Tutti i consigli su come pulire le tende da sole senza danneggiarle

Eccovi i nostri consigli su come pulire le tende da sole utilizzando anche i prodotti adeguati per non correre il rischio di danneggiarle.

La manutenzione è importante

Le tende da sole sono degli elementi indispensabili in estate, in quanto proteggono le sezioni esterne e anche interne della casa, proteggendole dall’intensità dei raggi solari e generando delle piacevoli zone d’ombra dove sostare.



Vi abbiamo recentemente indicato i nostri suggerimenti su come scegliere le tende da sole nell’arredamento della vostra casa.

Anche per le tende da esterno è indispensabile svolgere una regolare manutenzione se si vuole mantenerle in buone condizioni per molto tempo.

Vediamo in dettaglio alcuni azioni quotidiane utili e delle buone pratiche  di manutenzione da seguire per evitare che si anneriscano, che perdano colore e si formi della muffa.

come pulire le tende da sole esterne

Leggete i nostri consigli su come pulire le tende da sole e mantenerle sempre come nuove

La maggior parte delle tende vendute e installate sono trattate in fabbrica per resistere agli agenti atmosferici e soprattutto ai raggi solari. Nonostante tutto il trattamento protettivo perde nel tempo efficacia  e diminuisce fino a scomparire.

L’attacco degli eventi atmosferici se non gestito porterà gradualmente anche alla rottura della tenda stessa con un danno economico notevole per voi, senza contare l’estetica.

Cura e attenzione quotidiana

È indispensabile che le tende vengano arrotolate solo se sono asciutte.



Soprattutto se  devono rimanere arrotolate abbastanza a lungo come durante i mesi invernali o se siete via in vacanza per esempio.

Un tessuto arricciato ed umido ha un’ alta probabilità di essere attaccato dalla muffa che è difficile da rimuovere e indebolirà la tenda molto più rapidamente.

Al contrario lasciare la tela sempre aperta non è una buona idea. Forse non verrà attaccata dalla muffa ma avrà invece altri problemi.

  • I raggi del sole tenderanno a farla sbiadire rapidamente.
  • La pioggia eliminerà gradualmente il trattamento impermeabilizzante e protettivo.
  • Inoltre, a seconda di come viene installata, l’ acqua che si accumula sulla tenda può pesare pesantemente sui supporti e deformare il tessuto fino a farlo rompere strappare.
  • Polline, polvere e particelle di inquinamento vari si poseranno inoltre sulle tende.
  • In caso di vento forte poi si possono danneggiare sia la tenda che i supporti che la sostengono.

A proposito dovete ricordarvi di lubrificare  periodicamente i supporti. Se i perni fossero sporchi, dovete pulirli prima di ingrassarli nuovamente.

Come pulire le tende da sole: i prodotti consigliati

Cominciamo a capire quali siano i prodotti più indicati da utilizzare.

E’ innanzitutto fondamentale richiedere al rivenditore quali sono i prodotti ideali per i tessuti che le compongono, in quanto alcuni acrilici o PVC potrebbero rovinarsi se viene impiegato un prodotto troppo intenso.

Per attuare un lavaggio naturale quanto efficace è ideale impiegare il sapone di Marsiglia, un prodotto altamente disinfettante e rispettoso delle fibre.

In ogni caso è ideale evitare i saponi aggressivi e soprattutto quelli che contengono parti di alcool, in quanto con il sole si potrebbero davvero rovinare il tendaggio.

Un’alternativa è l’uso del bicarbonato sciolto in acqua, che sgrassa e deodora le tende, nonché elimina con semplicità i sedimenti di muffa.

Come pulire le tende da sole: il metodo consigliato

È necessario iniziare con la pulizia a secco spazzolando delicatamente la tenda per rimuovere quanta più polvere e particelle possibile. Se non sono incrostate, dovrebbero cadere a terra molto facilmente. Fate attenzione a non usare spazzole metalliche e ad essere troppo aggressivi nella pulizia per evitare di forare la superficie.



Se la pulizia a secco non fosse stata sufficiente, potete passare ora al lavaggio vero e proprio, cosa che consigliamo comunque a fine inverno come pulizia di primavera.

