Come pulire la vasca da bagno e sbiancarla

Guida su come pulire la vasca da bagno e sbiancarla senza rovinarla: dopo avervi dato consigli e suggerimenti su come arredare il bagno è il momento di affrontarne la manutenzione e la pulizia nel modo corretto.


L’uso quotidiano, il tempo e l’azione dei prodotti detergenti possono infatti rovinare la vasca da bagno, renderla opaca e generare delle macchie antiestetiche.

Come pulire la vasca da bagno

Come pulire la vasca da bagno grazie ai nostri consigli pratici

Vediamo ora tanti consigli su come sbiancare e su come pulire la vasca da bagno impiegando prodotti semplici, che tutti noi abbiamo in casa. Faremo una particolare attenzione anche alle vasche realizzate in resina o materiali acrilici.

Come pulire la vasca da bagno in porcellana?

Di tutte le vasche da bagno, sono certamente quelle più resistenti all’ usura.




Le vasche in porcellana sono colate in uno stampo sul quale vengono spruzzati diversi strati di smalto cotti successivamente.

La vasca da bagno in porcellana o terracotta è di facile manutenzione e soprattutto ha il vantaggio di mantenere la temperatura dell’acqua del bagno.

Consigli di manutenzione generali

Eccovi le cose da evitare per prima cosa.

Evitare sali da bagno: l’ uso ripetuto di sali da bagno attacca lo smalto della vasca da bagno

Evitare di pulire la vasca da bagno con un prodotto anti calcare: anche se efficaci, possono causare danni irreversibili agli scarichi.




Non utilizzare detergenti forti o polvere abrasiva: detergenti troppo forti possono attaccare lo smalto o la resina.

Una volta a settimana, disinfettare e deodorare sifoni e tubi: versate aceto bianco nei condotti di scarico e risciacquando dopo 5 minuti.

Scopriamo ora come pulire e mantenere al meglio la vostra vasca da bagno in porcellana.

Cosa ci serve:

  • detersivo per i piatti;
  • aceto;
  • sale fine;
  • limone;
  • spugnetta abrasiva;
  • stracci vecchi;
  • stuzzicadenti

Come fare:

Cominciamo procurandoci una bacinella.

Al suo interno mescoliamo in quantità uguali succo di limone fresco e aceto. Aggiungiamo quindi una manciata di sale fino e una piccola dose di detersivo per i piatti. Otterremo una pastella abbastanza fluida, che possiamo spalmare sulla vasca da bagno, avendo l’accortezza di usare una spugnetta abrasiva.




Lasciamo agire questo composto per almeno una mezzora, quindi risciacquiamo con acqua fresca.

Questo metodo è davvero interessante, perché il sapone per i piatti sgrassa la superficie, mentre l’azione combinata del limone e dell’aceto sbianca la superficie ed elimina le eventuali macchie che si sono formate nel tempo.

La pulizia degli scarichi

Ora concentriamoci sullo scarico, una sezione che con il tempo può rovinarsi e arrugginirsi. Per prima cosa eliminiamo il sapone e i residui di capelli, aiutandoci con uno stuzzicadenti o con un uncino.

Ora laviamo questa sezione con l’aceto, un prodotto sgrassante e lucidante.

Se lo scarico emette cattivi odori possiamo gettare al suo interno una soluzione composta da bicarbonato, limone e aceto, lasciare agire una buona oretta e quindi aggiungere acqua bollente.




In questo modo puliamo le tubature e ci assicuriamo che lo scarico funzioni per bene, mantenendosi pulito e igienizzato.

Meglio effettuare lavaggi frequenti

La cosa migliore sarebbe agire ogni volta che la usiamo per evitare che nel corso del tempo si formino macchie o aloni.

Possiamo quindi preparare una soluzione con acqua, una dose di sapone per i piatti e aceto bianco.

Mettiamo questa composizione nello spruzzino e, ogni volta che usiamo la vasca spruzziamola sulla superficie.

Sciacquiamo con cura dopo alcuni minuti usando l’acqua fresca e cerchiamo di asciugare con gli stracci vecchi i residui di acqua che si formano in prossimità della vasca.




In questo modo ogni sezione resta bella, asciutta e brillante e la vasca resta più bella nel corso del tempo in ogni sua sezione.

Per lo sporco più in profondità

Potete pulire la vasca o il piatto doccia con una spugna umida e un po’ di pietra d’argilla. La pietra d’argilla lascia comunque un deposito leggero, dovete risciacquare abbondantemente.

Per le macchie più ostinate potete anche provare ad utilizzare una spugna umida imbevuta di dentifricio.

In caso di vere e proprie incrostazioni, con le mani protette da guanti, potete provare ad utilizzare una spazzola imbevuta di una miscela di trementina e sale grosso.

Per veri e propri depositi di calcare potete stendere della carta assorbente sulla vasca e versarvi dell’aceto tiepido.




  • Attendete almeno mezz’ora, quindi rimuovete la carta e risciacquate bene.

Come pulire la vasca da bagno in resina

Come pulire una vasca da bagno  ma anche un piatto doccia o un lavabo in resina? Da qualche tempo sono ormai molto popolari sanitari realizzati in materiale acrilico.

Questi nuovi materiali sono belli e resistenti, un buon sostituto dei sanitari in ceramica o porcellana ma richiedono accorgimenti particolare per la pulizia.

Le precauzioni da prendere

I sanitari in resina o acrilici non supportano la candeggina o i prodotti anti calcare.

Non  bisogna strofinare mai un lavello o una vasca da bagno in resina con una spugna abrasiva o imbibita con un detersivo in polvere.

La resina è un materiale fragile e potrebbero crearsi micro fratture in cui lo sporco potrebbe incrostarsi nel tempo.




Per lavaggi frequenti

Potete la vasca in resina a mano con una spugna imbevuta di acqua saponata.

In caso di sporco più ostinato vi consigliamo di passare la vasca da bagno con una spugna impregnata di pietra d’argilla.

Come rimuovere le macchie su una vasca in resina

Passiamo in rassegna cosa fare per i vari tipi di macchia.

Macchia di calcare

Pulite con una spugna impregnata di pietra d’argilla.
Se le macchie resistono, aggiungete qualche goccia di aceto bianco oppure pulite con mezzo limone.

Dovete risciacquare il più presto possibile dopo la rimozione delle macchie.




Macchia di tintura

Passate una spugna inumidita con pietra di argilla e qualche goccia di alcool a 70°.

Macchia di vernice

L’unico prodotto veramente efficace per rimuovere la vernice è l’acetone ma purtroppo può attaccare la resina in profondità.
Se volete correre il rischio di usarlo, non insistete troppo sulla macchia e risciacquate con abbondante acqua e il più presto possibile dopo la rimozione della macchia.

E’ meglio ripetere questa pulizia più volte piuttosto che danneggiare la vasca da bagno.

Cambiamento di colore della resina

Se il colore della vasca da bagno in resina si è sbiadito o  se sui servizi igienici si sono formate macchie scure, purtroppo non c’ è nulla da fare.
La resina infatti non può essere  nuovamente ridipinta.

Altri consigli per la pulizia della casa

Tanti suggerimenti utili per voi.

Outbrain
{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.