Eccovi tutte le indicazioni per un bucato perfetto a mano o in lavatrice

Eccovi tanti suggerimenti utili e pratici su come fare il bucato senza danneggiare i vostri indumenti.

Spesso quando si va a vivere da soli ci si trova in difficoltà su come fare il bucato e si possono commettere degli errori che possono rovinare i vestiti, ma anche quando si acquistano dei capi nuovi.

Abiti che diventano grigi per il troppo detersivo o abiti macchiati da candeggina, maglioni infeltriti o che diventano piccoli.

Vi abbiamo dato tanti consigli su che lavatrice o asciugatrice acquistare ma ora capiamo anche come utilizzarle al meglio ;-).

Vediamo insieme alcuni consigli su come fare il bucato cominciando con accorgimenti utili prima di mettere a lavare gli abiti.

Prima di fare il bucato

Prima di fare il bucato è fondamentale eseguire degli accorgimenti o meglio dei rituali indispensabili per poi proseguire coi passaggi successivi e sono:

  • controllare i capi attentamente per vedere se necessitano di qualche riparazione o se stanno perdendo qualche bottone;
  • controllare che le tasche siano vuote e non contengano monete, banconote, documenti, giocattoli, attrezzi da lavoro e via dicendo;
  • dividere la biancheria intima dagli altri capi, e lo stesso vale per la biancheria dei neonati;
  • allacciare le cerniere;
  • rovesciare i jeans e gli abiti neri;
  • dividere i capi bianchi dai colorati, anche se oggi esistono programmi di lavaggio e prodotti che permettono di lavare tutto insieme;
  • controllare le temperature di lavaggio indicate nelle etichette.

Leggere le etichette

Leggere le etichette dei capi è fondamentale per evitare di sbagliare un lavaggio e trovarsi con del bucato rovinato. Sull’etichetta sono presenti tutte le indicazioni, sotto forma di simboli, necessarie per un corretto lavaggio del capo.

Cosa indicano i simboli nelle etichette:

  • simbolo di una vaschetta sottolineata bisogna usare un programma per capi delicati;
  • il simbolo della mano indica invece l’obbligo di un lavaggio a mano;
  • il triangolo vuoto indica che si può utilizzare la candeggina;
  • triangolo  barrato che è vietata la candeggina;
  • il triangolo con due linee oblique indica l’uso di sbiancanti a base di ossigeno e non di cloro.

Insomma l’etichetta ha ogni indicazione utile per evitare di commettere errori.

Indicazioni per un bucato perfetto

    • Lavare la biancheria intima separatamente da tutti gli altri capi per motivi di igiene, aggiungendo al detersivo un leggero disinfettante, utili i contenitori per rovinare i reggiseni col ferretto.
    • Prima di candeggiare, accertarsi dall’etichetta che sia permesso. Per i capi molto sporchi è possibile aggiungere la candeggina al sapone nella vaschetta. Evitare di mescolare però troppi prodotti fra loro ì, che diventano tossici e possono rovinare i tessuti.
    • Lavare i capi bianchi sempre separatamente dato che raccolgono i colori dagli altri indumenti;
Come fare il bucato

come fare il bucato: importante separare sempre i capi bianchi dai colorati

  • Pre-trattare con sapone liquido i colli, le giunture e i polsini, se possibile con prodotti antimacchia;
  • Lavare sempre al rovescio gli indumenti con ricami, applicazioni in paillette, stampe onde evitare che si rovinino a contatto con gli altri capi da lavare.
  • Lavare ad acqua fredda se non si tratta di sterilizzare: i lavaggi a 90°C sono eccessivi per l’energia che si spreca;
  • Una volta al mese aggiungere al normale detersivo due cucchiai di bicarbonato solo per i capi di cotone, aiuta ad evitare gli aloni gialli;
  • Utilizzare i foglietti acchiappa colore se si sospetta che qualche capo possa perdere colore durante il lavaggio;
  • Preferire detersivi naturali che non contengono sostanze chimiche, nocive per l’uomo e per l’ambiente.

Come fare il bucato in lavatrice

Il lavaggio in lavatrice, ha sostituto quasi completamente il lavaggio a mano, anche se a volte può lasciare insoddisfatti perché i capi escono ancora macchiati o scoloriti.

Importante dopo aver letto l’etichetta dei capi, sapere anche dove inserire il detersivo, il candeggiante a l’ammorbidente, quindi non dimenticate di consultare il libretto istruzioni della lavatrice. A volte può sembrare scontato ma non lo è.

Un’altro aspetto importante è il dosaggio del detersivo, metterne troppo rispetto alle indicazioni non dà un miglior risultato, anzi i residui di liquido possono rimanere sui capi lavati.

Non lasciare mai il cestello mezzo vuoto, questo può rovinare la lavatrice stessa, cercare invece di unire capi sia di grandi che di piccole dimensioni per agevolare la movenza nel cestello.

Come fare il bucato

Come fare il bucato: importante anche dosare bene l’ammorbidente

Inoltre, la lavatrice va sempre riempita il più possibile, senza superare il carico massimo portante dal cestello, per evitare sprechi di acqua e corrente.

Come fare il bucato a mano

Al giorno d’oggi fare il bucato a mano non è usuale, la lavatrice lo ha sostituito quasi in toto, a volte capita però che alcuni capi particolari debbano necessariamente essere lavati a mano, perché queste sono le istruzioni in etichetta, o altre volte essendo 1 solo capo da lavare si risolve lavandolo a mano. Come fare quindi?

Bene è molto semplice basta lasciare a bagno il capo in una bacinella per 1 h se molto macchiato, utilizzando dei detergenti smacchianti appositi, dopo procedere al risciacquo con abbondante acqua strizzare bene e mettere ad asciugare.

Nel lavaggio a mano è importante utilizzare sempre i guanti per evitare il contatto coi detergenti aggressivi che possono provocare anche irritazioni cutanee.

Bucato dei bambini

Gli indumenti dei bambini si sporcano molto più velocemente di quelli degli adulti e sono soggetti a lavaggi più frequenti.

I tanti lavaggi possono anche rovinare i tessuti, o ancora l’uso dei detersivi causare allergie e dermatite al bambino, per questo è bene utilizzare per i capi dei neonati sapone di marsiglia, bicarbonato e acido citrico.

Rimediare agli errori

E’ possibile nonostante mille raccomandazioni commettere qualche errore, come caricare la lavatrice con colori misti, erroneamente preso un capo colorato magari rosso dal cesto della biancheria ed ecco che tutto diventa macchiato.

E’ capitato a tutti, almeno una volta, di caricare la lavatrice per un lavaggio di colori forti (come rosso, blu scuro, nero, ecc) e di pescare per sbaglio dal cesto della biancheria sporca anche un indumento chiaro…

Il capo chiaro inevitabilmente diventa rosa, azzurro o leggermente ingrigito per la perdita della tinta degli altri capi.

Per riportare a nuova vita un tessuto bianco macchiato dal colore del resto del bucato basta veramente poco:

In caso vi succeda qualcosa di simile si può rimediare utilizzando degli appositi foglietti acchiappa colore:

  •  basta inserire in lavatrice gli indumenti macchiati da colore,
  • inserire il foglietto acchiappa colore e programmare il lavaggio consono alla stoffa da lavare.

Altri consigli per il vostro bucato

Ecco tanti suggerimenti specifici per il bucato in lavatrice ma anche tanti consigli per asciugare al meglio i vostri panni.

{ 0 comments }

SILVIA TERRACCIANO

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento