Come eliminare i pesciolini d’argento in casa in maniera naturale

Come eliminare i pesciolini d’argento all’interno delle nostre case, in dispensa o in libreria: segui i nostri suggerimenti per liberartene in maniera definitiva ricorrendo a facili rimedi naturali.

Cosa sono?

Il loro nome è grazioso e sono assolutamente innocui per l’uomo, ma i pesciolini d’argento sono dei piccoli vermiciattoli che si nutrono di amidi. Possono popolare la nostra abitazione e diventare degli inquilini non propriamente graditi!

I pesciolini d’argento possono annidarsi ovunque, soprattutto negli armadi e nelle librerie, non mordono e non attaccano l’uomo. Sono animaletti che odiano la luce e si nutrono di tutto ciò che contiene amido, quindi di tessuti, carta da parati e libri.

Ecco che questi animaletti possono arrecare danno in casa ed è il caso di farli sloggiare, impiegando metodo naturali e semplici nell’applicazione.

Come eliminare i pesciolini d'argento

Come eliminare i pesciolini d’argento



Come eliminare i pesciolini d’argento in casa grazie all’igiene

La domanda sorge quindi spontanea, ovvero come eliminare i pesciolini d’argento in casa? Proviamo a vedere quali sono le soluzioni a disposizione.

Occhio alla pulizia!

La prima risposta è abbastanza scontata, ovvero è importante tenere pulita la casa. Quindi spolverarla e lavarla con cadenza settimanale e in profondità, per eliminare la polvere e scongiurare la proliferazione di questi insettini.

Arieggiare e far entrare la luce

Un’altra forma di difesa è arieggiare la casa e farle prendere più luce possibile, perché i pesciolini d’argento amano l’umidità e i luoghi scuri.

Ogni mattina apriamo quindi le finestre e facciamo prendere luce alle stanze, perché in questo modo scongiuriamo la loro comparsa e la loro proliferazione.

Controllare l’umidità

Se la casa è molto umida, cerchiamo di combattere il problema in maniera preventiva. Utilizziamo delle lampade di sale oppure acquistiamo dei deumidificatori. In questo modo ci garantiremo anche un’aria più salubre in casa.




Eliminare i pesciolini d’argento con i rimedi naturali

E se questi vermiciattoli avessero fatto capolino in casa vostra? A questo punto, la prima regola per eliminare i pesciolini d’argento in casa chiede di provare soluzioni naturali. È sempre meglio prima di affidarsi agli insetticidi chimici, che fanno male all’uomo e al nostro delicato eco-sistema.

Olii essenziali ed aromi

I pesciolini d’argento non sopportano alcune essenze soprattutto l’alloro, la citronella, il gingko biloba e la lavanda.

  • Possiamo quindi procurarci degli olii essenziali a base di queste piante e metterne alcune gocce nei cassetti o nelle aree dove li abbiamo visti con più frequenza.
  • In alternativa possiamo anche sistemare qua e là delle foglie d’alloro, ad esempio tra i libri.
  • Si tratta di un metodo naturale che, al contempo, profuma e sanifica tutto l’ambiente domestico. Ovviamente andranno periodicamente sostituiti.

Trappole naturali

Un metodo ingegnoso per eliminare i pesciolini d’argento in casa prevede di preparare delle trappoline naturali.

  • Prendiamo una patata, alimento di cui sono ghiotti, scaviamola e grattugiamone la polpa mettendola al suo interno.
  • Al contempo, riempiamola di olio essenziale di alloro o di lavanda e al mattino troveremo tanti esemplari al suo interno.
  • Queste esche devono però essere cambiate quotidianamente.

In alternativa basta un rotolo di giornale:

  • avvolgilo e tienilo ben saldo con degli elastici. Bagnalo in modo da rendere l’ambiente umido al punto giusto.
  • Lascialo di notte dove credi che possano insinuarsi i pesciolini d’argento.
  • Al mattino togli il giornale e srotolalo lontano da casa: sicuramente saranno tutti annidati lì dentro.

Ecco quindi che abbiamo compreso come eliminare i pesciolini d’argento in casa senza spendere soldini in prodotti chimici e profumando al contempo l’ambiente, grazie all’azione degli oli essenziali naturali.

Altri consigli per casa

Ecco altri consigli utili per risolvere i piccoli problemi in casa:

Outbrain
{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.