Camera da letto giapponese: consigli di arredamento

Forse non ci avrete mai pensato ma ecco alcune ottime ragioni per arredare una camera da letto in stile giapponese

Camera da letto giapponese: la scrittrice Lada Ray ha detto: “In it’s highest and purest form, good feng shui signifies perfect alignment between inner and outer worlds.” (Letteralmente: “Nella sua forma più alta e pura, il buon feng shui significa un allineamento perfetto fra il mondo interno e quello esterno”)

Camera da letto giapponese

Camera da letto giapponese: guardate che esempio lumimoso

Questa citazione può essere applicata alla camera da letto in stile giapponese, una camera da letto che sfrutta i principi del feng shui per essere semplice, armoniosa e ariosa, grazie alla scelta di mobilia minimal.

Gli spazi della camera da letto giapponese sono utilizzati nel migliore dei modi con lo scopo di ottenere un ambiente funzionale con il minimo indispensabile, eliminando totalmente la confusione e il disordine.

Consiglio: scoprite anche il nostro speciale sulle doghe in legno per letti con tutti i prezzi e le offerte online




Una camera in stile orientale, infatti, segue una linea razionale dove i soprammobili e gli oggetti inutili sono ridotti all’osso, così come i mobili.

Camera da letto giapponese : Tatami e Futon

La vera camera giapponese — quella che potremmo trovare in un appartamento di Tokio, per intenderci — è composta da un armadio ad ante scorrevoli (spesso a muro), delle stuoie tatami sopra le quali va appoggiato il materasso Futon e da qualche pannello divisorio in carta di riso. Considerato che tutto questo è prettamente caratteristico ma poco fattibile nel nostro mondo occidentale, si può quindi pensare di riadattare i concetti base dello stile giapponese per creare una camera dal gusto orientale  che non sia eccessivamente spartana.

Suggerimento: scoprite anche i divani letto futon

Le stuoie tatami possono essere sostituite con dei tappeti in bambù o in paglia intrecciata, mentre per quanto riguarda il letto si può scegliere una struttura bassa con doghe in legno, che permette di dormire comodamente senza rinunciare al look giapponese.

Se non si dispone di un armadio a muro si potrà pensare di inserire nella camera un armadio con ante scorrevoli, possibilmente in materiale naturale, che non occupi troppo spazio. I pannelli divisori, invece, serviranno per creare una zona “cabina armadio” dove vestirsi e spogliarsi con tranquillità.




Camera da letto giapponese: gli altri accessori per arredare una camera da letto in stile giapponese

Gli accessori della camera giapponese sono davvero pochi ed essenziali; si può inserire nell’ambiente una pianta, magari un bonsai, un diffusore di essenze naturali, magari una lampada da terra. L’importante è non esagerare e mantenere sempre un ambiente semplice e puro.

Per questo motivo l’illuminazione e i colori faranno sicuramente la loro parte: le tinte neutre sono l’ideale per la camera giapponese, così come i colori della natura — verde, marrone, il colore del legno… L’illuminazione, invece, è parecchio soffusa e leggera, con sottotoni caldi.

Se questo approfondimento su come arredare una camera da letto in stile giapponese vi è piaciuto ed amate l’Oriente, eccovi altri articoli da non perdere su questo tema:

{ 0 comments }

KIWANI DOLEAN

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?