Come togliere le macchie di cera delle candele da tessuti e superfici: la guida pratica

Come togliere le macchie di cera delle candele evitando di rovinare tessuti, pavimenti e qualsiasi superficie: una guida per intervenire passo dopo passo.

I candelabri, così come i portacandele, sono elementi d’arredo delicati, che fanno subito casa e portano una ventata di buon gusto nell’ambiente. Tuttavia bisogna sempre prestare attenzione alla cera delle candele.

Vediamo quindi una semplice guida per capire come togliere le macchie di cera delle candele da ogni superficie, che si tratti della nostra bella tovaglia di casa o del pavimento.

Come togliere le macchie di cera delle candele

Come togliere le macchie di cera delle candele dai tessuti

Se dovesse colare sulla biancheria della casa, bisognerebbe agire con cura per toglierla senza rovinare la trama dei nostri tessili. 



Cosa ci serve

  • Tutto ciò che ci serve è un panno carta o un sacchetto di carta semplice, come quello del pane. Dovremmo quindi impiegare il nostro ferro da stiro.
  • Si tratta di un procedimento un po’ curioso, ma seguire questa guida ci permette di agire in tutta velocità senza rovinare i tessuti, eliminando con efficacia le macchie.

Come intervenire

  • Mettiamo quindi a scaldare il ferro da stiro e poniamo il sacchetto di carta o il panno carta sulla macchia di cera.
  • Facciamo aderire bene il sacchetto alla macchia esercitando una pressione con il palmo della mano.
  • Passiamo quindi il ferro da stiro molto caldo senza mai attivare la modalità a vapore, quindi lavoriamo a secco come se volessimo “stirare” la macchia.
  • Ora alziamo i lembi del nostro sacchetto di carta e, come per magia, la cera dovrebbe essersi staccata dal tessuto, rimanendo ferma sul sacchetto.

L’operazione per togliere le macchie di cera delle candele ci chiede di ripetere l’azione almeno cinque sei volte, impiegando ogni volta un po’ di carta pulita.

Si tratta di un metodo un po’ laborioso ma, in questo modo, possiamo essere sicuri di togliere ogni residuo di cera e di eliminare al contempo le macchie che sono state lasciate sul tessile.

Come togliere l’alone di cera dai tessuti

Se la candela era colorata potrebbe essersi formato un alone di cera dovuto al colore. In questo caso assicuriamoci di avere tolto per bene ogni minimo residuo e procediamo a lavare il capo come da abitudine, magari impiegando uno smacchiatore sulla parte interessata.

Questo metodo può essere impiegato su ogni tessuto e promette risultati efficaci.

  • Se si tratta di un tessuto robusto e bianco, possiamo procedere a togliere ogni residuo di colore e ogni ombra candeggiando il capo.
  • Mentre se si tratta di un tessile delicato trattiamolo con cura cercando di eseguire un lavaggio adeguato, come riportato sull’etichetta.

Grazie al calore del ferro e all’azione della carta, saremo infatti sicuri di poter togliere ogni residuo di cera, senza rovinare il tessuto e senza strofinare.




La cera si può togliere solo a secco: un lavaggio immediato andrebbe a sciogliere i componenti e a pasticciare ancor più il tessuto. Questo renderebbe impossibile l’eliminazione della cera in un secondo momento.

Come togliere le macchie di cera delle candele dai pavimenti e dai mobili

Vediamo ora come procedere con le macchie di cera sui pavimenti o sui mobili.

  • Prendiamo un cubetto di ghiaccio e poniamolo direttamente sulla cera colata. In questo modo attenderemo che si solidifichi. Se si tratta di un mobile in legno o del parquet, è meglio porre il cubetto dentro un pezzo di stoffa, di modo che non si bagni troppo.
  • Quando la cera si sarà indurita, si ricorre a qualsiasi strumento che possa aiutare a sollevarla: può essere un coltellino o una tessera di plastica. L’importante è fare attenzione a non graffiare la superficie.
  • A questo punto, se restano dei residui, si sfrutta il calore di un phon per ammorbidirla per poi eliminarla con un tovagliolo di carta.

Rimedi utili contro le macchie e lo sporchio

Ecco altre guide utili per la pulizia della casa:

Outbrain
{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.