Come regolare il termostato del riscaldamento

Come risparmiare sul riscaldamento: eccovi le buone pratiche che vi consigliamo su come regolare il termostato del riscaldamento

Attenzione a come regolate il termostato del riscaldamento, perché dalla sua corretta gestione può derivare un forte contenimento dei costi in bolletta, ma anche un’ottima azione di contenimento e riduzione nei confronti del surriscaldamento globale.

Come regolare il termostato del riscaldamento - termostato

Come regolare il termostato del riscaldamento: la regolazione ottimale del termostato è fondamentale per risparmiare realmente sui costi

Si tratta di una scelta importante, più facile da attuarsi che da spiegarsi, che se portata avanti dagli abitanti può rendere la casa confortevole durante i periodi invernali, facendo abbassare i costi del riscaldamento e aumentando il benessere percepito.

Come regolare il termostato del riscaldamento?

E’ innanzitutto importante puntare sull’efficienza energetica, ovvero il termostato deve essere impostato sulla base delle effettive necessità della famiglia.

Tradotto nella pratica, significa che una temperatura deve essere decisa di comune accordo e quindi mantenuta costante all’interno della casa.




Gli esperti consigliano di non superare mai i 20° e di mantenersi a 18°- 19° massimo, perché si tratta di temperaturefavorevoli alla salute durante il periodo invernale.

Un caldo eccessivo porterebbe infatti a sentire maggiormente gli sbalzi di temperatura quando si esce, oltre a consumare tante risorse e vedere lievitare i costi in bolletta.

Al contrario, una temperatura più bassa non si propone salubre, soprattutto se in casa vivono soggetti sensibili come i bambini e le persone anziane.

Il controllo dei filtri e la manutenzione della caldaia è necessaria perché tutto funzioni correttamente e se ci si accorge che qualcosa non quadra è importante chiamare un tecnico per fugare ogni dubbio e dotare l’abitazione di un sistema che funzioni alla perfezione.

Molte persone scelgono di impostare il termostato su temperature basse quando sono fuori casa e di alzarle quando sono all’interno dell’abitazione. Una scelta che interessa gli abitanti consiste anche nello spegnere la caldaia nelle ore notturne.




Gli esperti sono concordi nell’affermare che non si tratta della scelta ideale, perché per funzionare bene il riscaldamento ha bisogno di costanza.

Se l’inverno è freddo e umido, abbassare repentinamente le temperature significa raffreddare i muri, che andrebbero quindi a chiedere più ‘gas’ per asciugarsi e donare benessere agli abitanti.

La scelta ideale è quindi di mantenere una temperatura costante in casa, anche di notte, magari abbassando di un grado al massimo il termostato prima di andare a dormire.

Mantenendo il riscaldamento sempre acceso, anche al minimo, l’umidità di asciuga e di conseguenza il calore non viene disperso. La caldaia impostata al minimo rende inoltre molto di più rispetto ad un funzionamento ad alta temperatura, in quanto la quota di calore che viene persa nei fumi è inferiore.

Attenzione, infine, alla mandata dell’acqua bassa, ovvero alla possibilità di regolarla che viene concessa dai moderni impianti di riscaldamento.




Regolando la temperatura di mandata bassa nella caldaia è possibile non variare il comfort percepito e salvare fino al 15% di risorse in bolletta, altro consiglio molto utile su su come regolare il termostato del riscaldamento da tenere in considerazione.

Eccovi i termostati più venduti su Amazon

Se vi sono piaciuti i nostri consigli su come regolare il termostato del riscaldamento,  vi consigliamo di leggere i nostri approfondimenti più generali su questo tema :

Outbrain
{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.