Ristrutturazioni

Speciale Pavimenti in cotto, per esterni, toscano ed antico

I pavimenti in cotto sono una soluzione elegante, che ha superato le barriere del tempo mantenendo inalterati il suo fascino e il suo carisma.


Un materiale antico

Il cotto è infatti un materiale dalle origini molto antiche, già impiegato in epoca romana per realizzare pavimenti dalle diverse composizioni cromatiche.

E’ una scelta naturale che si ispira al “sapore” della terra ma sempre diversa perché caratterizzata delle sfumature di diversi colori come marronesabbiarosso, fino al giallo e al rosa.


 

E i pavimenti in cotto hanno saputo passare indenni non solo i tempi, ma tutte le mode. Ancora oggi si affermano come una scelta di gran stile, che può essere eletta sia nei pavimenti interni che nelle sezioni esterne.

I pavimenti in cotto oltre che belli sono naturali, perché il materiale deriva dalla lavorazione e successiva cottura (come suggerisce il nome) dell’argilla.

  • L’impasto di acqua e argilla viene infatti posto in stampi di forma e grandezze diversi e quindi essiccati.
  • La cottura viene messa in atto a mille gradi e serve per conferire resistenza e durezza a materiale, rendendolo forte e durevole al calpestio.

Per quanto riguarda gli usi interni, il cotto può essere impiegato in tutta la casa, anche se spesso viene sfruttato al meglio in cucina e in soggiorno.


Sembra naturale l’abbinamento  con l’arredo rustico ma sempre più i pavimenti in cotto vengono associati anche con un mobilio che va in tutt’altra direzione:

  • dall’industrial fino al moderno,
  • per un mix&match che crea un incontro ben riuscito fra passato, presente e futuro.

Pavimenti in cotto per esterni

I pavimenti in cotto per esterni vengono spesso usati per definire porzioni di patii, sottoportici e platee.

Questo materiale viene altresì utilizzato per rivestire scale e piastrellare sezioni del giardino e per completare i bordo piscina e le sezioni di laghetti o fontane da giardino.



Il cotto è un materiale adatto all’esterno per i seguenti motivi:

  • resiste molto bene agli attacchi degli agenti atmosferici,
  • è facile da lavorare quindi duttile e ben adattabile alle diverse richieste,
  • è soprattutto resistente dal punto di vista meccanico e durevole nel corso del tempo.

È importante considerare che la loro impermeabilità deve essere creata impiegando specifici prodotti in fase di finitura. Questi pavimenti  per esterni devono essere trattati con soluzioni specifiche, facilmente reperibili sul mercato.

A queste interessanti caratteristiche ‘fisiche’ si aggiunge il valore estetico del cotto.

Permette di evocare un’atmosfera rustica me allo stesso modo può dare vita all’unione fra antico e moderno in base all’architettura degli edifici o allo stile di arredamento.

Pavimenti in cotto antico

I pavimenti in cotto antico sono di assoluto pregio e possono essere acquistati sia in forma originale che ricreati attraverso specifiche lavorazioni e scelte dell’impasto argilloso.

Diverse sono le tipologie di pavimenti in cotto antico che possono essere scelte o ricreate.


Fra le maggiori vi sono le tavelle rettangolari: vengono ammattonate e spesso usate per definire stanze di ampie dimensioni, come le cucine o grandi soggiorni.

Vi sono quindi le raffinate disposizioni delle tavelle a spina di pesce: sono spesso racchiuse da una cornice che va a definire il perimetro della stanza e tante soluzioni che guardano al decoro, con disegni di tavelle e interposizioni di elementi anche figurativi.

I pavimenti in cotto antico possono riportare dei veri e propri disegni: dai più semplici ai più elaborati. Possono diventare sia all’ interno che all’esterno, una vera e propria sezione artistica inserita nel contesto abitativo.

Il restauro

Chi ha la fortuna di poter disporre di pavimenti in cotto antico è meglio che proceda al loro restauro, perché si tratta di un vero e proprio capitale.

Il restauro è un’operazione delicata perché il cotto può presentarsi poroso, soprattutto se molto antico.

In questo caso il consiglio è di chiedere aiuto a ditte specializzare per preservare il pregio, la bellezza e la forza che sono tratti distintivi di questa pavimentazione.

Il cotto toscano

L’Italia è terra madre del cotto e questi pavimenti sono considerati fra i più belli e pregiati.

In questo caso i pavimenti in cotto toscano si identificano con il cotto di Impruneta, in provincia di Firenze.

E’ un materiale che è stato impiegato nel corso dei secoli non solo nelle dimore private ma anche in molti (e meravigliosi) edifici storici che si trovano in Toscana.


pavimento in cotto toscano
cotto toscano

I pavimenti in cotto toscano presentano delle caratteristiche ben definite:

  • questo materiale è molto resistente,
  • facile da pulire,
  • traspirante, cosa che da un lato ne garantisce una grande salubrità, dall’altro lo rende atto ad assorbire i liquidi. Ecco perché i pavimenti in cotto toscano devono essere impermeabilizzati con appositi prodotti.

Dal punto di vista estetico, i pavimenti in cotto toscano sono anche molto naturali: il colore viene ottenuto senza l’uso di pigmenti aggiunti.

Le argille possono variare gradazione di colore a seconda di dove vengono estratte: dal rosa al marrone, fino ad alcune argille rosse molto intense e particolari nella resa estetica.

Pavimenti in cotto chiaro

I pavimenti in cotto chiaro vengono richiesti nei contesti neutri e se si desidera ottenere un effetto elegante ma non così ‘rustico’ come può derivare dall’impiego di cotti rossi o bruniti.

I pavimenti in cotto chiaro possono variare da tonalità rosate e tendenti al bianco, molto vicine alla pietra, fino a soluzioni che si avvicinano al sabbia o leggermente gialle.

pavimenti in cotto chiaro
Cotto chiaro

Questi pavimenti sono semplici quanto pregiati.

Permettono di giocare con un arredo molto eclettico.


La tonalità chiara della pavimentazione permette infatti di ampliare lo spettro cromatico sia delle pareti che dello stesso mobilio. La base è molto neutra e non aspetta altro che essere definita dallo stile d’arredo prescelto:

Come pulirli

Per quanto riguarda pulizia e manutenzione, questi tipi di pavimenti richiedano alcuni accorgimenti.

Il più importante è di non impiegare detersivi aggressivi nei lavaggi perché la composizione porosa del materiale potrebbe assorbirli e le sostanze chimiche potrebbero compromettere la struttura delle tavelle.

Trattandosi di un materiale straordinariamente naturale, il cotto richiede semplicemente di essere spolverato ed è buona norma applicare un protettivo apposito, anche una cera, per renderlo bello ma soprattutto impermeabile.

Per questo tipo di pavimenti  pulizia e lavaggio devono essere il più semplici e naturali possibili, magari eseguiti con detergenti neutri.

Dovete avere l’accortezza di lasciare asciugare al meglio la superficie lavata ad acqua, per evitare che si formino delle macchie o dei sedimenti che ne possono compromettere la resa e la bellezza.

Altri tipi di pavimenti

Seguite anche questi consigli per la vostra casa:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker