Nuova Zelanda: due capanne per due amici

Due piccole capanne per due amici nella Natura selvaggia della Nuova Zelanda.

Siamo nell’isola di Northland, a Kaiwaka, parco naturale di bellezza incomparabile, caratterizzato da un clima sub-tropicale, differente dal resto della Nuova Zelanda.

In questo paradiso di colline erbose e spiagge incontaminate due amici hanno chiesto a Chesire Architetcts di progettare una casa per ciascuno con il minimo indispensabile, per farne un rifugio personale per brevi periodi di vacanza lontano da tutto.

Eyrie House1

Una delle due capanne di legno nero nella natura selvaggia della Nuova Zelanda

Ognuno ha la sua personalità, per cui le due capanne dovevano essere uguali all’esterno, ma differenti all’interno, per riflettere i gusti ed i desideri dei due proprietari.




Eyrie House2

Due rifugi uguali, rivestiti di assi di legno di pino dipinto di nero, con poche aperture

cheshire-architects

Due monoliti neri sulla collina

Missione compiuta.

Due rifugi uguali, rivestiti di assi di legno di pino dipinto di nero, con due sole aperture, che si aprone a ribalta, una come un ponte levatoio funge da porta, l’altra da finestra.

All’interno una capanna è stata lasciata in legno compensato al naturale, mentre l’altra ha le pareti dipinte di nero e solo l’angolo cottura è rivestito di ottone ossidato. Unica concessione al lusso. La scala stretta conduce in entrambe all’unica camera da letto, illuminata dalla luce zenitale dell’apertura sul tetto.




Il primo rifiugio è tutto nero anche all’interno, con finiture raffinate, di alto artigianato e pezzi classici del design scandinavo.

Eyrie-House-Cheshire

Delle finiture raffinate, di alto artigianato, per la prima capanna

Eyrie-by-Cheshire-Architects

Luce zenitale nella camera da letto superiore della prima capanna

eyrie-authentic-immersion-in-the-wild-nature

Un particolare della cucina, rivestita di ottone brunito

Eyrie House7

La meravigliosa vista della natura del parco di Kauri che si gode dalla prima capanna.




Eyrie House6

Interni puri e minimali, in una capanna di appena 29 m2

La seconda capanna invece ha interni lasciati al naturale, è rivestita di compensato, con arredi più caldi, in stile shacker.

Eyrie House11

La seconda capanna è rivestita di compensato al naturale

Eyrie House8

Nella seconda capanna l’arredamento è più caldo

Eyrie House9

La seconda capanna ha dimensioni uguali alla prima e la stessa pianta.




Eyrie House10

Attrezzature minimali per un rifugio piccolo ma con finiture di lusso

Il terreno ecquistato era molto, tanto da poterci costruire un palazzo da a 1.500 m² ma la scelta è stata decisamente in controtendenza: due piccole cabine da 29 m² ciascuna, su due piani, con soffitti molto alti per non ispirare un senso di claustrofobia.

La costa neozelandese è l’elemento d’arredo principale. Il cielo, l’erba e il fiume sono parte del paesaggio ed entrano in casa da tutte le aperture.Nelle due capanne non ci sono porte ma solo tagli verso l’esterno, sia alle pareti che sul tetto.

Eyrie House5

La doccia è stata messa all’esterno e l’unica porta dà verso l’esterno e funge anche da finestra, con apertura a ribalta

Eyrie House4

Una scala ripida con vista verso l’esterno conduce alla camera da letto




Eyrie House3

Tagli di luce nella capanna

eyrie-houses-by-cheshire-architects

Una capanna vista dall’altra

Il progetto ha vinto il progetto di Home of the Year per il 2014.

{ 0 comments }

ADMIN

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz *