Come sturare il lavandino passo dopo passo: la guida pratica

Come sturare il lavandino seguendo pochi semplici consigli e senza ricorrere a disgorganti dannosi per l’ambiente. Ecco il nostro approfondimento speciale.

Il lavandino di casa può otturarsi per vari motivi, perché è stato gettato inavvertitamente del cibo o anche per problemi generali alle tubazioni. Come sturare il lavandino in un baleno?

La soluzione più rapida è, sicuramente, quella di impiegare un prodotto apposito che viene venduto negli store di prodotti per la casa. Tuttavia esistono metodo semplici e amici dell’ambiente, che ci permettono anche di risparmiare e di fare un gran bel lavoro.

Come sturare il lavandino

Come sturare il lavandino: la guida pratica

Tutto ciò che ci serve per sturare il lavandino sono ingredienti super naturali come il sale grosso, il bicarbonato e l’acqua bollente. Vediamo allora come procedere.

Creiamo la soluzione disgorgante

Prendiamo un vecchio contenitore e uniamo assieme il sale grosso, circa 150 grammi, e il bicarbonato di sodio nella quantità di 3-4 cucchiai.

Versiamo ora questo composto nel lavandino otturato e facciamolo attivare aggiungendo un paio di litri di acqua bollente. Il composto andrà a sgorgare lo scarico senza intaccare la salute dei tubi e rispettando l’ambiente.

L’importanza della prevenzione

È buona norma mantenere belli puliti gli scarichi dei lavandini, quindi questa semplice operazione può essere ripetuta una volta al mese, soprattutto se vi sono problematiche alle tubature.

La mistura di sale grosso e bicarbonato attivata con l’acqua è inoltre ideale da impiegare negli stabili vecchi, dove i tubi possono essere ancora realizzati in piombo o in metalli antiquati.

I prodotti sgorganti chimici andrebbero infatti a intaccare i metalli e non farebbero un lavoro propizio alla salute delle tubature.

Aggiungete dell’olio essenziale

Un piccolo trucco per rendere l’operazione più gradevole? Nel corso della manutenzione possiamo aggiungere al composto di sale grosso e bicarbonato qualche goccia di olio essenziale di tea tree. Questo, oltre a profumare l’ambiente, va a disinfettare naturalmente le prime tubazioni.

Provate lo sturalavandini

Un altro metodo semplice e low cost per sgorgare il lavandino chiede di impiegare il vecchio stura lavandini, uno strumento semplice e spesso efficace.

In questo caso basta posizionarlo sull’ingorgo nella bocca del lavandino, quindi fare aderire la ventosa e aggiungere poco a poco acqua bollente muovendolo su e giù.

Alcuni stura lavandino sono dotati di una molla che permette di creare delle bolle d’aria che vanno a sturare facilmente l’ingorgo.

Evitare prodotti chimici fa bene all’ambiente ma anche alla salute, perché si tratta di sostanze che devono essere maneggiate con cura e che sono altamente pericolose per gli occhi, per la pelle e per il sistema respiratorio.

È quindi buona norma impiegare prodotti naturali e fare attenzione alla manutenzione dei lavandini. Soprattutto bisognerebbe evitare di gettare nei tubi capelli o cibi, procedendo a una manutenzione mensile con acqua bollente, sale grosso e bicarbonato di sodio.

Altri consigli per le pulizie di casa

Se la guida ti è piaciuta, ecco altre soluzioni naturali per prenderti cura della tua casa:

 

{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento