Come ricavare bagno in mansarda

Eccovi alcuni consigli su come ricavare bagno in mansarda per sfruttare al meglio i vostri ambienti di casa

Chi sceglie di vivere in un appartamento nel sottotetto, ovvero in una mansarda, può avere la necessità di ricavare un bagno da questo spazio.

Come è possibile ricavare un bagno nella mansarda rispettando la normativa e creando una spazio bello e accogliente? Si tratta di una scelta che implica sicuramente una buona progettazione, la quale deve cercare di dare vita ad un ambiente confortevole, ma anche sicuro per chi lo abita.

Come ricavare bagno in mansarda

Come ricavare bagno in mansarda: opportunità da cogliere rispettando le normative in vigore

Come ricavare bagno in mansarda: la normativa vigente

La legge che regola la costruzione del bagno è piuttosto datata, in quanto si tratta del Decreto ministeriale Sanità del 5 luglio 1975, il quale stabilisce quali sono le altezze minime da rispettare, la superficie minima calpestabile e altri fattori quali l’areazione, la protezione acustica e l’aspirazione dei fumi.

Dopo avere consultato la legge relativa, è necessario controllare il regolamento edilizio del proprio comune, per avere un un quadro completo della situazione. Un bravo tecnico di riferimento può elargire tutte le spiegazioni del caso e quindi aiutare chi ristruttura o costruisce a prendere la decisione migliore relativa alla realizzazione del bagno nella mansarda.




Bagno in mansarda bassa

In linea di massima, l’altezza minima del bagno, variabile da comune a comune, è di 2.40 metri, quindi questa altezza potrebbe penalizzare la posizione nella mansarda. E’ opportuno considerare se le altezza vengono rispettate o se c’è la necessità di intervenire a livello del tetto o del solaio, manovre che si propongono molto esose. In caso di altezza corretta è possibile progettare, se sussistono gli spazi adeguati, la disposizione dei sanitari.

Creare bagno in mansarda: le misure da rispettare

Per legge è importante rispettare delle distanze che interessano la costruzione e la posizione dei lavabi, dei sanitari e dell’eventuale doccia o vasca da bagno, eccole di seguito:

  • Di norma tra il vaso e il bidet deve esserci la distanza minima di 20 cm, così come fra il bidet e la doccia.
  • La distanza si riduce a dieci centimetri fra vaso e doccia e e fra bidet e lavabo, così come fra vaso e lavabo.
  • Il vaso deve essere installato ad almeno 15 cm al muro, mentre il bidet ad almeno a 20 cm dalla parete.

Si tratta di misure che sembrano minute, ma che nel bagno ricavato dalla mansarda, possono risultare importanti. Va altresì considerato che si tratta di misure che per natura devono esistere, per permettere alle persone di muoversi abbastanza agevolmente all’interno del locale.

Se le norme vengono rispettate è quindi ideale pensare gli impianti e ad una progettazione idrica che possa rendere il bagno efficiente. Diventa quindi fondamentale rivolgersi ad una ditta seria, che possa capire quali sono le esigenze, soprattutto quelle relative alla pressione del riscaldamento se il bagno è dotato di termosifoni.

La mansarda può infatti essere posizionata in edifici molto alti, che richiedono un’efficiente distribuzione dei tubi dove scorre l’acqua calda che va ad alimentare il sistema di riscaldamento.




Bagno in Mansarda: arredo, come arredarlo?

Eccovi alcuni consigli  e spunti per arredare il vostro bagno in mansarda

{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz *