Ristrutturazioni

Tegole marsigliesi: leggere, economiche e facili da posare

Caratteristiche, vantaggi, modalità di posa e fissaggio, prezzo

Le tegole marsigliesi vengono sempre più spesso preferite al posto dei classici coppi. Si tratta infatti di una scelta conveniente considerati i numerosi vantaggi. Le tegole marsigliesi, infatti, sono leggere, costano poco e si posano senza difficoltà. La facilità della posa in opera dipende dalla presenza di un doppio incastro che assicura una perfetta stabilità ed una tenuta perfetta.

Scopriamone caratteristiche, vantaggi, prezzi e tecnica di posa in opera.


Tegole marsigliesi: caratteristiche

Le tegole marsigliesi rappresentano il primo esempio di tegola combinata, ovvero di tegola che ha riunito in un unico pezzo la tegola di fondo e quella coprigiunto.

Particolarmente utilizzate su coperture semplici, o di elevata pendenza, vengono spesso preferite alle tegole curve (i classici coppi) per il basso costo, il peso inferiore e la possibilità di poterle sostituire con maggior facilità.

Le tegole marsigliesi vengono posate su listelli in legno o su pannelli prefabbricati, e disposte per file orizzontali.

La loro posatura avviene in maniera sfalsata per evitare l’allineamento delle giunture. Si incastrano tra loro grazie ad una serie di sagomature presenti nel perimetro, metodo di posatura grazie al quale il tetto dell’abitazione viene messo al riparo da eventuali infiltrazioni d’acqua.

Le tegole marsigliesi, di media, sono larghe 25-26,5 cm e alte 40-45 cm circa.


Oltre alle tegole marsigliesi tradizionali, esistono anche le cosiddette mezze tegole. Quest’ultime servono per completare la copertura del tetto senza dover tagliare le tegole intere.

Tegole marsigliesi: materiali

Le tegole marsigliesi sono di solito realizzate con laterizio, ossia argilla porosa cotta in forno e di colore rosso. Ma vengono realizzate anche in altri materiali come:

sono inoltre disponibili anche in diversi colori. I principali sono rosso, rosso tiziano, rosso a cuore, nero, grigio, testa di moro e visconteo.



Tegole marsigliesi: dimensioni

In genere, le tegole marsigliesi sono larghe 25-26,5 cm e alte 40-45 cm circa.

Profilo

Oltre al classico profilo a sagomature, esistono anche le mezze tegole, ovvero tegole tagliate in verticale. Questa tipologia serve per realizzare pose con giunti sfalsati senza doverle tagliare pezzi durante la fase di montaggio.

La copertura a giunti sfalsati è utile per garantire una migliore tenuta all’acqua ed evitare così infiltrazioni.

Tegole marsigliesi: vantaggi

Rispetto alle altre tipologie di tegole, le marsigliesi sono molto più vantaggiose per vari parametri:

  • leggerezza, e quindi facili da trasportare e da posare
  • praticità della posa in opera
  • economicità

Tegole marsigliesi: montaggio

Il montaggio delle tegola marsigliesi avviene tramite la sovrapposizione ed incastro. In ogni singola tegola è infatti presente una doppia scalanatura che consente la sovrapposizione di altri elementi, sia superiormente che lateralmente, evitando così il pericolo di scorrimenti.

La posa in opera di questo tipo di tegole è abbastanza semplice. Si può procedere con il fai da te se si è abbastanza pratici del settore. In caso contrario, invece, rimane sempre fortemente raccomandato rivolgersi a professionisti del settore.


Procedure preliminari

Prima di procedere con la messa in posa delle tegole, è bene realizzare una struttura portante fatta con listelli, cordoli di malta bastarda, pannelli, strutture metalliche e di plastica.

In genere vengono utilizzati dei listelli (di solito di pino nordico), lunghi 2-3 m, con sezione 3×4 cm. Vanno distanziati tenendo presente il peso delle tegole che dovranno sopportare.

Vecchie tegole marsigliesi
Esempio di vecchio tetto realizzato con tegole marsigliesi

Come procedere con la posa delle tegole marsigliesi

La posa avviene per disposizione orizzontale. Si comincia dalla prima fila, quella che sta più vicina alla grondaia, per poi procedere verso l’alto.

La prima fila di tegole deve andare ad accavallare la grondaia di circa 7 centimetri così che l’ acqua non riesca a tornare indietro e scavalcare la grondaia.

Ogni tegola va fissata ai listelli in legno con una vite fatta passare attraverso l’apposito foro e serrata sul listello con del fil di ferro.

Alla prima tegola si affianca e si sovrappone la seconda, avendo cura di posizionare i naselli negli incastri.

Procedere così fino al completamento di tutte le file.

Ulteriori consigli

L’ultima fila viene raccordata ai colmi tramite calce bastarda, senza procedere ad una completa sigillatura dei colmi, in modo garantire una buona ventilazione.


È bene anche sfalsare i giunti: iniziare dalla prima fila con la tegola intera, e procedere con la seconda fila con mezza tegole. Procedere quindi così, alternando una tegola intera e una mezza tegola. Così facendo, si evita il problema delle infiltrazioni.

In prossimità della grondaia, zona in cui si annida l’ acqua, è consigliato un trattamento di impermeabilizzazione.

Quante tegole marsigliesi servono?

Considerando le dimensioni standard delle tegole (25×40 cm) e la sovrapposizione di circa il 25%, per ricoprire 50 mq di tetto, saranno necessari circa 700 pezzi. In altre parole, 14-15 pezzi per ogni mq di tetto da rivestire.

Pulizia e manutenzione delle tegole marsigliesi

I tetti ricoperti con tegole marsigliesi tendono ad accumulare meno sporco e meno polvere rispetto ai tetti realizzati con coppi o altre tipologie di tegole, come ad esempio le portoghesi.

Ciò è dovuto principalmente al fatto che le tegole marsigliesi sono piatte e gli elementi vengono uniti tra loro molto vicini, riducendo quindi di molto lo spazio interstiziale fra le tegole ed i possibili luoghi di accumulo di pulviscolo.

Tale riduzione contrasta anche la possibilità che muschi ed erbacce infestanti trovino un substrato su cui crescere.

Nonostante ciò, il tetto con tegole marsigliesi, necessita comunque di una manutenzione minima.

Anzitutto si consiglia il controllo periodico del tetto per verificare lo stato di salute delle tegole e controllare l’eventuale presenza di muschio e/o polvere.

Nel caso le tegole necessitino di manutenzione, procedere con la pulizia che può essere effettuata con una idropulitrice a pressione, con l’aggiunta di una spazzola, utile per pulire a fondo le tegole ed eliminare la polvere depositata.


Per evitare la futura formazione di muschio, è possibile utilizzare dell’antimuschio da spruzzare o stendere sulle tegole ben asciutte.

Tegole marsigliesi San Marco

San Marco Terreal Italia, da anni fa parte del gruppo Terreal, una grande industria multinazionale che costituitasi in Francia nel 2000, ereditando l’esperienza e la cultura di aziende storiche.

Protagonista mondiale nella produzione di coperture e rivestimenti di facciata in terracotta, la San Marco realizza prodotti semplici da posare e che permettono soluzioni di design.

Performanti e progettate per rispondere alle moderne esigenze costruttive, le tegole marsigliesi San Marco si prestano per una grande varietà di realizzazioni architettoniche, offrendo affidabilità, estetica, versatilità e comfort abitativo.

Tegole marsigliesi: quanto costano?

Il prezzo delle tegole marsigliesi varia in base a vari fattori quali, le caratteristiche costruttive, l’azienda che le produce, il quantitativo ordinato e i materiali di fabbricazione.

Tenendo conto di tali varianti, indicativamente, possiamo affermare che circa 168 pezzi di tegole marsigliesi (misura standard 25×40 cm), utili per ricoprire circa 12 mq di tetto, possono essere acquistate ad un prezzo che va da un minimo di 65 euro ad un massimo di 100 euro.

Ciò vuol dire che, per ogni metro quadrato di tetto, si andrà a spendere dai 5,50 agli 8 euro.

A tale costo va poi ovviamente aggiunto anche il costo medio della posa in opera che, di media, viene venduto attorno ai 30 euro al mq.

Altro

Se questo articolo tiè interessato, potrebbero esserti utili anche i seguenti post:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button