Climatizzazione

Acquistare un purificatore d’aria per rendere più salubre l’aria indoor

Come depurare l’aria e restituirla all’ambiente pulita e priva di batteri, virus e allergeni

Il purificatore d’aria serve a depurare l’aria inquinata negli ambienti domestici. Si pensa infatti che l’inquinamento sia solo nell’ambiente esterno ma ci sbagliamo: l’aria di uffici, di casa e di molti ambienti chiusi è fino a 7 volte più inquinata rispetto all’aria esterna a causa di polveri sottili, pollini, muffe, batteri e sostanze chimiche.

Il purificatore d’aria è un elettrodomestico, sempre più richiesto, in grado di depurare l’aria degli ambienti restituendola salubre, senza cattivi odori e riducendo molto la presenza di allergeni batteri e virus.


Cos’è un purificatore d’aria

Si intendono purificatori d’aria gli apparecchi che puliscono l’aria negli ambienti domestici, attivandosi nella rimozione di una serie di particelle non visibili ad occhio nudo come batteri, virus, polvere e acari, allergeni, che possono anche causare problemi all’apparato respiratorio.

Come funziona 

Un purificatore è un apparecchio che convoglia tramite una ventola al proprio interno l’aria sporca dell’ambiente, dove passerà attraverso una serie di filtri  e poi verrà riemessa nell’ambiente filtrata e purificata.

Il meccanismo di purificazione si basa sulla presenza di filtri. Vediamo quali sono i più comuni:

Filtro antipolvere

E’ una sottile e fitta griglia solitamente in plastica che opera un primo filtraggio grossolano delle particelle di polvere più grosse e voluminose.

Filtro ai carboni attivi

Questi filitri utilizzano le proprietà naturali del carbone in particolare la sua capacità di assorbimento. Il carbone attivo è particolarmente efficace contro i composti organici volanti, gli odori e svariati gas inquinanti che si trovano anche nelle case. Tra le sostanze organiche più nocive alcuni componenti del fumo di sigaretta e le esalazioni prodotte dalla vernice fresca o da alcuni detergenti. Questo filtro va rimosso e sostituito periodicamente.


Filtro Hepa High Efficiency Particulate Air

Si tratta di un filtro diffuso negli ultimi anni. I filtri Hepa sembrano dei fogli di carta rigida e spessa pieghettata su se stessa a fisarmonica: si compongono in verità di sottilissime fibre di vetro, talmente fitte e dotate di proprietà tali da bloccare efficacemente la quasi totalità delle particelle dal diametro di 0,3 micron in su. Ottimo filtro per pollini e acari e tanti micro polveri che possono creare problemi a chi soffre di allergie. Questi filtri necessitano di sostituzione periodica.

Oltre ai filtri i purificatori sono dotati di sistemi igienizzanti come ad esempio

  • lo sterilizzatore ultravioletto. Le proprietà della luce ultravioletta sono molto utilizzate in ambito sanitario, per la sterilizzazione di apparecchiature e strumenti sanitari e per l’igienizzazione degli ambienti.  Batteri, virus, muffe e altri agenti patogeni vengono inattivati dalla lampada a raggi ultravioletti.
  • lo ionizzatore, un dispositivo che cede carica ionica negativa nell’aria. Gli ioni negativi si legano alle particelle disperse nell’aria, che hanno carica positiva, e ne provocano l’adesione alla superficie più vicina. Lo ionizzatore genera però anche poche e piccole particelle di ozono, che viene ritenuto dannoso per la salute umana.

Dove posizionare il purificatore 

Il purificatore è un attrezzo non troppo ingombrante o pesante che può essere posizionato  in qualsiasi punto della casa o dell’ufficio.



Ogni dispositivo è progettato per soddisfare un range di metratura e bisogna rispettare le indicazioni della casa madre per ottenere un risultato.

Attenzione dunque a leggere le indicazioni riportate e a mantenere sgombre le griglie.

Perché usare un purificatore d’aria

Prevenire o diminuire gli agenti inquinanti o patogeni nell’aria che respiriamo sia a casa sia nell’ambiente di lavoro: questo è l’obiettivo del purificatore d’aria. Mantenere pulita e salubre l’aria è oggi più che mai una richiesta sempre più esigente.

Inquinamento domestico

Si pensa che l’inquinamento sia solo nell’aria che si respira nelle nostre città, ma vi è una forma di inquinamento più subdolo che è quello dell’aria indoor.

Anzi sembra che l’inquinamento domestico sia ancora peggiore: la mancanza di ventilazione, di agenti atmosferici, di luce solare diretta e l’isolamento garantito dai moderni serramenti causano infatti la concentrazione in casa di elementi inquinanti  tra le 5 e le 8 volte superiori rispetto all’ambiente esterno.

Fattori inquinanti dell’aria indoor

Fattori inquinanti sono:


  • Virus e batteri
  • Polveri sottili
  • Micro-squame animali domestici
  • Allergeni come acari, pollini, muffe
  • Formaldeide derivante dalle vernici dei mobili e pavimenti

Questi elementi inquinanti dispersi nell’aria di casa possono portare allo sviluppo di patologie come allergie ma anche asma, enfisemi e malattie cardiovascolari;

Purificatore d’aria: tutti i vantaggi 

Oltre a semplici e pratici consigli di igiene quotidiana, come ad esempio

  • non fumare in casa
  • non usare deodoranti per ambienti
  • tenere delle piante in casa
  • pulire regolarmente
  • passare di frequente l’aspirapolvere
  • cambiare con regolarità le lenzuola

L’uso di un purificatore d’aria di certo è una soluzione contro l’inquinamento domestico.

Ecco i principali vantaggi

  • rimuove particelle che causano attacchi d’asma
  • riduce gli allergeni
  • elimina il fumo di sigaretta
  • trattiene eventuali particelle di amianto o di gas Radon
  • riduce gli inquinanti esterni
  • tiene sotto controllo il monossido di carbonio
  • elimina i composti organici volanti
  • efficace anche nel debellare alcuni insetti

Guida all’acquisto del purificatore d’aria 

Prima dell’acquisto è necessario tenere conto di alcuni fattori come:

  • la tecnologia di purificazione,
  • il filtro,
  • la Cadr,
  • le funzionalità,
  • la connettività.

Come prepararsi all’acquisto? Bisogna conoscere:

  • il consumo energetico del modello scelto, il purificatore è un elettrodomestico che viene azionato anche per lunghi periodi di tempo quindi deve essere di classe energetica a basso consumo.  In genere comunque i consumi di questi elettrodomestici sono modesti sempre inferiore ai 100 W.
  • quale ambiente andare a purificare, la misura in mq della stanza, la presenza di finestre e porte. Ogni modello infatti è efficace su stanze o ambienti specifici.
  • il livello di CADR –  Clean Air Delivery Rate (tasso di produzione di aria pulita). Si tratta della misura che indica quanta aria viene purificata in un minuto. Il CADR Indica cioè l’efficienza del purificatore nell’eliminare le particelle inquinanti o gli allergeni dall’aria. Il purificatore con i CADR maggiori sarà quello in grado di rendere l’aria più pulita.
  • valutarne la rumorosità perché è importante che questo apparecchio non dia fastidio soprattutto nelle ore notturne o in ambienti di lavoro. Il purificatore d’aria consigliato deve produrre rumore compreso fra i 25 ed i 70 dB.
  • vedere l’aspetto estetico e le dimensioni dell’apparecchio per decidere dove installarlo. Spesso questi sono dotati di ruote e maniglia e possono essere spostati. E’ comunque di notevole importanza design e dimensione. Esistono sia purificatori a torretta sia a parallelepipedo e possono essere oggetti d’arredamento.
  • conoscerne le funzioni. Alcune sono indispensabili come il timer e autospegnimento, la modalità notturna ma anche il sensore di qualità dell’aria, il deumidificatore per ridurre l’umidità dell’aria, funzione di promemoria che arresta l’apparecchio se il filtro è sporco.
  • valutare quanta manutenzione sia necessaria. L’apparecchio richiede il ricambio periodico di filtri, ogni circa 3 mesi, e questi devono essere facilmente reperibili e a prezzi accessibili.

Quanto costa 

Un purificatore d’aria ha un prezzo che varia da 200 euro a 1000 circa.

Dipende dalla tecnologia di purificazione impiegati, ma anche la portata d’aria e la copertura richiesta. Non affidarsi a prodotti troppo economici perché non rendono.

I migliori purificatori d’aria sul mercato 

Vi elenchiamo ora alcuni modelli scelti perché ritenute le migliori in commercio, sia per efficacia sia per rapporto qualità-prezzo..


Electrolux EAP450 Oxygen

Questo modello si basa su un sistema di filtraggio a più fasi che risulta efficace nella rimozione del 99,97% delle particelle fino a 0,3 micron: assorbe anche fumo, acari e allergeni.

Electrolux EAP450 Oxygen con filtri Hepa.

Dotato di filtro principale Hepa 13 comodamente lavabile sotto acqua corrente e di un filtro a carboni attivi in grado di eliminare gli odori sia di fumo sia della cucina.

L’Electrolux EAP450 Oxygen copre una superficie di circa 103 mq.

