Guida all’utilizzo corretto dell’asciugatrice

Ecco la nostra guida su come usare l’asciugatrice nel modo corretto.

L’asciugatrice è un’ottima soluzione per velocizzare l’asciugatura della biancheria. Soprattutto se si vive in città e lo stenditoio in casa è davvero ingombrante. E’ molto adatta per chi vive in un luogo freddo e umido e i tempi di asciugatura sono troppo lunghi.

come usare l'asciugatrice nel modo corretto

E’ un elettrodomestico utile e sempre più diffuso: può essere acquistata separatamente oppure sotto forma di lavasciuga, ovvero come lavatrice e asciugatrice in un unico modello.

Per utilizzarla al meglio e mantenerla perfetta nel tempo è opportuno seguire qualche semplice regola che vi spiegheremo in questo approfondimento.

Prima di passare al corretto utilizzo, ecco una panoramica veloce su come funzione questo elettrodomestico.

Scegliere la giusta asciugatrice: cosa valutare prima di acquistarla

Lo sviluppo tecnologico ha compiuto passi in avanti aumentando i benefici dei nostri elettrodomestici: ci sono alcuni parametri che dobbiamo considerare prima di acquistare un’asciugatrice.

  1. Se acquistiamo online l’elettrodomestico fare attenzione: assicurarsi di avere il corretto collegamento quindi controllare prima la fonte di collegamento di potenza.
  2. La capacità: cioè la quantità di panni che possiamo inserire nella asciugatrice.
  3. Le misure. Un’asciugabiancheria ha una dimensione standard di 60 cm di larghezza, 60 cm di profondità ed 85 cm di altezza: le misure sono uguali a quella di una lavatrice standard. Ma esistono anche modelli salvaspazio di soli 45 cm di larchezza però con minore capacità.
  4. Tenere presente i decibel di rumorosità che emana durante il suo funzionamento per poterla usare a qualsiasi ora del giorno o della notte.
  5. Risparmio energetico: conviene spendere qualche euro in più e acquistarne una di classe energetica A++.
  6. Funzioni non standard: alcune asciugatrici sono dotate di funzioni come l’asciuga inverso (per asciugare velocemente) oppure la funzione per tenere separati i vestiti oppure la funzione di cura delle pieghe (a programma terminato l’essiccatore gira di tanto in tanto, per evitare che i vestiti si sgualciscono).

Le diverse tecnologie per il funzionamento dell’asciugatrice

  • ventilata o a evacudone, è un tipo di asciugatrice che toglie l’aria umida dalla macchina e la porta all’esterno attraverso un tubo.
  • con condensatore, questo tipo di macchina rilascia l’acqua in un contenitore che deve essere svuotato quando lo segnala la spia luminosa
  • ad acqua sono collegate con l’impianto idrico ed espellono l’acqua di condensa attraverso il tubo di scarico, che può essere in comune con la lavatrice. La rumorosità di questi apparecchi è inferiore rispetto a quella degli altri.
    -lavasciuga, perfetta se si ha poco spazio, poiché consente di effettuare il lavaggio e successivamente di asciugare i propri capi utilizzando lo stesso elettrodomestico, ma il suo costo risulta è superiore (quasi il doppio appunto).

Come si usa correttamente l’asciugatrice

A volte non risulta chiaro il funzionamento e, quali metodi adottare correttamente. Ecco alcuni consigli utili su come sfruttare e usare l’asciugatrice in maniera intelligente risparmiando energia elettrica e mantenendo sempre intatta l’asciugatrice.

Dividere gli indumenti per composizione.

Per asciugare correttamente gli indumenti, innanzitutto li dovrete attentamente selezionare secondo la composizione del tessuto e il grado di asciugatura scelto. Gli indumenti vanno raggruppati in base al tessuto e al grado di asciugatura desiderato.

Attenzione: ecco lo speciale su che vestiti non mettere nell’asciugatrice

Leggere le etichette di lavaggio

Prima di selezionare il programma, oltre a leggere le indicazioni riportate sul libretto di istruzioni dell’apparecchio, non bisogna dimenticare di controllare anche l’etichetta di lavaggio applicata sui diversi capi. Se il cerchio è barrato, l’asciugatura a macchina non è consigliabile. A proposito ecco la guida ai simboli della lavatrice.

Centrifugare

Prima di procedere ad asciugare i panni, bisogna ricordarsi che è meglio attivare la centrifuga in modo da smaltire l’acqua in eccesso che renderebbe quasi impossibile asciugare la vostra biancheria.

Asciugare e rinfrescare

La potrete usare non solo per asciugare gli abiti bagnati, ma grazie alla sua azione ad aria fredda, è adatta per rinfrescare e deodorare quei capi umidi che a causa di una lunga permanenza nell’armadio, hanno assunto odori di muffa.

La funzione refresh invece, permette di togliere gli odori dai vestiti maleodoranti, anche quelli persistenti come ad esempio il fumo. Questo programma ha una durata di 30 o 40 minuti.

Usare prodotti idonei

Per questo programma, servitevi di prodotti o additivi solo raccomandati dai produttori, onde evitare che la garanzia non vi copra su eventuali danni.

Non caricare troppo

Per evitare di stropicciare troppo i vestiti così da poter ridurre al minimo l’impiego del ferro da stiro, è bene non caricare troppi capi all’interno dell’asciugatrice. Scegliete dunque con precisione il grado di asciugatura: è bene mantenere sempre i capi un po’ umidi se non volete seccarli troppo ed essere quindi costrette a stirarli con più fatica.

Non caricare troppo la asciugatrice così i panni saranno più stirati.

Alcuni consigli per allungare la vita dell’asciugatrice

Se vogliamo che l’asciugatrice che funzioni sempre correttamente e se non vogliamo chiamare tecnici ed idraulici è necessario evitare alcuni errori e prendere alcuni accorgimenti.

  • Tenerla, ad una temperatura di circa 15-16 gradi. L’asciugatrice funziona sfruttando l’aria calda di un ambiente domestico, per cui se quest’ultimo specie in inverno è molto freddo, come ad esempio un garage o l’esterno dell’abitazione, il bucato non si asciuga subito, e l’apparecchio funziona senza garantire il massimo risultato e con uno spreco inutile di energia elettrica.
  • Controllare il sensore di umidità. Alcuni modelli di asciugatrici montano di serie un sensore di umidità, che se non fa contatto sul cestello, rileva valori sbagliati e la macchina si interrompe, non essendo in grado di controllare in automatico l’asciugatura. Inoltre può accadere che alcuni capi restano bagnati, mentre altri si asciugano invece in modo corretto.
  • Pulire il filtro ogni 10 utilizzi circa. Se lavati in maniera corretta, gli indumenti trattengono sempre un poco di lanugine. Per garantire la massima efficienza dell’apparecchio, il filtro va quindi periodicamente estratto e pulito con una spazzola morbida. Il filtro si estrae e si pulisce o sotto l’acqua corrente del lavandino, oppure soffiandolo con un compressore nel caso in cui si siano formate fastidiose pelurie. ln molti dei modelli recenti, una spia a led indica quando è il momento di intervenire.

Pulire il filtro dalla lanugine @Miele.

Consiglio: inserire all’interno del cestello un foglietto profumato di quelli che si trovano comunemente in commercio.
Riduce notevolmente la formazione di elettricità statica e di lanugine, perciò conviene usarlo (ricordate che ogni foglio è efficace soltanto per un ciclo).

Altri consigli per la scelta dell’asciugatrice

Tante recensioni e guide per scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze.

{ 0 comments }

SCRIBIO

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento