Ecco come lavare le scarpe in lavatrice senza rovinarle

Consigli pratici per lavare scarpe in lavatrice senza rischiare di rovinare le nostre calzature impostando programmi di lavaggio errati.

Dato che le indossiamo ai nostri piedi e camminiamo ovunque e in tutte le condizioni atmosferiche, le scarpe tendono a sporcarsi rapidamente,è quindi importante pulirle regolarmente.

Lavare le scarpe in lavatrice può sembrare complicato, ma non lo è. Ecco come procedere seguendo i nostri pratici consigli.


Lavare scarpe in lavatrice: come fare

Le scarpe, soprattutto quelle per il tempo libero, si sporcano e spesso non abbiamo il tempo per poterle lavare per bene a mano. Possiamo quindi lavare scarpe in lavatrice ma seguendo alcune accortezze, che ci permettono di non rovinarle e di ottenere degli ottimi risultati.

La prima cosa da fare è controllare che le scarpe siano abbastanza robuste da poter sopportare un lavaggio in lavatrice.

Non tutti i materiali per scarpe sono infatti lavabili in lavatrice. Infatti, la pelle può essere danneggiata una volta inserita nella macchina. D’altra parte, è possibile lavare le scarpe di tela perfettamente in lavatrice. Dovete sempre controllare a priori le etichette sulle vostre scarpe.

Verificato quindi i materiali con cui sono costruite, possiamo procedere ma come prima cosa togliamo le solette interne e i lacci, che avremo l’accortezza di lavare a parte.

Come lavare i lacci separatamente

In primo luogo, rimuovete i lacci e strofinateli energicamente con uno spazzolino da denti e sapone. Se li si lavate con il resto del bucato, metteteli in una piccola borsina in tessuto o nella tasca di un pantalone dello stesso colore in modo da non  rischiare di perderle.

come lavare scarpe in lavatrice

Lavare scarpe in lavatrice: seguendo i nostri consigli con cura eviterete danni ed avrete un ottimo risultato


Pretrattare le scarpe molto sporche

Se le scarpe sono particolarmente sporche, conviene sempre effettuare un primo trattamento a mano. Se ci sono macchie persistenti proviamo a lavarle a mano, magari aiutandoci con una spugna.

Anche se ci sono residui di terra e fango, è meglio procedere ad una pulizia accurata togliendo il grosso.

Quale programma scegliere

Una volta accertato che le scarpe sono abbastanza resistenti possiamo quindi procedere al lavaggio in macchina e impostiamo sempre un ciclo delicato se abbiamo dubbi.

Non impostiamo la centrifuga, massimo a 400 giri se si tratta di calzature in tela. Aggiungiamo un sapone per bucato che sappia sciogliersi anche alle basse temperature, meglio un detersivo liquido. Utilizzare un detersivo in polvere rischia di non sciogliersi a dovere e di lasciare quei fastidiosi residui a fine lavaggio.

Non aggiungiamo ammorbidente, al massimo dell’additivo disinfettante se vogliamo lavarle con cura e rinfrescarle.

Un altro passaggio fondamentale consiste nell’inserirle all’interno di un sacchetto di stoffa bucherellato. Questo aiuterà a proteggere le calzature dal contatto diretto con il cestello, evitando che possano subire danni.

Allo stesso tempo protegge anche il cestello stesso e le guarnizioni della lavatrice che potrebbero sviluppare ruggine al contatto con oggetti duri.

Lavare scarpe bianche in lavatrice

Per lavare scarpe in lavatrice di colore bianco possiamo procedere con lo stesso modo, quindi togliamo le solette interne e i lacci.

Andiamo ad impostare un lavaggio delicato se le scarpe sono leggere, ciclo sport se invece sono robuste. Le scarpe bianche possono risultare ancora macchiate, soprattutto nelle sezioni in gomma.

Quindi alla fine del lavaggio possiamo passare nella parte laterale della suola una gomma da cancellare per eliminare ogni residuo di sporco o macchia.


In caso preferiate lavarle a mano:

  • togliete i lacci che possono essere lavati in lavatrice
  • preparate quindi una miscela di acqua, detergente liquido e un po’ di bicarbonato di sodio.
  • Utilizzando una spazzola morbida imbevuta di impasto, strofinate tutte le parti della scarpa. In questo modo si rimuovono i segni di graffiatura.
  • Sciacquate bene le scarpe con una spugna per pulirle bene.

Il metodo per asciugarle è lo stesso del lavaggio in lavatrice e lo trovate di seguito.

Lavare scarpe in pelle o di tela in lavatrice

Se le calzature sono particolarmente delicate, come a esempio le scarpe in pelle o di tela, possiamo lavarle in lavatrice avendo sempre l’accortezza di inserirle in un sacchetto per il lavaggio. Un vecchio trucco consiste nell’inserire un asciugamano in disuso, di modo da creare una sorta di effetto cuscinetto.

In questo modo eviteremo il contatto diretto e non andremo a rovinarle.

Vi consigliamo ovviamente in ogni caso di non attivare mai la centrifuga. 

Per una pulizia rapida delle scarpe da ginnastica?

Se le scarpe da ginnastica hanno bisogno di una pulizia veloce, o se non avete tempo per asciugarle, è sufficiente lavare i lacci e le solette interiori, quindi passare bene le suole con una spugna. Queste tre azioni riporteranno le vostre scarpe da ginnastica ad un livello di pulizia accettabile 😉

Come far asciugare le scarpe

Una volta completato il ciclo, biscogna mettere le scarpe ad asciugare con cura, avendo l’accortezza di non esporle al sole diretto o di non metterle sopra un termosifone.

Anche se la tentazione è forte, non dovete mettere le scarpe nell’asciugatrice, in quanto questo potrebbe danneggiarle.

Per asciugarle più in fretta e ridurre l’umidità è inoltre opportuno mettere un asciugamano al loro interno (o anche una carta di giornale, ma attenzione alle macchie di inchiostro): toglietelo e cambiatelo dopo dieci minuti.

Dopo un altro quarto d’ora togliamo l’asciugamano e lasciamole asciugare all’aria, magari utilizzando una forma per scarpe se abbiamo paura che si deformino.


Potrebbero impiegare anche un giorno intero, asciugarle all’aria aperta non è rapido ma è sicuramente consigliato come metodo per non rovinarle.

È inoltre importante controllare che non vi sia alcun residuo di sapone, soprattutto se le scarpe sono in pelle, perché potrebbe essere deleterio per il materiale, seccarlo o addirittura macchiarlo.

Consiglio: la carta di giornale è ideale per assorbire l’acqua (è possibile utilizzare lo stesso consiglio per asciugare le scarpe dopo una giornata di pioggia, o se i vostri bambini si sono divertiti a saltare nelle pozzanghere).

Altri suggerimenti utili per togliere le macchie

Ecco altre guide che potranno aiutarti nel gestire le macchie su mobili e tessuti d’arredo:

{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento