Quando pulire i condizionatori e come farlo, da soli o tramite un professionista

Speciale pulizia condizionatori. Come pulire e sanitizzare il vostro condizionatore? Come manutenere la climatizzazione con pompa di calore?  Quando pulire i filtri dell’aria condizionata? Tante domande a cui cercheremo di dare risposte specifiche in più approfondimenti.

L’aria condizionata è utile per regolare la temperatura in casa. Ma la manutenzione è essenziale per mantenere l’aria sana e per garantire prestazioni ottimali.

Alcune semplici cose possono essere fatte anche da soli per pulire il vostro impianto di aria condizionata in modo da avere una casa fresca e un’atmosfera impeccabile.

pulizia condizionatori

pulizia condizionatori: consigli per una manutenzione ordinaria

Eccovi la procedura da seguire per pulire il condizionatore anche da soli.

Pulizia condizionatori: perché è necessaria?

L’impianto di climatizzazione raffredda l’aria all’interno della casa e la ventila per garantire una buona qualità.

I condizionatori d’aria reversibili possono anche raffreddare o riscaldare l’aria interna della vostra casa a seconda della stagione.

Pertanto, è possibile utilizzare questo dispositivo tutto l’anno in base alle proprie esigenze. Ma per consentire al vostro climatizzatore di svolgere le sue funzioni, è necessaria una pulizia frequente.

Ci sono due buoni motivi per pulire l’impianto dell’aria condizionata in casa:

Il primo motivo riguarda il corretto funzionamento della ventilazione. Come tutti gli apparecchi, anche l’aria condizionata necessita di una manutenzione regolare per funzionare in modo ottimale, ma anche per garantirne la durata nel tempo.

L’installazione dell’aria condizionata è costosa, è importante prolungarne la durata di vita. La pulizia dell’impianto di climatizzazione della vostra casa garantisce un utilizzo ottimale ed evita qualsiasi guasto delle unità.

Pulizia condizionatori

Pulizia condizionatori: fondamentale mantenere puliti i filtri

Il secondo motivo è la qualità dell’aria che si respira a casa vostra. Infatti, l’aria condizionata è dotata di filtri ma quando questi filtri sono sporchi o ingombranti, non agiscono più come “purificatori “dell’aria.

Al contrario, essi possono portare anche germi e microbi che possono invadere la vostra casa.

Se non vengono adeguatamente puliti dalla polvere, la soffieranno in casa con anche tutte le particelle che possono causare allergie.

Una pulizia regolare e corretta è quindi essenziale per garantire che l’aria rimanga sana e non inquinata. La qualità dell’aria che respiriamo dipende dalla manutenzione.
In breve, la pulizia di un condizionatore in casa consente di

  • ottenere un funzionamento ottimale dell’aria condizionata,
  • ventilare l’interno della casa con aria sana
  • prolungare la vita tecnica delle unità.

A seconda dell’uso, la frequenza di pulizia del condizionatore d’aria varia. Scopri quando e con quale frequenza dovete pulire il vostro condizionatore d’aria.

Pulizia condizionatori: quando bisogna farla?

Per pulire l’aria condizionata, dovete segnarvi le date in calendario e farla diventare un’abitudine, come per il tagliando della vostra automobile.

Ma la frequenza con cui si pulisce un condizionatore d’aria dipende anche dal tipo di apparecchio che si ha a casa.

Alcuni sono dotati di una spia, altri no.

Ecco quando pulire il condizionatore d’aria o l’aria condizionata reversibile a pompa di calore a seconda dell’unità:

Per i condizionatori d’aria dotati di una spia di servizio, la manutenzione deve essere eseguita quando la spia si accende. Ciò significa che i filtri sono sporchi.

Per gli impianti di climatizzazione senza spie luminose, dovrebbe essere sufficiente un intervallo di pulizia di 2 o 3 settimane. È anche possibile controllare visivamente lo stato dei filtri.
Come regola generale, prima di rimettere in funzione tutti gli impianti di climatizzazione, è indispensabile una pulizia primaverile.

Il non utilizzo prolungato dell’unità può causare l’intasamento dei filtri e dei circuiti. Pertanto, prima di rimetterli in funzione, dovete pulirli accuratamente per rimuovere la polvere.

Alcuni filtri possono anche purificare e deodorare l’aria, in particolare i condizionatori dotati di filtro HEPA.

Anche se il manuale deve fornire la frequenza di manutenzione di questo tipo di filtro, generalmente si svolge ogni tre mesi per il depuratore e tre anni per il deodorante per l’aria. Sarà inoltre necessario sostituire questo filtro HEPA con uno nuovo a seconda dell’utilizzo dell’aria condizionata (ogni 1-2 anni circa).

Come effettuare la pulizia dell’impianto di climatizzazione

Cominciamo con i filtri spiegandovi come pulirli anche da soli. Se noterete che filtri sono usurati o danneggiati, è consigliabile sostituirli.

Pulizia condizionatore: i filtri

Il metodo di pulizia è semplice: per rimuovere la polvere dai filtri dell’aria condizionata e pulirli, è necessario rimuoverli. Quindi, è necessario prima passare l’aspirapolvere per rimuovere la polvere. Quindi è sufficiente rimuovere lo sporco con un panno umido e acqua saponata. Fatto questo tutto quello che dovete fare è rimontarli.

Eccovi il nostro speciale dedicato proprio alla pulizia dei filtri dell’aria condizionata.




Per una pulizia più a fondo

Per pulire a fondo il condizionatore d’aria, potete procedere come segue. Naturalmente la prima cosa da fare è interrompere l’alimentazione elettrica.

Spolverate ora l’unità interna: utilizzate sempre un panno umido, ma  senza acqua saponata, rimuovete la polvere dal corpo dell’unità, dalle uscite dell’aria e dai tubi flessibili.

Pulizia condizionatori

Pulizia condizionatori: potete utiizzare anche prodotti detergenti specifici

Quindi strofinate con un panno asciutto. Se il contenitore dell’apparecchio è sporco, dovete procurarvi un prodotto speciale per l’aria condizionata e pulirlo seguendo le istruzioni riportate sul flacone.

Consiglio: ci sono prodotti specifici per pulire, disinfettare e deodorare il vostro impianto di climatizzazione li vedremo in seguito. È quindi possibile pulire i filtri del condizionatore d’aria e rimuovere i cattivi odori con questi detergenti . Non perdetevi anche lo speciale su come eliminare i cattivi odori del condizionatore




Come mantenere l’unità esterna

Rimuovete le foglie o qualsiasi altra sporcizia che possa ostruire la presa d’aria.

Inoltre, il vassoio della condensa deve essere svuotato e pulito a fondo. Un panno umido è perfetto per pulire il guscio dell’unità.

Ricordatevi anche di controllare lo stato dei tubi.

Il climatizzatore reversibile va manutenuto come un semplice condizionatore d’aria. Dato che la climatizzazione reversibile è destinata ad essere utilizzata tutto l’anno, come climatizzazione in estate e come riscaldamento in inverno, una manutenzione regolare sarà quindi sufficiente per mantenerlo in buone condizioni.

Pulizia condizionatori: prodotti detergenti e disinfettanti

La pulizia può essere completata con l’acquisto di un disinfettante. Questi  prodotti detergenti e disinfettanti sono generalmente utilizzati per pulire l’unità  interna di condizionamento.

Di solito si trovano sotto forma di spray o bombolette.




Offrono diverse fragranze per pulire e disinfettare il vostro impianto di aria condizionata ed ottenere un ambiente interno di con una migliore qualità.

Alcuni prodotti sono efficaci per evitare che nei tubi si installino diversi batteri come la legionella. Questi trattamenti contro i batteri sono semplici da usare ed efficaci.

Una manutenzione professionale

Per una migliore pulizia dell’impianto dell’aria condizionata, è possibile stipulare un contratto di manutenzione con un tecnico specializzato.

Nella maggior parte dei casi, il contratto di manutenzione viene concluso al momento dell’installazione del climatizzatore. Il professionista ha a disposizione strumenti specifici per pulire e purificare l’intera rete di tubazioni. I batteri vengono eliminati e l’aria è sana e priva di impurità.




Il contratto di manutenzione include anche la pulizia dei filtri e dell’interno dell’unità. Il tecnico  verificherà anche che non vi siano perdite sull’impianto e che non siano presenti elementi con un’usura avanzata che devono essere sostituiti.

In caso di guasto o guasto dell’impianto di climatizzazione, è consigliato rivolgersi al tecnico per la riparazione grazie al contratto di manutenzione.

Manutenzione obbligatoria da parte di un professionista certificato

Se l’impianto di climatizzazione contiene più di 2 kg di refrigerante o la potenza del condizionatore è superiore a 12 kW, è necessario sottoporlo a un controllo annuale da parte di un tecnico certificato. Si tratta di una manutenzione obbligatoria che comprende il controllo dell’intero sistema, la pulizia dei filtri e il controllo delle perdite.

Di solito è incluso nel contratto di manutenzione dell’installatore. In assenza di un contratto di manutenzione, dovete far ispezionare il vostro impianto almeno ogni cinque anni.

Costi di un contratto di manutenzione per un condizionatore d’aria reversibile

La manutenzione di un impianto di aria condizionata reversibile o semplice è compresa generalmente tra 80€ e 150€.

Il costo della manutenzione per un impianto con pompa di calore ha un costo più altro rispetto ad uno semplice.  Le variazioni di prezzo possono dipendere dalla vostra posizione geografica , dalla grandezza  o dal tipo di impianto da manutenere.

Tutto sull’aria condizionata in casa

Eccovi anche tutti inostri consigli per installare un impianto di climatizzazione in casa.

{ 0 comments }
Rossella Vignoli

ROSSELLA VIGNOLI

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento