Rubinetteria: i nostri consigli per la vostra scelta ideale

Saper scegliere la rubinetteria adatta per ogni ambiente della propria casa, al giusto prezzo e in base al proprio stile non sempre è facile. Sul mercato ci sono miscelatori di tanti tipi diversi. Ecco una mini-guida per orientarsi.

Alla rubinetteria viene solitamente dedicato poco tempo, quando si sceglie di rinnovare il bagno o la cucina, dando maggiore interesse soprattutto sulla scelta di mobili, sanitari e complementi di arredo.

La rubinetteria del bagno si compone di elementi molto importanti, in quanto dal loro funzionamento dipende il comfort domestico, mentre dalla loro estetica dipende molto dello stile dell’ambiente.

Ecco la nostra breve guida alla scelta delle soluzioni più adatte alle vostre esigenze.




Le principali tipologie consigliate

Sottovalutare questa scelta può comportare il rischio di puntare su dei modelli che poco si adattano all’arredo-bagno e tra di loro, stonando con l’ambiente.

rubinetteria

Ecco perché vi consigliamo di farvi consigliare da un esperto.

Consultare un architetto su quelle che sono le tipologie  più adatte, per il bagno o la cucina, partendo dallo stile che volete conferire alla stanza.

Se ad esempio avete deciso per un bagno di tipo classico o contemporaneo, sarebbe meglio utilizzare modelli differenti tra loro.




rubinetteria

rubinetteria

Materiali e Finitura

La scelta del materiale con il quale viene rivestito il rubinetto è uno dei primi aspetti su cui soffermarsi.

Ottone

Un tempo i rubinetti venivano quasi tutti creati con l’ottone cromato, un materiale al quale veniva aggiunto il piombo, oggi considerato per fortuna pericoloso per gli abitanti.

L’ottone viene oramai completato con altre leghe metalliche e può essere rifinito in versione lucida oppure cromata, a seconda delle esigenze estetiche. In linea di massima l’ottone si rivela un po’ più delicato rispetto agli altri metalli e viene impiegato soprattutto per generare la rubinetteria più classica per il bagno e per la cucina.




Acciaio inox

L’acciaio inox è sicuramente il materiale eletto per la creazione della rubinetteria per il bagno. La ragione va ricercata innanzitutto nella forza e nella resistenza del materiale, in quanto l’acciaio inox è completamente impermeabile e inattaccabile da agenti corrosivi, non si rovina con il tempo e rimane sempre brillante.

Il merito sta nella composizione superficiale che associa al metallo la presenza di altre leghe. L‘acciaio inox presenta una durata pressoché infinita, quindi può essere scelto per accompagnare i bagni per molto tempo.

Al contempo, si tratta di una materiale duttile, che può essere soggetto a lavorazioni di ogni tipologia. Dalla finitura dell’acciaio inox dipende la sua estetica: può essere lavorato con finitura spazzolata o satinata, tecniche che lo rendono più dolce e inseribile in contesti retrò o romantici. Oppure può essere lucidato a specchio e quindi reso più glossy, una soluzione adatta agli ambienti essenziali e contemporanei.

Materiali alternativi

Tra i materiali impiegati per la rubinetteria del bagno incontriamo anche i metalli preziosi, come l’oro e l’argento, declinati alle versioni di rubinetteria più luxury.

La semplice gomma viene impiegata assieme ad altri materiali di base come l’ottone, l’ottone cromato o l’acciaio inox per creare rubinetti fantasiosi, snodabili e quindi utili per un impiego più funzionale.




Inoltre esistono miscelatori con la bocchetta in vetro, per suggestivi effetti a cascata.

Si tratta di rubinetti che non hanno una diffusione comune, in quanto realizzati con materiali speciali. A conti fatti la scelta può quindi ricadere su queste proposte solamente se si desidera inserire un oggetto particolarmente prezioso nel bagno. Oppure se si hanno particolari necessità, come quella di allungare il getto del rubinetto oppure di inserire in bagno degli elementi esteticamente originali.

rubinetteria

I vari tipi di modelli

Il rubinetto, sia che si parli di quello per la cucina, sia di quello per il bagno, può essere :

  • monoforo, con un miscelatore che seleziona acqua calda o fredda con un unica manopola
  • oppure con doppi rubinetti, che regolano separatamente l’uscita dell’acqua calda e fredda.

Inoltre si possono trovare rubinetterie a due fori separati, da piano, da parete e da lavabo incassato o da appoggio, e perfino da soffitto.




rubinetteria

Miscelatori termostatici

Se vogliamo puntare su modelli più moderni, possiamo scegliere una rubinetteria con una sola leva per la gestione del flusso.

Sappiate che è possibile avere anche dei rubinetti a miscelatore termostatico.

Quest’ultima soluzione di miscelatore è da considerarsi ottimale, in quanto viene permesso di scegliere una temperatura ideale per l’acqua che fuoriesce, mantenendola costante per tutto il tempo desiderato!

rubinetteria




Stiamo parlando di prodotti altamente tecnologici: Permettono di impedire alla temperatura dell’acqua di non superare una determinata soglia limite (solitamente i 38 gradi).

rubinetteria

Rubinetti da vasca e da doccia

Se desiderate acquistare il rubinetto per la vasca da bagno, invece, potete optare per varie soluzioni:

  • freestanding a colonna,
  • esterna alla vasca,
  • un gruppo classico da incasso, provvisto di doccetta mobile, sempre a mono o doppio foro e a mono o doppia manopola,
  • un rubinetto da parete, per le vasche da incasso o poste accanto al muro.

drubinetteriaoccia1

Per la doccia l’industria si è concentrata soprattutto sui gruppi da incasso o da esterno. Molta attenzione anche sul soffione grande e quadrato, rispetto al piccolo classico a ‘cipolla’.




Altre varianti da prendere in considerazione sono:

  • Saliscendi esterni da regolare in altezza, con miscelatore mono o a doppi comandi,
  • doccetta mobile e regolazione del getto

Alcune aziende propongono anche getti particolari e luci a led di diversi colori, per trasformare la doccia in un evento sensoriale.

Rubinetteria a risparmio idrico

Scopriamo insieme le soluzioni a risparmio idrico per una casa più sostenibile e che ci aiuta anche a risparmiare

Lo spreco delle risorse idriche si rivela dannoso non solo per le bollette più esose ma anche perché l’acqua è un bene prezioso, che richiede di essere salvaguardato nei gesti di ogni giorno.

Per rimediare agli sprechi e dotare le abitazioni di sistemi utili al risparmio idrico sono nate delle nuove tecnologie applicate ai rubinetti.




Non minano l’estetica globale degli elementi, ma si propongono di far risparmiare tanta acqua nell’impiego quotidiano.

Rubinetteria a risparmio idrico

novità e soluzioni per il risparmio idrico

Si tratta di soluzioni sempre più adottati dalle aziende che operano nel settore

Cominciamo subito a  capire i vantaggi.

Quanto si può risparmiare?

Un modello tradizionale di rubinetto può consumare fino a otto litri di acqua al minuto, mentre la rubinetteria a risparmio idrico si propone di dimezzare l’impiego delle risorse senza però diminuire il comfort durante l’utilizzo. Principalmente le tecnologie di nuova generazione sono tre:




  • il limitatore di portata presente nei modelli a monocomando. Si tratta di un sistema che fa sollevare la leva ad intervalli prestabiliti, permettendo di ridurre l’afflusso idrico durante l’impiego
  • l’aeratore: un dispositivo molto piccolo che mescola aria e acqua e che quindi contribuisce alla salvaguardia delle risorse idriche
  • la cartuccia progressiva. Un sistema inserito nel rubinetto che regola il flusso, ma anche la temperatura permettendo una fuoriuscita costante dell’acqua

Come funzionano

Tali sistemi possono essere presenti in triplice forma nei rubinetti, oppure singolarmente o due a due.

Non si tratta di dispositivi applicabili solamente alla rubinetteria, ma anche alla doccetta. Quelle di nuova generazione propongono un controllo che non avviene più dal rubinetto, ma direttamente dall’erogatore.

Anche in questo caso la presenza dell’aeratore permette di miscelare l’acqua con l’aria e quindi di limitare il consumo idrico

L’inserimento della cartuccia regola il flusso dell’acqua e quindi migliora la costanza della temperatura di fuoriuscita.

All’inserimento di una soluzione a risparmio idrico in bagno o cucina deve sempre essere associato il buon senso.




Il consumo di acqua dipende sempre e in ogni caso dall’uso che se ne fa.

  • Lavando i denti oppure durante le operazioni di rasatura è ideale spegnere il miscelatore
  • è stimato che la doccia impiega metà delle risorse idriche che servono per riempire una vasca da bagno.

Si tratta di piccoli trucchi, che se uniti alle tecnologie di nuova generazione permettono di ottenere una bolletta molto più leggera e di salvaguardare il pianeta nel suo bene più prezioso.

rubinetteria

Rubinetteria da cucina

Passiamo ora alla cucina.

Quando scegliete un rubinetto per la cucina, sappiate che la prima regola è l’altezza del tubo erogatore.




Se in bagno in genere si lavano solo le mani, in cucina si sciacquano pentole e tegami, che possono essere grandi, e quindi c’è bisogno di spazio.

Anche qui la varietà è ampia, ci sono soluzioni monoforo o a doppio foro, con un solo rubinetto miscelatore o due, ma in genere si ha sempre un miscelatore da piano, raramente da parete.

rubinetteria

Rubinetto abbattibile

Una particolarità è il rubinetto abbattibile, per non ingombrare quando si prevede un piano scorrevole, cioè quando una copertura che nasconde lavello e a volte anche i fuochi, oppure si vuole mettere il lavello sotto una finestra.

rubinetteria




Altro suggerimento in cucina: in questo ambiente è solitamente previsto un uso molto frequente della rubinetteria.

Per questo consigliamo di utilizzare dei materiali di assoluta qualità (meglio puntare più su questo aspetto che sull’estetica).

Vi consigliamo di scegliendo modelli che possano essere facilmente puliti e che si adattino in modo ottimale alla dimensione del lavello.

rubinetteria

Rompigetto, meglio averlo

Infine, ricordatevi che esistono miscelatori sia in cucina che in bagno, provvisti di rompigetto, che aggiunge aria al regolare getto; in questo modo avrete la possibilità di risparmiare un discreto quantitativo di acqua (risparmio che andrà poi a ripercuotersi direttamente in bolletta).




rubinetteria

Rubinetterie made in Italy

Ed ora una selezione di proposte molto belle e tutte italiane.

Ritmonio

Tra le numerose aziende italiane non possiamo non citare l’esempio di Ritmonio, che ha fatto del made in Italy e della continua ricerca delle forme, dei materiali e delle tecnologie migliori, un vero e proprio vanto.

Tra i materiali utilizzati dall’azienda si segnala soprattutto l’utilizzo del cemento, che viene utilizzato in particolar modo con una funzione decorativa, nonostante le sue caratteristiche lo rendano estremamente resistente.

rubinetteria

Miscelatore monocomando da vasca Ritmonio




Ritmonio utilizza il cemento per la produzione e rivestimento di rubinetteria di design, con un approccio quasi pionieristico. Le soluzioni produttive proposte dall’azienda vanno a tradursi in prodotti dall’alto valore tecnico e qualitativo.

Gessi

Un altro esempio di design e funzionalità in prodotti qualitativamente eccelsi, è  l’offerta della ditta Gessi.

Ampia è la gamma di rubinetti pensata e prodotta da questa azienda, dai miscelatori per lavabo a quelli per bidet, doccia e vasca.

rubinetteria

Miscelatore monocomando da cucina Gessi

Le caratteristiche tecnologiche di alto livello dei prodotti proposti, danno la possibilità di ampia scelta tra i modelli disponibili, e si possono ritrovare anche numerose offerte pensate dall’azienda.




Paffoni

Tra i casi più interessanti di come si possa coniugare qualità e attenzione per la ricerca dei materiali migliori, bisogna citare i rubinetti Paffoni.

L’azienda ha realizzato, con investimenti anche ingenti, una ricerca di forme di assoluto valore, cercando di conseguire uno standard elevato per una clientela sempre più esigente.

Consiglio:  leggete anche lo speciale su  come arredare il bagno con tante idee di design e suggerimenti

La rubinetteria Paffoni ha creato anche una divisione apposita, chiamata Fonte Water House.  Punta molto su prodotti per personalizzare il bagno e la cucina, dai miscelatori moderni ai classici rubinetti con doppia manopola di uscita.

rubinetteria

Stile retrò a due manopole della Paffoni




Acqua Blu

Se state cercando un rivenditore di valore che possa garantirvi rubinetteria di alta qualità a prezzi convenienti, con la possibilità di trovare anche alcuni tra i più interessanti modelli di queste e altre marche, non perdete di vista il nuovo sito di Acqua Blu.net.

E’ una azienda che è presente anche con un’ampia esposizione a Castel San Giovanni, in provincia di Piacenza.

Eccovi il link diretto: https://www.acquablu.net/

Solo prodotti made in Italy delle migliori marche con ampia scelta di articoli. Vi informiamo che offre anche elementi di arredo per l’intero bagno.

Se state cercando le soluzioni migliori per ristrutturare bagno e cucina, ricordatevi di questa interessante realtà.

Scopri di più su rubinetti e bagno

Eccovi altri articoli interessanti  per scegliere  i rubinetti:

Outbrain
{ 0 comments }

ALEX

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.