Consigli per pulire e mantenere al meglio la vostra casa

Come scegliere il detersivo per la lavastoviglie

Speciale su come scegliere il detersivo per la lavastoviglie: eccovi tutti i consigli pratici per scegliere al meglio quale utilizzare per la vostra nuova lavastoviglie.

A cosa serve

Permette di ottenere un risultato impeccabile e di eliminare anche lo sporco più difficile grazie all’effetto sgrassante e pulente dei principi attivi in esso contenuti.Quando si sceglie un detergente per la lavastoviglie, si raccomanda di utilizzare un prodotto che pulisca, rigeneri e velocizzi l’asciugatura.Ma una domanda sorge spontanea, ovvero quale detersivo lavastoviglie è meglio scegliere per il nostro elettrodomestico?


Come scegliere il detersivo per la lavastoviglie
Come scegliere il detersivo per la lavastoviglie: ecco le varie tipologie con i nostri consigli
Scegliete la soluzione più adatta a voi in base al vostro budget e alle caratteristiche della vostra lavastoviglie.

Come scegliere il detersivo per la lavastoviglie

In commercio possiamo trovare moltissime soluzioni di detersivo per la lavastoviglie, tutte mirate a farci ottenere stoviglie brillante e perfettamente pulite.  Vediamo tutte le possibili tipologie.

Liquido

La prima e più usata è quella liquida che ha, nel corso degli anni, sorpassato la vecchia soluzione in polvere.Il detersivo liquido per la lavastoviglie è facile a impiegare e comodo perché, come succede con la lavatrice, può essere dosato con il tappo e permette di ottenere risultati alquanto efficaci grazie alla sua soluzione immediatamente solubile in acqua.



Ecco una sintesi dei pro e contro:

  • Vantaggi: grazie alla loro alta concentrazione, una piccola quantità di detergente liquido è sufficiente per pulire molte posate. Essendo più efficace, ma anche meno irritante del detersivo in polvere, questo tipo di prodotto offre la possibilità di dosare la quantità in base alle esigenze.
  • Svantaggi: meno pratici da usare, conservare o trasportare rispetto ad altre referenze, i detergenti liquidi sono anche più costosi.

In polvere

Il detersivo lavastoviglie in polvere, viceversa, può richiedere temperature più elevate per sciogliersi e un maggiore consumo di acqua, quindi la scelta in liquido è più rispettosa dell’ambiente, grazie alle formule sempre più efficaci, permette di ottenere grandi risultati con il minimo dello spreco.Ed anche per questa tipologia, ecco la sintesi di punti a favore e contro:

  • Vantaggi: sono economici e utilizzabili con brevi cicli di lavaggio, consentono di dosare la quantità in base alle proprie esigenze.
  • Svantaggi: richiedono mani asciutte durante la manipolazione, in generale sono anche meno pratici da conservare.

In pastiglie – Tabs

Il detersivo di nuova generazione assume la forma di tabs. Le tabs sono delle pastiglie che possono semplicemente essere inserite all’interno della lavastoviglie e che, in termini pratici, si arrangiano a fare tutto!Sì, perché sciogliendosi a contatto con l’acqua liberano la giusta quantità di detersivo e vi aggiungono il brillantante che rende le stoviglie e soprattutto i cristalli belli e scintillanti.


Le tabs garantiscono meno sprechi ma attenzione, perché è importante leggere per quante stoviglie la loro efficacia è garantita al fine di farne un uso ponderato.Sì, perché se attiviamo un mezzo carico, una tabs di detersivo lavastoviglie potrebbe essere anche troppo abbondante e in questo modo sprecheremmo sia il detersivo che gli altri prodotti inseriti nella pastiglia.Considerando inoltre il costo delle tabs che è importante, è uno spreco usarle per un carico contenuto e, inoltre, una scelta che non fa bene all’ambiente.

  • Vantaggi: semplici da usare, le pastiglie non richiedono alcun dosaggio.
  • Svantaggi: a seconda della qualità del film idrosolubile, alcune potrebbero non dissolversi correttamente.

In capsule di gel

Sono sicuramente la soluzione meno economica.

  • Vantaggi: non richieono nessun dosaggio, ma hanno anche una estrema facilità d’uso, le capsule di gel sono molto concentrate e si dissolvono più rapidamente.
  • Svantaggi: la manipolazione dece avvenire con le mani asciutte e il costo di acquisto è superiore a quello di altri tipi di detergenti.

A basso impatto ambientale

E proprio all’ambiente e alla salvaguardia della natura guardano le ultime ricerche con soluzioni sempre più ecologiche. Si tratta dei detersivi lavastoviglie biologici o realizzati con basso impatto di prodotti inquinanti, che permettono di lavare le stoviglie con un occhio di riguardo per la natura, ma anche per la salute degli abitanti e della casa.

La nostra opinione

Il consiglio migliore su come scegliere il detersivo per la lavastoviglie è quindi di farlo con cura, con attenzione all’ambiente e in una versione utile alle nostre necessità e aspettative.VI consigliamo sempre di leggere con la massima attenzione il dosaggio richiesto e le modalità di utilizzo, senza farsi influenzare troppo dal Marketing.Godetevi un lavaggio ottimale e preservate la vostra lavastoviglie scegliendo il detersivo giusto!

Tutto sulla lavastoviglie

Tante informazioni utili per scegliere o far funzionare al meglio questo utile elettrodomestico.

Rossella Vignoli

Sono laureata in architettura presso la facoltà di Architettura di Genova e sono appassionata di soluzioni di arredamento di interni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker