Le librerie componibili sono soluzioni salvaspazio adatte per ogni ambiente

Speciale librerie componibili: scoprite come scegliere la libreria componibile più adatta alla vostre esigenze e come utilizzare al meglio gli spazi.

Le librerie componibili sono dei complementi d’arredo belli e funzionali capaci di adattarsi a ogni tipo di stanza personalizzandola.

Questo tipo di librerie, infatti, per la loro versatilità di utilizzo e l’ampia libertà di composizione che offrono possono essere poste in ogni ambiente per conservare ed esporre libri, soprammobili e oggetti vari.

Le librerie componibili, inoltre, rappresentano un’ottima soluzione salvaspazio sia per dividere gli ambienti domestici o professionali in maniera flessibile e non definitiva come avverrebbe, invece, con una parete in cartongesso.

La varietà di tipologie di librerie componibili sul mercato consente di scegliere struttura e abbinamenti colore e, anche, l’investimento economico che si desidera effettuare. Vi sono, infatti, moltissime librerie caratterizzate da un’ottima estetica e funzionalità nonostante il loro costo, decisamente, irrisorio.

Librerie componibili, tanti vantaggi e nessuna criticità

Ci sono moltissimi buoni motivi che possono spingere all’acquisto di una libreria componibile rispetto, invece, a una soluzione più tradizionale.

Tra i principali vantaggi dello scegliere una libreria componibile vi sono, ad esempio, la possibilità di modificare la disposizione e le dimensioni di questo complemento d’arredo in base ai cambiamenti delle proprie esigenze.

Non è raro iniziare a comprare alcuni moduli e poi nel tempo aggiungerne altri man mano che aumentano libri, documenti o oggetti che si vuole riporre.

Proprio la versatilità di utilizzi è un altro elemento che rende le librerie componibili molto apprezzate, queste sono perfette non solo per riporre e conservare libri ma, anche, soprammobili o oggetti di uso quotidiano.

Le librerie componibili rappresentano, inoltre, un’ottima opzione per suddividere gli spazi di una casa o di un ufficio in maniera fluida e non definitiva consentendo di testare varie soluzioni prima di scegliere quella più consona alle proprie necessità e al proprio gusto.

Organizzazione degli spazi di una libreria componibile, qualche dritta

Uno dei vantaggi che offrono le librerie componibili è la possibilità di organizzare e gestire i vani interni e l’ingombro totale in modo da soddisfare pienamente ogni tipo di esigenza.

In genere, è consigliabile prevedere un’altezza delle mensole compresa tra i 18 e i 40 cm, mentre la profondità dovrebbe variare dai 25 ai 40 cm. Queste misure assicurano la possibilità di riporre in maniera funzionale e pratica la maggior parte dei volumi e degli oggetti.

È consigliato, comunque, prevedere mensole ad altezze diverse in modo da assicurarsi la presenza di spazi adatti a ogni tipo di oggetto sfruttando appieno la polifunzionalità offerta dalle librerie componibile.

La presenza di vani di diverse dimensione contribuisce, inoltre, a creare piacevoli effetti geometrici che esaltano l’estetica di questi complementi d’arredo.

Libreria componibile, la scelta vincente per ogni spazio domestico

Sul mercato esistono moltissimi tipi di librerie componibili adatte a qualunque abitazione e ambiente domestico.

La maggior parte delle librerie componibili sono realizzate in legno o metallo e, poi rifinite con laccature di diverso colore.

In genere, per le zone living, lo studio o le camere dei ragazzi è preferibile optare per librerie componibili a parete in legno, un materiale caldo capace di conferire ai vari ambienti domestici un’atmosfera accogliente e curata.

Le librerie componibili in metallo sono, invece, perfette per gli ambienti professionali o, comunque, per stanze di abitazioni di piccole dimensioni in quanto la loro struttura è più sottile e, pertanto, l’ingombro è ridotto.

Gli accessori delle librerie componibili: ante e schienali

Alcuni modelli di librerie componibili possono essere dotate di utili accessori come ante e schienali.

Le ante possono rivelarsi molto pratiche per chiudere alcuni vani contenenti suppellettili delicati da conservare con cura o oggetti che non si desidera esporre.

La presenza di ante evita, inoltre, il formarsi di fastidiosi depositi di polvere e facilita, quindi, la pulizia delle librerie componibili.

Altri utili accessori sono gli schienali che consentono sia di evitare accidentali graffi e segni alla parete sia di conferire una nota di colore se scelti a contrasto rispetto alla nuance della struttura della libreria.

Monolocali, la libreria componibile e modulare perfetta

Se si vive in un monolocale o, comunque, in un appartamento di piccole dimensioni, l’acquisto di una libreria componibile può rivelarsi vincente sotto molti punti di vista.

Questo elemento d’arredo può, infatti, svolgere la triplice funzione di:

  • arredare una stanza offrendo dell’importante spazio per riporre
  • conservare oggetti e di suddividere gli spazi abitativi in modo da definirne meglio le funzioni
  • creare una maggiore privacy senza però rimpicciolire ulteriormente l’ambiente.

In genere, in questi casi è meglio optare per librerie autoportanti in metallo che si sviluppano il più possibile in altezza, in quanto le strutture realizzate in questo materiale sono meno ingombranti rispetto a quello in legno.

Sempre in caso di ambienti di ridotte dimensioni è, inoltre, meglio optare per una libreria componibile e modulare rifinita in colori chiari come bianco, grigio o beige.

Open space professionali e librerie componibili

Le librerie componibili possono rappresentare un’ottima opzione per suddividere gli spazi di open space professionali

Ne preservano le caratteristiche ma allo stesso tempo creano delle zone lavorative diverse sulla base, ad esempio, delle funzioni svolte dai vari impiegati.

In questi casi, l’utilizzo di librerie componibili rispetto a pareti di cartongesso è estremamente vantaggioso




Consentono una certa flessibilità per cambiamenti futuri e al contempo si permettono di ottenere molto spazio per conservare documenti e oggetti.

Librerie componibili a cubo, belle e pratiche

Le librerie componibili a cubo sono complementi d’arredo molto diffusi e apprezzati per la loro estetica contemporanea.

Molto apprezzata è anche la praticità con cui consentono di esporre e conservare libri o altri oggetti.

Sul mercato esistono, infatti, numerose librerie componibili a cubo:

  • a muro
  • autoportanti
  • di diversi materiali
  • adatte a ogni tipo d’ambiente, da quello più giovane e informale a quello più elegante e raffinato.

La praticità della forma cubica offre, inoltre, grande versatilità nell’esposizione di libri e soprammobili.

In genere se è possibile, si consiglia di alternare:




  • cubi pieni a cubi vuoti
  • cubi con libri a cubi con altri oggetti

in modo da conferire all’intera libreria un aspetto più leggero e dinamico.

Librerie componibili Ikea, funzionali ed economiche

Il gigante svedese Ikea propone un’ampia gamma di librerie componibili tra cui l’iconica Billy realizzata in diversi materiali e misure.

Librerie componibili: Ikea Billy

La soluzione Billy di librerie componibili Ikea

La libreria componibile Ikea Billy si caratterizza per la presenza di ripiani regolabili di diverse altezze.

In questo modo offre la massima flessibilità organizzativa dei propri libri o oggetti e la più totale personalizzazione sulle proprie esigenze.

Eccovi comunque il nostro speciale dedicato proprio alle librerie Ikea.

Tutto sulle librerie

Eccovi molti altri consigli utili per la vostra scelta della migliore libreria.

{ 0 comments }

ANNABELLA DENTI

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento