Pavimenti in pietra per interni: vantaggi e prezzi

Andiamo a scoprire insieme i pavimenti in pietra per interni, approfondendone caratteristiche, vantaggi e svantaggi ed infine i prezzi

I pavimenti in pietra segnano un ritorno alle origini e ad una volontà di inserire nell’ambiente domestico dei materiali naturali confortevoli e vicini all’ambiente.

Da secoli la pietra è stata impiegata per creare i pavimenti, ma in tempi recenti essa ha ceduto lo spazio a materiali forse più duttili e moderni, come i grès e anche le resine ma anche al vetro o il sughero, di cui  vi abbiamo parlato in questi approfondimenti

Pavimenti in pietra per interni

Pavimenti in pietra per interni: Pavimento in pietra di gerusalemme

Pavimenti in pietra per interni: vantaggi e svantaggi

Il mercato sta registrando un grande ritorno ai pavimenti in pietra, superfici che possono essere realizzate in diverse tipologie e che apportano benefici diversi a chi le sceglie.

  • Di base, il primo è legato all’estetica, che nella scelta di pietre naturali risulta unico e assolutamente personale. Ricercati studi di architettura di interni possono dare vita a pavimenti mirabili, che si associano ai colori delle pareti e dei mobili per creare interni di atmosfera.
  • La pietra è inoltre un materiale salubre, che può essere pulito con semplicità nella versione piatta e che non risente dell’umidità.

Eccovi anche alcuni punti a sfavore:




  • La pietra è inoltre fredda, quindi è perfetta per le zone giorno e per i bagni che si trovano nelle località calde, ma viene sconsigliata per chi abita in zone geografiche fredde.
  • Un ulteriore punto a sfavore di questi pavimenti va letto nel costo, molto elevato se la pietra è naturale e un po’ più economico se si tratta di pietra ricostruita e nella difficoltà di associarla a impianti di riscaldamento a pavimento.

Quali sono le tipologie di pietra più impiegate per realizzare i pavimenti in pietra?

Pavimenti in pietra naturale:
Per realizzare pavimenti in pietra naturale di base si impiegano i derivati lavici, come il basalto, il granito e il porfido, ma anche la quarzite che invece deriva da una roccia metamorfica.

La bellezza della nera ardesia, il colore delicato dell’arenaria e le mille sfaccettature del marmo completano la lista, anche se pietre più speciali e particolari vengono impiegate in alcune regioni d’Italia per creare pavimenti personalizzati.

Pavimenti in pietra ricostruita:
Per i pavimenti in pietra ricostruita si impiegano pietre di base naturale, lavorate a standard per ricreare i diversi effetti.

pavimento in arenaria

Pavimenti in pietra per interni: pavimento in arenaria

Quali ambienti sono ideali per il pavimento in pietra?

Di base la pietra può essere posata ovunque, ma essa sa rendere al top quando è inserita nei bagni, soprattutto in quelli che associano porzioni di pavimenti a rivestimenti murali e parietali.




I pavimenti in pietra possono essere introdotti anche nelle taverne e nei living, ma anche nelle cucine, sempre tenendo conto delle caratteristiche naturali del materiale e di dove vi trovate.

Posare un pavimento in pietra in Trentino Alto Adige non sarebbe, infatti, una scelta lungimirante, mentre farlo in Sicilia può avere un senso, perché le giornate calde nel corso dell’anno superano di gran lunga quelle fredde.

pavimento in quarzite

Pavimenti in pietra per interni: pavimento in quarzite

Con le pietre è possibile infine creare dei pavimenti molto interessanti dal punto di vista strutturale, dal classico pavé all’acciotolato, dal lastricato fino ai mosaici.

Queste pavimentazioni sono di base nate per l’esterno, ma possono diventare adattabili anche per l’interno, se vengono livellate e rese quindi meno irregolari, quindi adatte ad un calpestio più frequente.




Quanto costano i pavimenti in pietra naturale per interni: prezzi

I prezzi di un pavimento in pietra naturale dipendono da due fattori:  la scelta della tipologia di pietra (comprendendo anche la varietà di il taglio, trattamento e  spessore) e la messa in opera.

Suggerimento: scoprite anche il nostro speciale sulle Piastrelle sottili

I costi delle pietre variano moltissimo, eccovi alcune indicazioni a titolo di esempio:

  • Granito: da un minimo di 50 sino anche  a 600 euro al metro quadrato per le qualità più pregiate
  • Porfido: mediamente dai 15 a 25 euro al metro quadrato
  • Arenaria: il costo varia dai 30 ai 60 euro al metro quadro
  • Ardesia, simile all’arenaria, dai 40 ai 60 euro al metro

Costi di messa in opera dei pavimenti in pietra per interni: per la manodopera a seconda della specializzazione si varia da un minimo di circa 80 euro al metro quadro ad un massimo di circa 130 euro per metro quadrato.

Ed eccovi anche i nostri consigli sull’utilizzo della pietra per la scelta di:

{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz *