Pergolato: permessi, caratteristiche e come arredarlo

Il pergolato è una soluzione utile per coprire il terrazzo e sfruttare a pieno lo spazio esterno. Ecco tutto quello che bisogna sapere sulla sua costruzione.

Definizione

Il pergolato si definisce come una costruzione priva di aperture laterali, realizzata con quattro o più travi poggiate al suolo.

Si tratta di una deliziosa soluzione d’arredo esterno, che può trovare la sua posizione ideale nei giardini, a ridosso delle abitazioni o delle corti. Spesso questa tettoia viene sfruttata per coprire i terrazzi.

Prima di realizzare il pergolato è importante considerare alcuni fattori. Per questo motivo cerchiamo di fare un po’ di chiarezza per capire come bisogna muoversi.




Le normative

Innanzitutto bisogna considerare i permessi di costruzione. In base alle caratteristiche strutturali e alle leggi comunali,  può necessitare di un apposito permesso per poter essere costruito.

Pergolato

Se poggia al suolo con delle colonne fisse, allora è necessario richiedere il permesso di costruire al Comune di residenza.

La teoria vuole che, con questa natura, il pergolato vada a contribuire al conto delle superfici accessorie.

Lo stesso vale per le membrane che avvolgono la struttura, che potrebbero necessitare degli oneri di urbanizzazione.




In termini generali, la regola vuole che la struttura ferma e stabile richieda dei permessi, mentre quella mobile richieda solo il permesso edilizio.

Molto dipende anche dalle dimensioni e, soprattutto, dalle leggi vigenti in ogni Comune in materia di urbanistica.

Prima di pensare alla progettazione è quindi importante informarsi presso l’Ufficio Tecnico.

In questo modo si potrà comprendere da subito se si tratta di un’opera agevole o se andrà a pesare eccessivamente dal punto di vista degli oneri contributivi dell’abitazione.




Pergolato o gazebo?

Il pergolato viene spesso assimilato al gazebo, che al contrario non richiede permessi perché vanta una struttura molto più leggera e amovibile.

In fase di scelta è quindi importante considerare i pro e i contro della costruzione. Se si desidera ottenere uno spazio esterno coperto e ben stabile, allora può essere una ottima soluzione.

Mentre se l’area da proteggere è contenuta e la si vuole spostare all’occorrenza, allora il gazebo può rappresentare una scelta più comoda, duttile e sicuramente meno dispendiosa.

Quali sono le caratteristiche?

Il pergolato può essere realizzato in legno, una soluzione esteticamente molto piacevole. Può diventare ancora più affascinante se completata con delle belle piante rampicanti.




La struttura così composta può essere definita con un tetto realizzato anch’esso in legno o con materiali edili.

E ancora si può optare per dei blocchi di cemento e magari definita con pietre a vista o con mattoni. Questa soluzione è stabile e definitiva e permette di realizzare una struttura esterna che definisce e decora gli spazi esterni con decisione.

Arredare il pergolato

Una volta definiti permessi, normative, materiali di costruzione metratura, ci si può divertire con gli arredi. Maggiore sarà lo spazio a disposizione, più creatività potrete mettere in campo.

Di certo non possono mancare comode Sedie da giardino e dei tavoli come punto d’appoggio. Durante la bella stagione potrete ricevere parenti ed amici all’aperto, per sorseggiare un aperitivo o organizzare una bella cena estiva.

Se lo spazio lo consente, potete abbellire il terrazzo con una chaise longue, un dondolo o dei divani con i pallet che andrete ad arredare con dei grandi Cuscini. Oramai in commercio i Mobili da giardino hanno raggiunto un livello di estetica e funzionalità molto elevato.




Per dare un tocco verde, posizionate qua e là piante da terrazzovasi in terracottaFioriere sospese.

Arredare gli esterni: ispirazioni

Per i tuoi esterni, ecco altre proposte da valutare:

Outbrain
{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.