Come funziona un robot aspirapolvere, caratteristiche, vantaggi ma anche punti deboli

Andiamo ora alla scoperta dei migliori modelli di Robot aspirapolvere per la vostra casa. Eccovi la nostra guida pratica e completa per questi elettrodomestici.


I robot aspirapolvere sono il futuro delle pulizie domestiche come ad esempio i robot rasaerba per il giardino.
Pochi strumenti come questo hanno rivoluzionato il modo di pulire casa.

Gli aspirapolvere robotizzati “aspirano” per voi, senza dovervi spostare per trovare polvere e sporcizia.
Ciò che prima era un sogno, ovvero un aspirapolvere che si arrangiasse a raccogliere lo sporco, è oggi diventata una realtà.


robot aspirapolvere

I produttori stanno iniziando ad offrire diverse decine di modelli. Per scegliere bene è importante conoscere le caratteristiche principali da prendere in considerazione.

Questi robot domestici sono infatti dei dispositivi che catturano la polvere in autonomia, senza la necessità della nostra supervisione. Ciò permette di svolgere tante altre attività mentre i pavimenti di casa vengono spolverati e puliti con cura e con precisione.

Come funzionano i robot aspirapolvere?

Come è realizzata la loro tecnologia?

  • Di base i robot aspirapolvere sfruttano la presenza di molti sensori, dedicati ad individuare gli ostacoli (muri, scalini, mobili).
  • I sensori integrati permettono alla macchina di cambiare direzione quando incontrano i suddetti ostacoli e di coprire tutto il perimetro dell’ambiente che devono spolverare.
  • Per facilitarlo sarebbe ideale sgomberare il campo al suo arrivo, ma per risparmiare tempo è possibile azionare il sistema anche senza spostare i mobili.

Per il resto si tratta di un aspirapolvere al quale è stato applicato un motore elettrico o è alimentato a batterie.

Vediamo ora in dettaglio le componenti principali.

I sensori

I robot si muovono nella stanza e cambiano direzione non appena incontrano un ostacolo, con l’obiettivo di coprire l’intera area.


I modelli più sofisticati utilizzano  telecamere, sensori a ultrasuoni o a infrarossi, giroscopi e altri sistemi di navigazione avanzati.

La combinazione di più tecnologie di rilevazione li rende precisi ma non infallibili. I robot spesso si scontrano contro gli ostacoli (senza però danneggiarli ndr) come le gambe delle sedie o i vasi posti a terra.

Rilevano invece molto bene il vuoto, fatto che impedisce loro di cadere ad esempio dalle scale.

Un altro punto positivo è che coprono molto bene l’intera stanza stanza, anche passando più volte nello stesso punto.

Va detto che non è comunque pensabile pretendere una pulizia assoluta negli angoli, lungo le pareti o intorno alle gambe dei mobili.

La stazione di ricarica

Gli aspirapolvere robotizzati vengono ricaricati su una stazione di ricarica a terra. Per una ricarica completa serve un minimo di un ora sono a un massimo di 8 ore, a seconda dei modelli.  I modelli progettati meglio possono facilmente trovare la propria stazione di ricarica in autonomia.

Alcuni robot non hanno una stazione di ricarica vera e propria. È quindi necessario collegare manualmente un caricabatterie al robot.

Attenzione: una volta caricato, un robot posto sulla sua base continua a consumare energia elettrica. Un pulsante di accensione/spegnimento lo spegne, limitando il consumo di energia in standby.

Lo stesso vale per la stazione di ricarica: consuma fino a quando è collegata.

Consiglio: scoprite anche il nostro speciale sui migliori robot da cucina


Le spazzole

Un robot aspirapolvere gestisce da una a più spazzole:

  • una o due spazzole laterali, poste sul lato del robot, per pulire lungo le pareti e negli angoli riportando la polvere verso il centro del robot;
  • la spazzola principale, situata sotto il robot, per raccogliere polvere e altre fibre.

Attenzione: i capelli o i peli di animali tendono a avvolgersi intorno alla spazzola principale, quindi dovrebbe essere pulita frequentemente. È più o meno facilmente rimovibile a seconda dei modelli.

La programmazione

La programmazione degli aspirapolvere robotizzati è relativamente semplice. È sufficiente scegliere una delle modalità di pulizia, ad esempio :

  • “Auto”, “normale” o “pulizia”:per la pulizia completa di una stanza;
  • ” spot” o “localizzatoa”: viene utilizzato per aspirare una zona specifica (ad esempio un tappeto).

Alcuni modelli offrono diversi livelli di potenza di aspirazione da regolare in base al tipo di pavimento (duro, parquet, moquette).

Altri robot permettono di programmare un avvio ritardato o periodico (ogni giorno, ogni settimana…). I modelli più semplici, come sono  invece dotati di un semplice pulsante on/off.

Tante forme e modelli

Si presentano spesso con forma circolare e con dimensioni piuttosto contenute. Il costo è relativamente alto, soprattutto nei modelli più innovativi che spesso uniscono alla funzione di raccogli polvere anche quella di lucida o lava pavimenti.

Si tratta, in ogni caso, di un elettrodomestico che non richiede una forte manutenzione. La potenza e i tempi di pulizia dipendono molto dal modello e dalla conformazione dello spazio.

Nella scelta del robot aspirapolvere ideale si deve capire se può essere realmente utile allo scopo in base alla conformazione della casa.

  • Se la propria abitazione è composta da un appartamento sullo stesso piano e caratterizzato da una struttura open space, il robot aspirapolvere può essere davvero utile.
  • Se la casa ha tanti piani di scale e molti oggetti di mobilio, il robot aspirapolvere potrebbe trovare troppi ostacoli per i suoi gusti.

Punti a favore

Gli aspirapolvere robotizzati fanno il lavoro “sporco” mentre vi rilassate.  I modelli migliori possono trovare la loro via anche nei punti della casa più stretti. Alcuni dei modelli più recenti possono anche essere controllati da un’applicazione sul tuo smartphone.

Svantaggi

Nessun robot aspirapolvere può eguagliare la pulizia profonda che otterrete manualmente. Non è infine la scelta ideale se avete moquette o tappeti a pelo lungo.


Vediamo ora le recensioni di alcuni modelli per comprenderne le caratteristiche tecniche e orientarci all’acquisto.

Robot aspirapolvere Hoover

Un buon prodotto è il robot aspirapolvere Hoover RBC 003, facile da reperire anche nella grande distribuzione.

  • La ditta Hoover produce storicamente aspirapolvere anche di fattura professionale, per cui questo può essere considerato come una prima garanzia di qualità.
  • Questo modello è snello, presenta dimensioni minute, ma ha una grande autonomia di uso di un’ora.
  • Funziona a batterie e presenta sette tipologie diverse di impostazioni per la pulizia delle superfici.

Disponibili online anche gli accessori per questo modello come il set di Spazzole Laterali e Filtro Motore:

Robot aspirapolvere Roomba

strong>Irobot Roomba 772e è uno dei modelli più gettonati di Irobot.
robot aspirapolvere

  • Le caratteristiche principali vanno ricercate nella tecnologia Dirt Detect, che sfrutta un sensore acustico per individuare i punti più sporchi a cui dedicare più tempo.
  • Il robottino è accessoriato con sistema One touch and go, un pulsante unico di accensione che permette di azionare il tutto.
  • Incluso anche il sistema di navigazione brevettato iAdapt.

robot aspirapolvere

Viene venduto con la base di autoricarica e l’aiuto virtue wall, la batteria apposita e lo strumento pulisci spazzole al costo di circa 580 euro.

iRobot Roomba 772e Robot Aspirapolvere
Prezzo consigliato: EUR 569,00
Prezzo: N/A
Risparmi: N/A

 Roomba 960

Chi ricerca il top delle prestazioni dal proprio aspirapolvere può contare sul modello innovativo Roomba 960.


  • Si tratta di un Irobot raffinato, dotato di sistema di navigazione iAdapt 2.0 con Visual Localization. Questo sistema assicura autonomia di pulizia in tutte e stanze.
  • È dotato di connessione wi fi con l’app che permette di attivarlo direttamente dallo smartphone.
  • Grazie al sistema di pulizia AeroForce a tre stadi, impiega da solo le combinazioni ottimali di estrazione e di turbolenza. Pulisce al meglio e senza sforzo ogni tipologia di superficie che si trova di fronte.

Importante il costo, 899 euro per un prodigio di tecnologia.

Robot modello Braava

Irobot è anche sistema di pulizia completo Sweep&Mop nel modello Braava 390T.

  • Si tratta di un sistema estremamente semplice da usare e molto silenzioso. Basta, infatti, posizionare l’apposito panno e azionare il robot.
  • Può coprire una superficie di 75 metri quadri per un ciclo di pulizia.
  • La modalità pulizia umida permette di lavare con cura il pavimento fino a 24 metri quadri per ciclo.

Bello nel design, che si propone anche intelligente perché abile nel raggiungere angoli molto speciali, l’Irobot Braava è proposto al costo di circa 400 euro.

Neato Robot

Non perdetevi anche il nostro speciale su questa marca.
Probabilmente siamo agli albori di una tecnologia sempre più sviluppabile e applicabile alla quotidianità. In effetti chi non vorrebbe stendersi sul divano a leggere una rivista mentre il robot fa le pulizie al nostro posto.

Robot Miele Scout RX1

Con una grande autonomia di batteria e con un sofisticato software per evitare ostacoli.
Lo abbiamo recensito in questo approfondimento sugli aspirapolvere Miele.

Eccovi altri consigli per pulire al meglio la vostra casa

Non perdetevi anche questi consigli.

{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento