Perché scegliere il letto basso: design minimal, comfort o ispirazione orientale

Scopriamo insieme tutti i vantaggi della scelta di  un letto basso.

Dormire bene è fondamentale per la salute. Un riposo profondo e indisturbato ci aiuta a ricaricarci per poter affrontare al meglio i mille impegni della giornata. Ciò che più influenza la qualità del sonno sono naturalmente il letto e il materasso. Dunque è importante sceglierli con attenzione.

Misure standard del letto

I letti in commercio sono di varie altezze e la scelta del letto è molto soggettiva in quanto dipende da quanto è alta la persona che lo deve utilizzare o da necessità specifiche.

Non tutti hanno la fortuna di poter a salire o scendere dal letto autonomamente.

letto classico

Un letto classico: l’altezza da terra è di circa 60-65 cm.

L’altezza complessiva del letto composta dal piano di rete più materasso, dovrebbe poter permettere di sedersi sul bordo del letto appoggiando i piedi a terra e mantenendo le ginocchia ad angolo retto (poco più alto di una sedia).

L’altezza standard del letto da terra (rete e materasso) è di 60-65 cm.

In genere il piano di rete arriva a 45 cm massimo e il resto lo fa il materasso che può variare l’altezze (tra i 18 e i 30 cm) e dipende se è a molle, in lattice o memory foam.

Per chi ama i letti alti sono disponibili reti letto a 50-60 cm da terra.

struttura di un letto

La struttura del letto in legno è bene che sia priva di formaldeide.

Quali sono le caratteristiche di un letto ideale ?

E’ importante che il letto, oltre che bello, sia anche funzionale e ci permetta un’ottima qualità del sonno. E’ importante scegliere bene la rete, la struttura e il materasso.

  • Struttura del letto. La scelta di un materiale piuttosto di un altro (in ferro battuto, in ottone o in legno) non ha particolari benefici sulla qualità del sonno ma unicamente estetici. L’unico importante particolare, se si sceglie un letto in legno, è controllare che si tratti di materiale a bassa emissione di formaldeide.
  • Le dimensioni del letto. Per poter avere un giusto riposo, senza dover assumere posizioni scomode è necessario che il letto abbia una lunghezza di 2 metri ed un larghezza di 80 cm per il letto singolo e 1,70 m per il matrimoniale. Come già detto l’altezza del letto di norma è circa 60-65 cm comprensiva di materasso. L’altezza non incide sulla qualità del sonno.
  • Rete: Esistono in commercio vari tipi di reti: a doghe fisse, a doghe regolabili o a doghe pieghevoli.

Letto basso per il design contemporaneo.

Letto basso o letto alto?

I letti molto bassi risultano estremamente scomodi da pulire in ogni loro parte.

Anche se oggi con le moderne scope elettriche snodabili è possibile raggiungere ogni angolo della parte sottostante il letto, risulta comunque scomodo pulire.

In linea di principio è meno agevole alzarsi dai letti bassi, sono più scomodi da rifare e in alcuni casi la pulizia sotto risulta difficoltosa.

In compenso hanno un ingombro percepito minore all’interno della stanza e sono adatti ad arredamenti contemporanei tendenti alla semplicità.

Il letto alto è un retaggio dello sfarzo nobiliare. Dal punto di vista funzionale l’altezza può tornare utile nel caso di letti contenitori, che prevedono un vano piuttosto ampio per riporre biancheria e vestiti. Ovviamente il letto alto arreda e occupa più spazio.

letto basso di design

Letti bassi: un must have per i designer contemporanei

Si tratta di una scelta che prende ispirazione dalle culture orientali ed oggi molto di moda in occidente: è trendy e ben si addice all’arredamento moderno o etno chic.

I letti bassi sono molto apprezzati dagli amanti del design: la struttura che ha un’altezza diversa, le linee sono minimali e contemporanee. La base viene solitamente rivestita in legno o pelle.

letto basso per mandarde

Il letto basso viene consigliato per le mansarde molto basse.

Una soluzione per le mansarde

Se si abita in mansarda una delle soluzioni per la camera da letto consiste nell’utilizzare un letto basso.

In questo modo si ha la possibilità di sfruttare le pareti dall’altezza minore per posizionare testiera e comodini.

Viene consigliato il letto basso anche nei monolocali perché offre ampie possibilità di creare uno stile più moderno e rendere più confortevoli le piccole metrature.

Lettini bassi in cameretta

Ottima soluzione anche nella cameretta dei bambini, il letto basso può essere declinato in diversi materiali dal legno massello al metallo, per un complemento d’arredo che si intona alla perfezione con il resto degli arredi.

letto basso per cameretta bambini

Letto basso nelle camerette.

Il letto basso in questo caso va incontro alle esigenze dei bambini.

Loft: letti su isola di legno

Un accostamento originale di grande effetto, adatto a loft con metrature generose: il materasso è adagiato su un’isola fatta di travi di legno massello accostate tra loro come una grande zattera.

letto basso in legno

Letto su isola di legno.




Letto giapponese: il futon

In Giappone si è soliti dormire su un materasso futon con imbottitura in puro cotone  poggiato direttamente a terra sopra un pavimento di tatami, delle spesse stuoie in paglia di riso intrecciata.

Nessun letto occidentale è più basso di un futon giapponese.

Quali sono i vantaggi di un letto giapponese?

Il tradizionale materasso giapponese è composto  da un’imbottitura di puro cotone naturale a strati.

Si tratta di un materasso piuttosto rigido che permette di mantenere una corretta postura durante la notte per un riposo salutare.

letto basso orientale

Letto basso in stile orientale.

L’imbottitura fitta e compatta dei futon previene infatti l’infossamento del corpo ed evita che si crei una pressione eccessiva sulle vertebre, le spalle e il bacino.




Creare un angolo zen in camera da letto: il tatami

Un vero letto giapponese è costruito in legno naturale senza l’impiego di viti o colle in quanto assemblato attraverso uno speciale sistema di giuntura ad incastro del legno.

Con questa tecnica si realizzano dei letti molto robusti e l’assenza di viti o altre parti metalliche ci permette di migliorare la qualità del sonno.

letto basso giapponese

Lo stile giapponese del futon su tatami.

I letti giapponesi sono inoltre privi di qualsiasi tipo di sostanza nociva in quanto realizzati in legno naturale non trattato.

Vengono finiti con sostanze ecologiche come l’olio, la cera o impregnanti naturali a base d’acqua che proteggono il legno senza coprirne completamente la venatura e profumo.

La paglia organica di riso e giunco di cui sono fatti i tatami emana un gradevole profumo naturale che avvolge e rilassa la mente.




Tra gli strati di paglia e giunco c’è dell’aria, isolata all’interno del tatami: per questo motivo un tatami risulta fresco d’estate e caldo durante l’inverno.

Il tatami contribuisce a creare un ambiente di vita sano, purifica l’aria e mitiga il clima dell’ambiente.

I tatami sono molto resistenti all’usura e hanno lunga durata. Per la loro manutenzione si consiglia l’uso dell’aspirapolvere e di un panno leggermente umido.

{ 0 comments }

SCRIBIO

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento