Tappeti: come scegliere un tappeto per casa

Eccovi la nostra guida pratica su come scegliere un tappeto per casa, moderni ma non solo, dai materiali ai suggerimenti su come pulirli in maniera naturale

Tappeti: il tappeto è un elemento d’arredo fondamentale per la casa. Molte sono la ragioni, in quanto il tappeto isola il pavimento dallo spazio calpestabile, assicura una buona tenuta del calore e crea una sorta di barriera tra esterno e interno della casa.

Tappeti: come scegliere un tappeto per casa

Tappeti: ecco come scegliere un tappeto per casa, un elemento fondamentale nell’arredamento

Diventa quindi importante cercare di scegliere un tappeto di ottima fattura e composto con materiali di realizzo ottimi. Queste caratteristiche aiutano non solo a render il tappeto salubre, ma contribuiscono a definirne la durata in termini di tempo.

Come scegliere un tappeto per casa: i materiali migliori

Se in casa vi sono dei bambini, è importante scegliere un tappeto composto in fibre naturali quali il cotone, il lino, la lana e la canapa e prestare attenzione che i colori siano assolutamente atossici.

Solo in questo modo il contatto con pelle diventa sicuro e non si presenta il pericolo di contaminazioni da batteri e da funghi. Veniamo ora a comprendere come è possibile scegliere un tappeto di ottima qualità.




La prima regola  importante da seguire su come scegliere un tappeto per casa si basa sulla composizione dei materiali. Come detto, è sempre meglio preferire le fibre naturali ed evitare le composizioni sintetiche. Ricordiamoci, infatti, che il poliestere e i materiali chimici derivano spesso dal petrolio. Vi appoggereste su una base di benzina? E i vostri bambini? Ecco che l’etichetta deve riportare la percentuale di tessuto e l’eventuale presenza di gomme e di parti chimiche (da evitare se possibile!)

Veniamo ora alle colorazioni. I colori naturali sono da preferire, ma ovviamente presentano un costo elevato. In questo caso ci si deve affidare a marchi di comprovata esperienza, oppure optare per soluzioni etniche. I tappeti orientali seguono una lavorazione artigianale e una tecnica di colorazione molto particolari. Oltre alle ‘spese di spedizione’, questo fatture contribuisce di gran lunga a rendere il loro prezzo così alto!

Nella scelta del tappeto ideale è importante comprendere la lavorazione, la quale può essere eseguita manualmente, i cosiddetti tappeti intrecciati a mano, oppure attraverso le macchine, la soluzione più industriale.

  • Un tappeto di origine mediorientale sarà quasi sicuramente prodotto a mano
  • i tappeti commercializzati da Ikea vengono prodotti in serie attraverso una produzione a catena.

Ecco che la bellezza e la qualità dei tappeti annodati a mano si traducono in una bellezza del tappeto scenografica e in una durata definita per lungo tempo.

Non solo, in quanto i tappeti artigianali possono essere ravvivati e risanati negli appositi negozi, mentre i tappeti in serie rovinati sono rovinati e non c’è scampo! In termini più semplici, la bontà e il pregio dipendono da:




– composizione naturale

– colorazione non tossica

– lavorazione manuale

– possibilità di aggiustare e di lavare in modo profondo presso i centri specializzati

Tappeti: come lavare e pulire il tappeto in casa

Dopo aver analizzato i materiali più idonei per il vostro tappeto, ecco ora i consigli pratici su come lavarlo e pulirlo anche in casa ed in maniera naturale, potete leggere qui:

Dopo aver letto la nostra guida su  come scegliere un tappeto per la vostra casa, eccovi infine altri articoli molto interessanti che vi consigliamo di leggere se siete in cerca di idee per i tappeti per arredare la vostra casa:

Outbrain
{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.