Come arredare low cost la prima casa con un piccolo budget

Eccovi il nostro speciale arredamento low cost: la nostra guida pratica con tanti consigli utili per arredare con  poco la vostra prima casa

Arredare low cost la prima casa significa puntare su pochi elementi essenziali e indispensabili.

Ma low cost non significa per forza di cose abbassare la qualità generale, in quanto molti sono i trucchi per poter contare su elementi funzionali e duraturi, reperiti ad un prezzo equilibrato.

Speciale arredamento low cost

arredamento low cost: anche con un budget limitato si possono arredare bene i vostri ambienti

Tutto ciò che serve sono tempo, ingegno, spirito di adattamento e creatività.

In cambio si possono ottenere risultati strepitosi con un budget limitato, impiegando le risorse a disposizione con intelligenza e lasciando da parte tutto ciò che può essere considerato superfluo.

La cucina

Iniziamo dal mobilio della cucina low cost, il quale deve essere coerente all’uso che si desidera mettere in atto.

E’, infatti, inutile acquistare costose apparecchiature se sappiamo a malapena cucinare un uovo.

Certamente ogni cosa può evolversi, ma una cucina di base di buona qualità può essere acquistata anche presso IKEA, con il valore aggiunto di poter contare su pezzi componibili e facili da assemblare.

Consiglio: leggete anche il nostro speciale su mobili Ikea per arredare casa con 3000 euro

Per donare leggerezza all’insieme si possono sostituire le mensole, elementi spesso molto costosi, con piani in alluminio e mensole e scegliere un armadio da restaurare per definire lo spazio riservato alla dispensa.

Tavolo e sedie low cost

Il tavolo del soggiorno e le relative sedie possono essere acquistate in uno show room, chiedendo se ci sono pezzi provenienti da fiere o da esposizioni.

Grazie a questo piccolo trucco è possibile acquistare pezzi molto buoni ad un costo dimezzato rispetto all’originale.

Divano e arredamento low cost

Il divano low cost può essere costruito in autonomia, assemblando e dipingendo del colore preferito alcuni pallet o bancali.

Una volta costruita la struttura si possono aggiungere cuscini di ogni genere e dare vita ad un divano comodo e di chiara ispirazione coloniale.

Bagno low cost

Anche il bagno può essere arredato approfittando di elementi che provengono da fiere o esposizioni del settore.

Molti esercizi commerciali propongono sanitari, lavabi e una rubinetteria scontata solamente perché è stata esposta in vetrina.

Ricordiamoci inoltre che tali esposizioni non possono durare più di un mese, in quanto avviene il naturale cambio di merce e quindi l’elemento non può avere subito danni irreversibili.

Per quanto riguarda le piastrelle di rivestimento o le pietre se si ama il genere, è utile recarsi presso empori del settore e chiedere se ci sono resti di magazzino, magari caratterizzati da leggeri difetti di produzione.

Non è raro incontrare offertissime di questi materiali, soprattutto se il bagno è piccolino e quindi serve poco materiale per rivestirlo.

Arredamento low cost: la camera da letto

La camera da letto può essere arredata on una struttura semplice, magari resa personale da una verniciatura o da un rivestimento.

Un elemento sul quale non si deve lesinare è il materasso, in quanto stiamo parlando della salute della schiena.

Anche il tappeto è un elemento che merita di essere scelto di buona qualità, soprattutto se ci sono bambini in casa.

Per quanto riguarda i tessili, un modo per arredare low cost la prima casa consiste nell’acquistare grandi quantità di stoffe e chiedere a qualcuno di fiducia di confezionare i tessili.

In questo modo la continuità stilistica è garantita ed è possibile disporre di elementi assolutamente personali!

Illuminazione low cost

Veniamo infine ai sistemi di illuminazione, elementi fondamentali per definire la casa.

Se si ama il genere retrò, l’unico modo per risparmiare è quello di recarsi nei mercatini dell’usato e fare incetta di lampade, abat jour usate.

Dopo avere ricevuto una bella rinfrescata, questi elementi possono davvero decorare la casa in modo originale, soprattutto se vengono scelti in forme e colori diversi.

Camera per bambini low cost

Su questo ambiente abbiamo scritto un approfondimento dedicato che potete trovare qui:




Arredamento low cost in 10 punti

E per finire eccovi dieci consigli di sintesi.

Modelli in esposizione

Scegliere una cucina in esposizione. La cucina è la base della casa e deve essere di ottima qualità, sia nella struttura che negli elettrodomestici.

Un piccolo trucco per risparmiare risiede nel fare un bel giro dei negozianti e chiedere di vedere le cucine che sono rimaste in esposizione oppure che sono state usate per fiere del settore. Può capitare di incontrare un modello che piace, risparmiando anche fino al 50% sul prezzo di listino.

Anche per il bagno ci si può affidare a prodotti provenienti da fiere o esposizioni. Abbiamo la sicurezza che non stati usati e difficilmente si presentano rovinati. Il risparmio è davvero notevole, fino al 70%.

Mercatini

Scegliete tavolo e sedie nei mercatini e lavorali per rimetterli a nuovo.

I mercatini dell’usato traboccano di mobili. Il tavolo e le sedie, elementi spesso costosi, possono essere acquistati in queste strutture, carteggiati per bene e rimessi a nuovo con vernici e prodotti nutrienti per il legno. Certamente costerà un po’ di fatica, ma in cambio si otterrà una soddisfazione immensa!




Scampoli in stock

Per i tessili è preferibile scegliere un unico, grande scampolo di tessuto, dal quale ricavare i tendaggi e i copri cuscini.

Se mamme o nonne lavorano di cucito il gioco è fatto, altrimenti ci si può affidare a sarte oneste, chiedendo un po’ in giro sui prezzi. Gli scampoli acquistati in stock costano meno e offrono composizioni di tessuti spesso ottimi!

Bancali

Usare i bancali per le creazione di tavolini e per dare vita al letto vi aiuterà nel vostro arredamento low cost. Belli, originali e facili da lavorare, questi legni possono davvero aiutare a risparmiare, dando vita ad elementi molto interessanti.

Divano marocchino

Scegliere il divano marocchino, ovvero prevedere l’acquisto solo dei cuscini. Il divano marocchino a terra è accogliente e originale, perfetto sia nelle stanze piccoline che per arredare gli ambienti grandi. Recandosi all’Ikea, si possono incontrare soluzioni di materassi molto economici, da rivestire a piacimento e posizionare a terra come fossero cuscini del divano.

Fai da te

Costruire da sé l’armadio a muro. Il cartongesso è un materiale economico e resistente. Costruire un armadio in cartongesso a scomparsa nella parete è una soluzione funzionale e decisamente conveniente.

Riciclo creativo

Ogni oggetto decorativo può essere di recupero. Restaurando con il fai da te elementi in metallo, gabbie vecchie e oggetti antichi, si può dare vita a un decoro molto economico, indispensabile per rendere la casa accogliente.




Divertitevi con fantasia

Usiamo la fantasia, sempre e in ogni occasione. Solo in questo modo si può arredare la casa risparmiando. Certamente il percorso è un po’ in salita, ma vogliamo mettere la soddisfazione di un arredo completamente personale?

Un arredamento low cost è possibile e divertente.

Certamente non stiamo parlando di una soluzione ‘chiavi in mano’, ma la soddisfazione finale potrebbe essere grande e, soprattutto, diventa possibile salvaguardare tanti denari da investire in progetti alternativi, quali ad esempio un bel week end relax dopo tutta la fatica fatta per arredare la prima casa!.

{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento