Guida al termocamino, con tutte le diverse tipologie e caratteristiche spiegate

Ecco la nostra guida al Termocamino: tutto quello che c’è da sapere sul funzionamento, l’installazione, i costi e i vantaggi di questo sistema di riscaldamento.

Il termocamino o termocaminetto è una tipologia di riscaldamento che combina il piacere di un caminetto tradizionale all’efficienza termica di un sistema più evoluto.

Chi sceglie di installarlo potrà assicurarsi una riduzione notevole dei costi in bolletta, con temperature molto più gradevoli in casa. Inoltre darà anche una mano all’ambiente, dal momento che non solo si riducono le emissioni di CO2, ma si utilizzano combustibili ecologici.

Termocamino: come è fatto?

Il termocamino è composto da diversi elementi. Esternamente è visibile un monoblocco in ghisa o in acciaio, che può essere rivestito in vari modi. Nella parte anteriore è chiuso da un vetro protettivo del tipo termico, che consente di non disperdere il calore.




Questo vetro, essendo trasparente, lascia agli abitanti della casa la possibilità di godere dell’atmosfera rassicurante della legna che arde. Il pannello andrà pulito quasi ogni giorno per evitare che ingrassi troppo e diventi opaco.

Il basamento ospita una griglia che è collegata ad un cassettino. Questa ha una doppia funzione: da un lato serve per raccogliere la cenere della combustione (e quindi andrà periodicamente svuotato). Dall’altro consente un adeguato flusso di aria che va ad alimentare il processo di combustione.

Ovviamente sarà presente anche una canna fumaria attraverso cui far passare il fumo verso l’esterno.

Tipologie di termocamino

Esistono diverse tipologie di termocamini, quelli a biomasse e quelli a legna, in base al tipo di combustibile utilizzato. Inoltre questi elementi si distinguono per diversi fattori quali:

  • potenza termica: sarà più o meno grande in base al volume degli ambienti da riscaldare.
  • modalità di funzionamento, che può essere ad acqua o ad aria. Su questo punto andiamo a soffermarci ulteriormente.

Termocamino ad acqua

I modelli ad acqua funzionano collegati all’impianto di riscaldamento. La combustione aumenta la temperatura dell’acqua dei termosifoni o dell’impianto a pavimento




In questo modo l’acqua calda può essere utilizzata anche per i servizi di cucina e bagno, evitando di utilizzare la caldaia e risparmiando ulteriormente sui costi.

L’unico svantaggio è che la temperatura dell’acqua dovrà essere sempre mantenuta entro un certo range, di modo da poter fare ad esempio una doccia gradevole.

Termocamino ad aria

Funziona un po’ come il vecchio caminetto di un tempo, quindi non si collega ad un impianto di riscaldamento, ma lavora come sistema a se stante.

Grazie alla combustione, il calore si diffonde attraverso le bocchette dell’aria e riscalda l’ambiente. Se si installano delle tubature, il calore può raggiungere anche le altre stanze dell’abitazione.

Installazione di un termocamino

L’installazione può essere effettuata solo da tecnici specializzati, in quanto va rilasciata apposita certificazione relativa ai parametri Uni 10683.




Il modello ad acqua richiede operazioni abbastanza complicate. Nella tipologia ad aria ci si limita all’inserimento del monoblocco e all’allacciamento alla canna fumaria, mentre nella tipologia ad acqua bisogna effettuare anche il collegamento con l’impianto dei termosifoni.

Qualora fosse già presente un caminetto tradizionale, questo andrà impiegato come rivestimento esterno. Di conseguenza si andrà semplicemente ad acquistare un modello da incasso

Soluzioni di design

Un altro aspetto molto interessante di questi componenti è la possibilità di personalizzare il rivestimento del camino, adattandolo allo stile della vostra abitazione.

Oggi sono davvero tante le tipologie di termocamini in commercio, in grado di abbinarsi allo stile classico dell’arredamento, a quello rustico o ad uno stile più moderno.

Edilkamin

Edilkamin propone diversi modelli, da quelli squadrati a quelli tondeggianti, da installazione a parete o ad angolo.




termocamino edilkamin

I rivestimenti esterni possono essere i più disparati, dai mattoncini rustici che donano calore all’ambiente, al marmo più elegante e sontuoso.

edilkamin termocamino rustico

Edilkamin termocamino in stile rustico

Edilkamin termocamino in stile classico

Edilkamin termocamino in stile classico

Il marmo può essere arricchito da decorazioni che rimandano allo stile anni’ 70, come in questa foto.




Edilkamin termocamino in marmo

Edilkamin in marmo anni ’70

Famar

Veniamo invece ad alcuni modelli proposti dalla ditta Famar.

Il modello Becrux si caratterizza per il suo impatto minimal, con una semplice cornice in acciaio. Scompare nella parete, lasciando comunque un piacevole effetto scenografico, adatto ad arredamenti moderni.

termocamini becrux

Famar modello Becrux in acciaio

Il modello Maia è dedicato ai caminetti angolari che sanno rivelarsi interessanti con il giusto rivestimento. La struttura del blocco è in acciaio verniciato nero, mentre il rivestimento esterno è in pietra lavica levigata.




Il tocco in più è dato dalle decorazioni in smalto, tanti motivi geometrici colorati che creano un piacevole ritmo nella zona superiore.

Famar termocamino in pietra

Famar in pietra lavica

I prezzi del termocamino

I prezzi sono determinati da diversi elementi che possono fare grande differenza tra un modello e l’altro. Generalmente si parte da un minimo di 1500-2000 euro per arrivare a cifre molto più grandi.

Prima di tutto bisogna specificare che la potenza termica fa aumentare i costi, in quanto richiede la necessità di riscaldare ambienti molto più grandi.

Anche il funzionamento ad acqua è di norma più costoso, così come l’acquisto di termocamini sofisticati dal punto di vista del design e dell’estetica.

Riscaldamento in inverno

Scopri le varie soluzioni per il riscaldamento della casa:

Outbrain
{ 0 comments }

ALESSIA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.