Dovrete procurarvi una capiente bacinella, una spugna e uno spazzolone con manico lungo per raggiungere le zone più alte e di un tubo per l’acqua per attuare il risciacquo.

Ovviamente il lavaggio può avvenire in semplicità se le tende da sole sono posizionate in un’abitazione indipendente.

Diventa tutto più complicato se le tende fanno parte di un condominio. In questo caso è ideale chiedere ai vicini che abitano al piano di sotto il permesso per attuare l’operazione, in quanto molta acqua potrebbe cadere nel loro balcone!

Per lavare le tende da sole si deve quindi procedere ad insaponarle con il detergente e lo spazzolone, insistendo nelle zone più sporche e quindi procedere ad un accurato risciacquo impiegando l’idropulitrice o la semplice canna dell’acqua.

Suggerimento: scoprite anche la nostra guida alle tende per la vostra veranda

In caso di macchie forti  consigliamo un prodotto sgrassante. Il detergente viene diluito in acqua e deve essere spruzzato su tutto il tessuto e strofinato delicatamente per completare il processo di pulizia grazie alla vostra azione meccanica. Lo sgrassante rimuove le particelle di sporco che vengono rimosse sciacquando il tessuto con abbondante acqua pulita.

Potete anche ripetere l’ operazione se alcune macchie persistono. Una volta effettuata la pulizia, è assolutamente necessario lasciare asciugare bene il tessuto.

E’ ideale fare questa operazione al mattino presto o alla sera, così durante la notte le tende potranno asciugarsi sfruttando la frescura serale.

Come pulire le tende da sole in fibre naturali o sintetiche

Se le tende si possono smontare e sono realizzate in fibre naturali è possibile lavarle in lavatrice e quindi lasciarle asciugare all’aria fresca.



Se invece fossero realizzate in fibre sintetiche è importante leggere con attenzione l’etichetta e preferire in ogni caso un lavaggio con acqua fredda o tiepida, impiegando saponi neutri che non rischiano di rovinare la loro composizione.

Come pulire le tende da sole: smacchiatura con aceto

Le tende da sole possono anche essere smacchiate con un acqua e aceto diluito se si presentano particolarmente grasse e ricche di macchie ostinate.

E’ comunque fondamentale risciacquare sempre molto bene e con cura, in quanto l’esposizione al sole potrebbe creare ulteriori macchie e quindi rovinarle.

Come impermeabilizzare le vostre tende

Una volta che la vostra tela sarà pulita e asciutta, vi consigliamo anche di impermeabilizzarla.
Perchè? il prodotto impermeabilizzante, quando si asciuga e secca crea una barriera fisica all’acqua nidificandosi tra le fibre del tessuto.

Di conseguenza, liquidi e polveri non si potranno più depositare tra le fibre del tessuto, rimanendo sulla superficie e scorrendo molto facilmente perché il prodotto impermeabilizzante è idrorepellente ma anche antistatico ed evita che la polvere aderisca.

E’ molto importante che la tenda sia pulita in modo da non intrappolare le particelle che possono formarsi a lungo termine.
L’altro prerequisito è che la vostra tenda sia assolutamente asciutta perché se non lo fosse, da un lato il trattamento sarà meno efficace e dall’altro l’acqua residua potrebbe rimanere intrappolata per molto tempo nel mezzo della tenda e causare danni.

Vi consigliamo di applicare il liquido impermeabilizzante su tutta la tenda utilizzando un nebulizzatore o uno spazzolino, in modo da distribuirlo in maniera uniforme su tutta la superficie.

In media è necessario utilizzare 1l di liquido impermeabilizzante per 8-10m² di tenda. Ci vuole un po’ di tempo a seconda delle dimensioni della tela, ma alla fine ne vale la pena. E’ possibile passarne più mani, ma dovete lasciare che il prodotto penetri nel tessuto tra le diverse applicazioni.

Altri consigli per la pulizia della vostra casa

E dopo le tende da esterno, è ora il turno dei nostri consigli utili su come lavare al meglio in casa le tende da interni.

Eccovi altri consigli pratici:

{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento