo di residenza;
  • il terreno: se le piante ornamentali trovano ricovero nel giardino di casa, è importante conoscere quali sono le caratteristiche del terreno. La terra può essere limosa, argillosa, sabbiosa o umifera, quindi favorire la crescita di alcune piante ornamentali piuttosto che di altre. La scelta è di affidarsi a rivenditori vicini, che conoscono la conformazione del terreno di riferimento e sono quindi in grado di consigliare sulle più favorevoli piante ornamentali da acquistare;

E’ inoltre importante considerare l’aspetto paesaggistico, valutando quali sono le piante ornamentali presenti in loco, negli spazi verdi dei vicini e anche nei parchi pubblici.

  • Una coerente progettazione degli spazi verdi considera questi aspetti e ne trae ispirazione, per dare vita a paesaggi urbani armonici e piacevoli alla vista.
  • Bisogna quindi considerare la richiesta di cure delle piante ornamentali, che deve essere valutata in base al tempo di cui disponiamo, dell’attrezzatura, dello spazio e dell’ingombro che le piante promettono.

Alla luce di queste considerazioni vediamo alcune piante ornamentali che possono essere scelte per la loro bellezza e il loro carisma.

Piante ornamentali da esterno: le nostre preferite

Iniziamo il nostro viaggio con la mimosa, una pianta ornamentale di grande fascino, che promette una rigogliosa fioritura nel mese di marzo, in concomitanza con la festa della Donna che la simboleggia.

  • La mimosa è una pianta ornamentale rigogliosa e profumata, dalla natura sempreverde.




  • La mimosa può raggiungere anche parecchi metri d’altezza
  • richiede un terreno leggermente acido e umido ma molto ben drenato e un’esposizione in pieno sole.
  • La pianta non tollera il freddo e nelle regioni a clima rigido può essere coltivata in vaso e ricoverata nei periodi invernali.

Veniamo quindi al profumato e scenografico glicine, un meraviglioso esempio di pianta ornamentale che produce grappoli di fiori bianco-lilla.

Il glicine si presta alla copertura dei muri e dei pergolati, perché vanta una natura rampicante

  • ama un terreno profondo e fresco
  • desidera ricevere un’esposizione a pieno sole o in mezz’ombra
  • Si tratta di una pianta rustica e che sa resistere bene a tutti i climi italiani.

Un’altra pianta ornamentale ricca di profumo è il calicanto




un arbusto alto circa 2,5 metri che genera fiori profumatissimi tra gennaio e febbraio.

  • Il calicanto ama tutti i tipi di terreno
  •  cresce bene ovunque ma in posizione soleggiata,
  • Dovete avere l’accortezza di collocarlo accanto a un muro per ripararlo dal freddo e dalle correnti d’aria più intense.

Sempre a proposito di  piante per la casa, arredo giardino e terrazzo:

{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.