  • Il CADR ha un valore elevato di  495 mc/h
  • I consumi energetici sono abbastanza alti
  • La  rumorosità nella  modalità notturna è di soli 27 dB

Tra le funzioni vanta: il regolatore di velocià, un sensore della qualità dell’aria dotato di modalità auto, la modalità quiet, che rallenta la ventola e abbassa le luci del pannello dei comandi. Non è dotato di timer di spegnimento automatico.

  • Dimensioni non ingombranti e peso di solo 8,5 kg
  • Facile manutenzione
  • Comodo telecomando attraverso il quale è possibile regolare le impostazioni anche a distanza

Lo potete trovare in vendita online:

Dyson Pure Cool Link

Oltre a essere un purificatore è anche un ventilatore senza pale a torre. Un suo punto di forza è di certo il design.

Dyson Pure Cool Link.


Presenta due filtri intercambiabili e si distingue per le elevate prestazioni, sia in fase di purificazione dell’aria, sia di ventilatore

E’ un prodotto completamente connesso e smart. La connettività Bluetooth e WiFi tramite l’app Dyson Link ne permette la gestione anche da remoto.

Caratteristica performante sono i sensori molto precisi in grado di rilevare particolato PM 2,5, PM 10, particelle organiche e biossido d’azoto, oltre ovviamente a tutte le altre tipologie di particelle potenzialmente dannose: il soli 12 secondi  il dispositivo è in grado di fornire una panoramica della qualità dell’aria indoor.

Eccolo su Amazon:

Miglior rapporto qualità-prezzo 

 

Levoit LV-PUR131S

Un dispositivo leggero, compatto e silenzioso consigliato per la purificazione di ambienti di dimensioni medio-grandi fino ad un massimo di 55 mq.

  • Il timer di funzionamento può essere programmato anche attraverso una app
  • La modalità notturna riduce la rumorosità ad un minimo
Levoit LV-PUR131S.

In vendita qui:


Xiaomi Mi Air Purifier 2S

Xiaomi propone il purificatore Mi Air Purifier 2S adatto per ambienti fino a 40 mq che può inserirsi all’interno di un sistema domotico o di smart home.

Xiomi Mi Air Purifier 2S
  • Valore CADR pari a 310 mc/h.
  • 3 livelli di filtraggio
  • App Mi Home per programmare e monitorare costantemente la qualità dell’aria.
  • Sensori incorporati d umidità, temperatura, polveri sottili

Dotato di schermo OLED per monitorare il livello di polveri sottili PM 2.5 presenti nell’aria.

I migliori contro gli allergeni

Philips AC4012/10

Il Philips AC4012/10 è un sistema di purificazione per ambienti di circa 50 mq, dotato di un sistema di filtri di grande efficacia:

  • un pre-filtro che trattiene le particelle più grosse e voluminose,
  • un filtro HEPA per trattenere le particelle più piccole,
  • un filtro a carboni attivi per neutralizzare i cattivi odori.

Purificatore Philips AC

Un sensore preposto al controllo dello stato di usura dei filtri svolge inoltre una funzione di promemoria e avvisa quando è necessario provvedere alla sostituzione.

  • Bassi i consumi energetici di soli 30 Kw e bassi i livelli di rumorosità da 54dB a 34 dB.
  • Il CADR fumo è di 160 m³/h, dotato di un sensore di qualità dell’aria
  • Dalle dimensioni non particolarmente ingombranti a forma di parallelepipedo  può essere collocato sia a terra sia su un mobile, pesa solo 5 kg.


Honeywell Premium HPA710WEA4

Con ionizzatore è un prodotto costoso ma che offre grandi performance.

Honeywell Premium HPA710WEA4
  • Tre livelli di filtraggio
  • Funzione ionizzatore
  • Portata per ampi spazi
  • CADR di 187 m³/h

Presenta 4 livelli di velocità e 5 modalità di funzionamento: generale, silenzioso, allergeni, germi, turbo.

Consigli finali

  • Per purificare l’aria nelle camere dei bambini, anche molto piccoli, si consiglia la tecnologia  con lampada UV-C per la neutralizzazione di germi e batteri, ma senza ionizzatore perché quest’ultima libera nell’aria una minima quantità di ozono che può avere effetti indesiderati.
  • Nel caso di fumatori, si consiglia l’uso di purificatori a filtro a carboni attivi  che può catturare e trattenere il fumo di sigaretta oltre a combattere l’odore e la diffusione di questa esalazione.
  • In caso di muffa…Il purificatore pulisce l’aria ma non elimina la muffa. A tal scopo si consiglia invece un deumidificatore che riduce l’umidità.

Altre idee per rinfrescare la vostra casa

Ecco altri suggerimenti utili per i sistemi di ventilazione:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close